Archivio mensile:agosto 2015

“Sai vendere?”

MATTELa solita domanda durante i miei colloqui non andati a buon fine, mi faceva riflettere: so vendere? Pensandoci bene, si … ho sempre saputo vendere, ma qual’era in fondo il mio punto di forza?

La loquacità spietata non funziona, la professionalità cruda nemmeno. Siamo persone fatte di emozione e sentimenti, quindi ho capito che per vendere e’ fondamentale toccare questo aspetto: l’emozione di chi hai davanti. Ed e’ probabilmente quello il mio punto forte, e l’ho scoperto durante il mio percorso professionale nel settore delle telecomunicazioni, fin dal principio, quando ho preso la decisione di investire il mio tempo e affidare il miglioramento delle mie capacità comunicative per essere preparato al meglio a quel mondo che per me era nuovo, incognito e affascinante.

Mondo nuovo, perché essendo uno sportivo ho dedicato la mia infanzia , adolescenza e una piccola parte della mia vita adulta agli sport a livello agonistico, cosa che mi appassiona tutt’ora ma che non mi completava, sentivo che era un capitolo della mia vita destinato a socchiudersi. Mi mancava qualcosa: volevo interagire direttamente con le persone, volevo seguire le tecnologie moderne, avevo un forte desiderio di imparare ancora , che purtroppo non poteva essere colmato solo con lo sport: sono Matteo Martellacci, ho 33 anni e sono la new entry di VoipVoice come Account Manager.

“Ho preso la strada giusta”, il mio subconscio mi ripete spesso, e questo mi rassicura: sono soddisfatto. Il percorso e’ stato pieno di novità, a partire dal primo passo che ho fatto verso la realtà che volevo diventasse mia, iscrivendomi al corso SAVE Sviluppo professionalità per addetto alle vendite nel settore ICT – condotto da Simone Terreni  e organizzato dall’ASEV – e successivamente nelle prime esperienze lavorative che mi hanno permesso di crescere professionalmente e come persona, attraverso le tantissime piccole conquiste quotidiane, sfide, salite, discese, paure, mezze convinzioni e in ogni momento di questo mio percorso mi tornava puntualmente in mente una frase detta da Simone Terreni durante il corso : “Non accontentatevi mai, guardate sempre in torno

EUREKA! 11742832_10206032740449559_8724317292446974236_n

Si. L’ho fatto, e oggi sono parte di una grande squadra, che guarda Avanti fiduciosa,che investe nelle migliori caratteristiche di ognuno dando la possibilità a tutti quelle che ne fanno parte di crescere sempre di più.

Qui in VoipVoice sto imparando che la priorità è il rispetto verso persone, clienti , fornitori, colleghi: PERSONE. Per me, ora come mai prima non si tratta solo di vendere, si tratta di conquistare con trasparenza e professionalità ogni individuo. E qual è l’approccio essenziale in ogni tipo di rapporto?

Quindi, se mi chiedono ancora – “Sai vendere? ” – Rispondo: “Si, so sorridere”. Ora sono sicuro: questo è il mio punto forte, ed è questa una delle cose che avvicina il mondo a ognuno di noi!

Sorridete, Conquistate!

“La regola secondo me è: quando sei a un bivio e trovi una strada che va in su e una che va in giù, piglia quella che va in su. È più facile andare in discesa, ma alla fine ti ritrovi in un buco. A salire c’è più speranza. È difficile, è un altro modo di vedere le cose, è una sfida, ti tiene all’erta.” Tiziano Terzani

Informazioni: Matteo Martellacci e il Reparto Commerciale di VoipVoice rispondono ogni giorno lavorativo dalle ore 9,00 alle 13,00 e dalle ore 14,00 alle 18,00 allo 0550935400 oppure potete contattarli tramite mail: commerciale@voipvoice.it.

“Io non ho paura” di Alessia Rustichini

“Io non ho paura”, una frase che potrà sembrare banale o futile; io invece ritengo  che questa espressione sia un incoraggiamento, un punto di partenza, uno stimolo per affrontare qualsiasi situazione.
Chi non ha paura di qualcosa? Di un nuovo lavoro, di un nuovo inizio, di fare scelte sbagliate, di credere in nuove persone, la lista è lunga.. La paura è un sentimento possibile da gestire e modellare a nostro piacimento.FullSizeRender (1)

Mi chiamo Alessia Rustichini, ho 19 anni e sono la “piccola” della VoipVoice, anche se l’età, in realtà, è solo un dato anagrafico.

Poco più di un anno fa, stavo affrontando l’anno dell’esame di stato – la “maturità” – tanto temuto dagli studenti. Con questo si è concluso un ciclo della vita e se ne è aperto uno nuovo.
Durante questo anno ho svolto alcuni lavoretti: ho fatto l’animatrice in un centro estivo, ho dato delle ripetizioni ad alcuni studenti, ho lavorato in un agriturismo e, come tanti altri figli, ho aiutato i miei genitori nell’attività di famiglia. Da queste esperienze credo di aver conosciuto  il mondo del lavoro, di aver imparato a rapportami con le altre persone e a collaborare.

Non avrei mai pensato di lavorare nel mondo del VoIP, anche perché era un settore a me totalmente sconosciuto. Dopo alcune scelte non azzeccate, decisi di cercare un nuovo lavoro: i primi di dicembre del 2014 ho fatto il mio primo vero colloquio per un posto alla VoipVoice.

Sono rimasta subito stupita dall’ambiente che mi circondava, affascinata nell’intravedere come lavoravano quelli che oggi sono i miei colleghi. Mi ha stupita la cura con cui sono stata preparata a lavorare in questo nuovo settore. La disponibilità e l’accortezza con cui mi è stato insegnato, mi insegnano, il lavoro che svolgo , è ammirevole.

Insieme alla mia responsabile Greta Tofani, faccio parte del reparto amministrativo e, proprio citando lei, nel suo articolo: “ci occupiamo di tutte quelle faccende che, a molti possono sembrare anche un po’ noiose, ma sono necessarie per il mantenimento di un’azienda.”
Ogni giorno siamo in contatto con i nostri clienti/partner di tutta Italia, attivando nuove numerazioni, effettuando portabilità dagli altri operatori ed inserendo i nuovi accordi di collaborazione. Sanno che dall’altra parte del telefono ci sono sempre delle persone con cui hanno già parlato, non ci sono degli operatori, ed è una delle parti del mio lavoro che mi piace di più. Sento di dare una certezza, anche se i primi tempi, mi è risultato molto difficile rapportarmi con le persone solo tramite un telefono e la voce, io che ero abituata ad avere fisicamente il cliente davanti a me.

Mi viene in mente quel proverbio che dice “tutti sono utili, ma nessuno è indispensabile“. Sono arrivata alla conclusione che si, in alcuni casi può rivelarsi vero, ma nella nostra squadra è assolutamente inappropriato, sbagliato.
Siamo un’azienda giovane, energica, dinamica, amante delle sfide com’è già stato detto dai miei colleghi, ma credo che ci siano altri due aggettivi da aggiungere: “unita” e “ collaborativa” .

Come vi potete immaginare, in questi primi mesi, ho incontrato le mie difficoltà ma ho se11709783_971789936205112_3904730029014419351_nmpre avuto il sostegno da parte dei miei colleghi, mi hanno aiutato a crescere sia professionalmente che come persona.
Ho avuto, anche, l’opportunità di rappresentare la VoipVoice allo SMAU di Firenze, è stata un’esperienza emozionante e soddisfacente.

Soddisfacente, come il lavoro che svolgiamo ogni giorno e le sfide che affrontiamo costantemente; per questo, io continuo a ripetermi “io non ho paura” e l’età, ad ogni età, è solo un dato anagrafico.

Informazioni: Alessia Rustichini e il servizio di Provisioning di VoipVoice risponde ogni giorno lavorativo dalle ore 9,00 alle ore 18,00 oppure potete contattarlo tramite mail: provisioning@voipvoice.it.