Archivi tag: Alberto Orsenigo; Gigaset Communications;

Intervista a Alberto Orsenigo, Sales Manager divisione Pro di Gigaset Italia

Pragmatico e schietto, come ama definirsi lui stesso. E’ un veterano nel mondo della telefonia, ma nonostante vanti 20 anni di esperienza nel settore nutre ancora la forte ambizione di crescere. Perchè di imparare, non si smette mai. E non è retorica. Non ha peli sulla lingua, Alberto Orsenigo; anche lui è caduto nella rete delle nostre interviste. Pillole di vita, lavoro e curiosità  del Sales Manager divisione Pro di Gigaset Italia,  società tedesca leader di mercato in Europa per la vendita e la produzione di cordless.

VDC_6486Facciamo un salto indietro nel tempo. Quali erano le tue aspirazioni da piccolo?Quale è stato il percorso che ti ha portato in Gigaset? E come ti sei affacciato al mondo dell’ICT?

Come spesso accade sono approdato nel mondo delle telecomunicazioni quasi per caso. Dopo il diploma in elettronica, decisi di proseguire gli studi e mi iscrissi alla facoltà di ingegneria aeronautica… ho sempre amato gli aerei e il volo in generale… ma la voglia di studiare a vent’anni era sicuramente meno di quella che ho oggi. Quindi mollai subito. Finito l’anno di leva iniziai a lavorare per una società con un portafoglio prodotti abbastanza variegato ma orientato al mondo degli installatori telefonici. E da lì, ormai vent’anni fa, è iniziato tutto.

Ti saresti mai immaginato nel ruolo che ricopri oggi?

Si e no. Nel senso che non ho mai dato troppa importanza al “ruolo” quanto alla possibilità di fare quello che mi piace, ovvero lavorare con gli installatori. Anche se oggi si chiamano Var o System Integrators , a me piace ancora chiamarli così.  La mia vera ambizione è imparare da loro ogni giorno. Il rapporto con gli installatori è continuo e continuare a crescere è il mio vero obiettivo.

Tre aggettivi che ti contraddistinguono

Sicuramente testardo, molto pragmatico e a volte troppo schietto.

Tre qualità indispensabili nel tuo lavoro

Massima disponibilità, totale trasparenza e imparare a dover di dire di no. Sembrano scontate, ma il mio lavoro non è vendere, piuttosto creare un rapporto con il cliente. Convincerlo a fidarsi di te e delle soluzioni che potrebbero migliorare il suo business. E se non c’è fiducia dal subito, non si va lontano. Ecco perché a volte è necessario dover dire di no. È più costruttiva una sana discussione che un falso servilismo.

La Germania, tra carriera e amore, era proprio scritta nel tuo destino…

Direi proprio di si, e ne sono felice. Ma guai a chi mi tocca il tricolore!

I punti forti della tua azienda?

Il primo, di sicuro è l’essere “made in Germany”. Sinonimo di qualità e affidabilità. Siamo rimasti uno dei pochissimi produttori che costruiscono le proprie soluzioni in Europa. E poi, la continua ricerca di innovazione. Prendi per esempio il nostro telefono IP Maxwell 10”. Siamo stati i primi a lanciare sul mercato un telefono IP con protocollo SIP basato su Android e con un display touch da 10 pollici.

Raccontaci un aneddoto o un ricordo particolare legato alle tue giornate in Gigaset

Ovviamente i ricordi più divertenti non si possono raccontare… scherzi a parte, nonostante l’età media sia un po’ più alta di quella di VoipVoice, uno degli aspetti che mi piacciono di Gigaset è il poter lavorare in un ambiente molto giovanile e informale.

Quali sono le differenze fra il mercato internazionale e quello italiano in questo campo?

Come Gigaset, in ambito business, stiamo cercando di avere un approccio europeo e non legato alla singola country. Le esigenze delle aziende sono più o meno simili in Francia in Germania o in Italia. Così come lo sono i problemi del mercato, anche se in altri paesi c’è forse un minor numero di competitors. Una delle maggiori differenze che si è evidenziata l’anno scorso è stato il tasso di crescita. I paesi del sud Europa come ad esempio Italia e Spagna,  sono cresciuti tanto rispetto ad altri paesi. E questo vuol dire che siamo sulla strada giusta per recuperare terreno. A volte basterebbe un pochino meno di pessimismo…

Quali sono le prossime novità che confermeranno la vostra posizione sul mercato?

Per quanto riguarda i cordless, abbiamo recentemente presentato il nostro modello di punta SL750H pro e altri nuovi modelli arriveranno sia in ambito pro che in ambito retail.   Stiamo lanciando invece proprio in questi giorni la nuova linea di telefoni IP SIP della famiglia Maxwell. I primi ad affiancare Maxwell 10” saranno Maxwell Basic, il nostro modello entry level ma già equipaggiato di doppia porta in Gbit, e Maxwell 3” con display a colori da 3,5” e bluetooth. A seguire arriveranno altri modelli che completeranno la gamma e che permetteranno di sfruttare tutte le funzionalità delle nostre centrali telefoniche T440 e T640 basate su Asterisk. La nostra soluzione di UC e altre novità arriveranno nella seconda metà dell’anno. Il 2016 sarà un anno intenso ma ci permetterà di consolidare il brand Gigaset nel mercato professionale e di raggiungere altri importanti traguardi.

Una tua considerazione di quello che succederà nei prossimi cinque anni nell’ICT.

Qualche anno fa era molto più semplice fare previsioni a medio lungo termine in ambito “telefonia”. Oggi 5 anni sono tanti. Sicuramente si assisterà ad un consolidamento del VoIP non solo al livello di connettività ma, soprattutto, a livello del parco tecnologico installato. Ormai il SIP la sta facendo da padrone e questa tendenza continuerà nei prossimi anni. Anche tutte le soluzioni che possono essere accorpate sotto al titolo “Unified Communication” sono ormai una realtà e sempre più diffuse in ambito aziendale. Il difficile è quantificare il tasso di adozione di soluzioni IoT all’interno dell’ambito aziendale. Ci sono e ci saranno sicuramente soluzioni che verranno mutuate dall’ambito consumer. E qui troviamo un altro punto di forza di Gigaset, ovvero l’essere sempre al passo con i trend del mercato.

Prima della domanda di rito torniamo a Modena: Convention VoipVoice Ricomincio Da Dieci. Cosa ti sei portato dietro da quella giornata?

La conferma che una squadra di giovani non avrà tanta esperienza ma ha sicuramente tanta tanta voglia di fare. E questo si traduce in risultati importanti e tangibili. E poi devo ammettere che ho provato anche una punta di orgoglio. Essere stato invitato e premiato insieme a tanti altri amici del settore, poter “respirare” tutta l’azienda, mi ha fatto sentire in qualche modo parte del vostro successo.

Ecco la domanda di rito: cosa è per te il VoIP?

Il presente e il futuro delle telecomunicazioni

Intervistiamo Alberto in pieno clima “Be PRO- Partner Reaching Opportunities”.  Un evento dove Gigaset  e VoipVoice oltre a rinsaldare una partnership storica hanno affrontato insieme temi e argomenti attuali del mondo IP… con uno sguardo attento alle esigenze del mercato italiano.

-Intervista a cura di Ylenia Cecchetti-