Archivi tag: Area Manager

Il Giro del VoIP in 8 tappe. Avanti tutta, l’avventura continua!

Le fotografie parlano da sole: sorrisi, spirito di squadra, entusiasmo. Con 250 iscritti e 200 partecipanti,  l’invasione del VoIP ha dato i suoi frutti. Il primo “Partner Meeting Tour” si è chiuso con numeri da record. Il VoIP è approdato in Sicilia, Campania e Lazio, è volato in Emilia Romagna, Trentino Alto Adige e Liguria per spingersi fino in Veneto e tornare al Sud, direzione Puglia.  Otto eventi nell’evento affidati agli Area Manager delle varie regioni hanno dimostrato che insieme si può. Progettare,  guardare avanti e sognare. Condividere idee e ancora altri progetti che dopo la pausa estiva, prenderanno forma e sostanza. A settembre infatti il viaggio all’insegna del VoIP continuerà con altri momenti formativi. Il tour toccherà altre 4 città: il 26 il Partner Meeting approderà in Friuli Venezia Giulia, il 28 in Lombardia, il 3 ottobre in Piemonte ed il 5 ottobre in Toscana. Per chiudere il cerchio giocando in casa. E’ tempo di bilanci, pensieri e commenti. Che cosa ha significato per i “registi” del Tour, tappa dopo tappa, contribuire alla riuscita del progetto? Pillole di emozioni, un puzzle di ricordi.

Dall’Emilia Romagna– e precisamente dalla Fondazione Guglielmo Marconi- Daniele De Salvo non ha dubbi:Il VoIP è il futuro che il giovane Marconi poteva solo immaginare, VoipVoice l’ha reso possibile. Il connubio tra le due identità non è nient’altro che una visione trasformata in realtà. La nostra squadra ha solo il compito di diffondere”.

Roma, capitale del VoIP per un giorno, la soddisfazione di Marco Anselmi: “Il Partner Meeting del Lazio è stata un’esperienza eccezionale che ha dato la possibilità a molti addetti ai lavori e ai curiosi di conoscere le potenzialità del VoIP ed i servizi di VoipVoice. Se ci fosse una frase spot sarebbe certamente questa: VoipVoice, il VoIP fatto di persone”.

Come si dice, quando i treni passano…La pensa così, da Bari, Graziano Fracchiolla:  “Il treno della Fibra sta passando finalmente anche in Puglia, adesso bisogna salirci a tutti i costi!”

Altro scatto, altra esperienza. Dalle pendici dell’Etna Antonio Finocchiaro ha fatto il pieno di energie.  “La fiducia che mi è stata data nell’organizzazione dell’evento mi ha dato la carica giusta. Posso dire che sono pronto per affrontare nuove sfide e nuove opportunità che questo meeting  porterà al nostro gruppo per il futuro“.

Un salto in Campania, ed è un altro, inaspettato successo. Come ricorda l’Area Manager Gerardo Guadagno.  “Che dire, è stata una giornata unica che ha lasciato a tutti un’emozione. Finalmente siamo riusciti a portare il VoIP in Campania! Grazie a tutti quelli che hanno reso indimenticabile questo evento! Ed ecco una frase che non smetterò di ripetermi: Pensateci voi per primi al VoIP, prima che ci arrivi qualcun’altro!”

Tra degustazioni alcoliche e l’aria fresca della montagna, eccoci arrivati in Trentino Alto Adige. Il ricordo è affidato ad Elio Clara: “Per me il Partner Meeting Tour di VoipVoice è servito a far conoscere meglio l’azienda ai propri partner, mostrandoci presenti sul territorio. Ma è anche stata un’occasione d’incontro, per un amichevole scambio di idee e di esperienze sull’utilizzo del VoIP. Un grazie a Simone per la sua presenza ed il suo entusiasmo”.

A Fabio Marcon il compito di gestire il Meeting che si è tenuto in Veneto e che ha registrato il record di presenze: “L’entusiasmo che hanno dimostrato i partner in questi mesi e la grande partecipazione al Meeting mi hanno dato enormi soddisfazioni. Sono sicuro che abbiamo ampi margini di crescita e sono molto motivato perchè ho visto grandi potenzialità”.

Il 27 giugno, “bandierina” posizionata a Savona, altra città conquistata dal VoIP. Per Alessandro Trevisan una giornata da ripetere. “Ecco… che dire? Dopo questa prima straordinaria esperienza vissuta assieme a voi tutti, sono già a fare il conto alla rovescia per la prossima!Ci vediamo presto, grazie a tutti”.

Ed eccoci qua, pronti per ripartire forti dell’esperienza vissuta insieme.

L’invasione del VoIP continua!

Stay Tuned

Ylenia Cecchetti

LA NUOVA SQUADRA VOIPVOICE

Tra le molte storie che circondano il mondo del calcio ce n’è una a cui da sempre sono molto legato, forse perché mi riporta ad un periodo della mia vita in cui la principale preoccupazione era quella di trovare le figurine mancanti dell’album della Panini ma soprattutto perché in questa storia è racchiusa un po’ la favola dello sport.
Era l’estate del 1992 e la Svezia si stava preparando ad ospitare il Campionato Europeo di calcio; purtroppo, a migliaia di chilometri di distanza, proprio al centro dell’Europa, era scoppiata una vera e propria guerra che da mesi stava insanguinando la regione dei Balcani.
Nei gironi di qualificazione la Danimarca era arrivata seconda alle spalle della Jugoslavia e per questo motivo sia i calciatori che l’allenatore si stavano preparando ad assistere agli Europei in televisione dai vari luoghi di villeggiatura sparsi un po’ per tutto il mondo; il fischio d’inizio della prima partita era stato fissato per il giorno 10 Giugno.
Il 30 Maggio però il Consiglio di Sicurezza dell’ONU, in conseguenza ai tremendi avvenimenti che stavano accadendo in Jugoslavia, approvò la Risoluzione 757, che tra le varie sanzioni proibiva alle nazionali jugoslave di partecipare a qualsiasi manifestazione sportiva.
A questo punto la UEFA, per garantire il corretto svolgimento del torneo, decise di ammettere alla fase a gironi la Danimarca che, nelle qualificazioni, si era posizionata proprio alle spalle della Jugoslavia.
La nazionale di calcio danese era sempre stata una buona squadra ma dai mediocri risultati e infatti nel suo palmares non poteva annoverare nessun successo; proprio nel 1992 la federazione danese aveva deciso di sostituire lo storico C.T. Piontek con il suo assistente, lo sconosciuto Richard Møller Nielsen. La spina dorsale della nazionale era formato dai giocatori della squadra del Brøndby, la più forte squadra danese del periodo che come massimo traguardo europeo poteva vantare una semifinale di Coppa UEFA nel 1991, equivalente dell’attuale Europa League.
I giocatori danesi rientrarono frettolosamente in patria e si presentarono alla competizione senza praticamente aver fatto nessuna preparazione fisica; oltre a ciò il sorteggio del girone non fu assolutamente benevolo, infatti l’urna accoppiò alla Danimarca due delle squadre pretendenti alla vittoria finale e la squadra padrona di casa: Francia, Inghilterra e Svezia.

Ma, inaspettatamente, la squadra Danese riuscì a qualificarsi per le semifinali, grazie ad una vittoria proprio contro la super favorita Francia. Anche in semifinale non andò certo bene ai Danesi, infatti trovarono la squadra detentrice del titolo: l’Olanda di Rijkard, Gullit e Van Basten. Dopo una combattutissima partita, finita 2 a 2 ai tempi regolamentari e ai supplementari, le squadre si ritrovarono alla lotteria dei rigori e fu proprio un errore dal dischetto della stella olandese Van Basten, che si fece parare il rigore dal portierone danese Peter Schmeichel, ad aprire alla Danimarca la porta di un’inaspettata finale.

Lo sport è pieno di storie incredibili e allora, quando cominciò la finale del torneo che vedeva contrapposta alla cenerentola Danimarca la corazzata Germania di Brehme, Summer, Möller e Klinsmann, campione del mondo in carica, tutta Europa si schierò dalla parte dei danesi. Con una gara giocata prettamente di difesa e contropiede, i danesi riuscirono ad imporsi con un secco 2 a 0 e consegnarono allo sport un’altra impresa che, a distanza di anni, viene ancora ricordata come una delle maggiori imprese sportive del secolo passato.

 

Il 2017 è cominciato con una grande novità per VoipVoice: la nascita di una nuova squadra di “campioni VoIP”.
VoipVoice ha da sempre avuto tra le sue peculiarità quella di avere una rete di System Integrators capillarmente diffusa su tutto il territorio nazionale; per riuscire a fornire ai nostri Partner un supporto sempre più idoneo e professionale abbiamo deciso di creare una rete di Area Manager nelle Regioni italiane in cui abbiamo concentrati la maggior parte dei nostri Rivenditori. Per trovare queste figure non siamo andati a cercare nuove persone ma siamo andati a selezionare tra i nostri Partner quelli che hanno dimostrato nel corso degli anni di aver capito quale fosse lo spirito e il modus operandi di VoipVoice, che hanno raggiunto risultati eccellenti e che fossero disposti a mettersi in gioco, andando ad affiancare alla loro quotidiana attività lavorativa una nuova esperienza. Il loro compito principale sarà quello di mettere le loro conoscenze tecniche e commerciali, la loro professionalità e gentilezza a disposizione delle centinaia di Partner che, per motivi prettamente logistici, fino ad oggi avevano con VoipVoice un rapporto quasi esclusivamente telefonico.

Ad inizio Febbraio si è svolto il primo Meeting degli Area Manager VoipVoice e, proprio durante questa due giorni di formazione e conoscenza reciproca, mi sono ritrovato a pensare che questa nuova avventura aveva molti punti in comune con la storia della Danimarca vincitrice del Campionato Europeo di calcio del ’92.


Innanzitutto, pur essendo un progetto che all’interno dell’azienda era stato pianificato da tempo, a loro è stato dato un preavviso di un paio di settimane; li abbiamo chiamati a metà Gennaio, abbiamo descritto loro il progetto e tutti hanno accettato subito con entusiasmo, presentandosi al Meeting del 3 Febbraio pronti e carichi di aspettative..
Per trovare le figure idonee non siamo andati a cercare i “fuoriclasse”commerciali proposti dalle associazioni degli agenti di commercio, ma abbiamo orientato la nostra scelta verso quelle figure che si erano già dimostrati campioni in casa (nel loro lavoro quotidiano di System Integrators) ma che per noi avevano le caratteristiche idonee per diventare i potenziali campioni del futuro in un ruolo, quello dell’Area Manager, per loro fin ad oggi sconosciuto.
Infine la cosa più importante: lo spirito di squadra. Durante la cena di Venerdì 3 Febbraio erano riunite in una stanza una trentina di persone che fino ad allora si erano sentite per lo più solo telefonicamente; in una stanza di un ristorante, tra risate, discussioni tecniche e confronti commerciali si potevano sentire una decina di dialetti diversi, ma l’aria che si respirava era un’aria che preannunciava grandi risultati.

Il mondo della telefonia di oggi vede presenti sul mercato autentiche corazzate, create e strutturate per fare piazza pulita della concorrenza soprattutto in una scriteriata corsa al ribasso dei prezzi a scapito molto spesso della professionalità e della qualità del servizio. La nostra squadra invece è stata creata per andare ad assistere tutta la nostra rete Partner nelle loro battaglie quotidiane, basate su sopralluoghi, progetti e preventivi; VoipVoice ha sempre basato il proprio lavoro sul supporto, sull’assistenza e sul gioco di squadra e da oggi, abbiamo 11 campioni in tutta Italia che ci aiuteranno a raggiungere nuovi e importantissimi traguardi.

Sono lieto di presentare ai lettori del Blog la squadra dei nostri Area Manager:

 

– MARCO ANSELMI, Area Manager del Lazio
– ELIO CLARA, Area Manager del Trentino Alto Adige
– DANIELE DE SALVO, Area Manager dell’Emilia Romagna
– GIULIANO DONATO, Area Manager del Friuli Venezia Giulia
– ANTONIO FINOCCHIARO, Area Manager della Sicilia
– GRAZIANO FRACCHIOLLA, Area Manager della Puglia
– GERARDO GUADAGNO, Area Manager della Campania
– FABIO MARCON, Area Manager del Veneto
– LUIGI POLI, Area Manager della Toscana
– ALESSANDRO TREVISAN, Area Manager della Liguria
– EDOARDO VENTRELLI, Area Manager della Lombardia

 

Nei prossimi giorni gli Area Manager contatteranno i nostri Partner per fissare un appuntamento conoscitivo; se ancora non siete Partner VoipVoice e desiderate avere informazioni sui nostri servizi scrivete a commerciale@voipvoice.it, io, i miei colleghi del reparto commerciale e, da oggi, i nostri Area Manager, saremo a vostra disposizione per qualsiasi richiesta o necessità.

– Luigi Poli –