Archivi tag: Cloud

PALAVOIP

La nostra nuova sede ci somiglia.

Sabato prossimo faremo l’inaugurazione. Per noi di VoipVoice sarà un evento unico e pieno di emozioniMostreremo a tutti la nostra nuova casa. Il nostro PALAVOIP!! È un edificio fortemente voluto, moderno, innovativo, digitale. Un edificio realizzato per esprimere concretamente quello che da anni stiamo diffondendo con il VoIP in giro per l’Italia e che doveva rappresentare al tempo stesso i nostri valori e le nostre caratteristiche.

Eccole:

APERTA

La nostra sede è Aperta. Di fronte all’ingresso invece di mettere il classico cancello abbiamo deciso di mettere una piazza. Un luogo dove incontrarsi, dove stare, parlare, vivere. Con tanto di sedute. Il concetto è che la nostra sede deve diventare un luogo vivo, aperto a tutti quelli che la frequentano, ci lavorano o partecipano a un evento, o semplicemente vengono a trovarci. Con quattro sale corsi, di cui una da 40 posti, il Palavoip diventa per tutto il territorio un luogo perfetto per fare eventi sul VoIP e non solo. Formazione, workshop, convegni.

SMART

La nostra sede è SMART. Vuol dire che nel nostro edificio, grazie alla progettazione degli spazi e la scelta degli arredi, non esiste più il concetto della scrivania fissa. Il lavoratore o il visitatore può scegliere di lavorare nella sua postazione, nelle sale riunioni, nella zona relax, nell’open space usando sgabelli alti, in cucina mentre beve una tazza di caffè, all’esterno dell’edificio o addirittura a casa sua o in hotel. Con un PC portatile e una cuffia wireless è possibile lavorare ovunque. Se nevica siamo tutti operativi da casa, se uno non vuol venire in ufficio ma vuol lavorare da casa, risparmiando tempo e non inquinando, con il VoIP si può. Volevamo dimostrare che lo Smart Working non solo è possibile ma anche applicabile.

DIGITALE

La nostra sede è tutta Digitale. Non troverete una sola linea analogica, nemmeno per il fax. Le nostre chiamate sono tutte digitali, tutte in VoIP. Non solo: non abbiamo archivi cartacei perché da anni facciamo l’Archiviazione Digitale e cerchiamo di stampare il meno possibile. La nostra azienda vive nel Cloud e sfrutta le autostrade digitali. Noi abbiamo già messo in atto quella Digital Transformation, indispensabile per riuscire a rimanere competitivi, che stiamo raccontando a tutti i nostri partner e clienti.

CONNESSA

La nostra sede è Connessa. Siamo stati i primi a portare la Fibra nella nostra zona industriale e grazie a noi altre aziende hanno potuto beneficiare di questi lavori. Oltre a una Fibra Dedicata, abbiamo altre due Fiber to the Cabinet su vettori diversi e ridondate, un collegamento WiFi sul tetto e una SIM di Backup. In pratica è impossibile rimanere fermi. Siamo continuamente connessi e a tutti i nostri ospiti diamo collegamenti dedicati. Si chiama Business Continuity, vuol dire dare servizi altamente performanti ai nostri clienti e prima di fornirli li abbiamo testati sulla nostra pelle.

GREEN

La nostra sede è Green. La nostra sede è a Impatto Zero, anzi forniamo l’Energia eccedente alla rete elettrica. Sul tetto abbiamo un impianto fotovoltaico che sostiene completamente i nostri impianti di riscaldamento (niente metano bruciato) e di condizionamento. Siamo ecologici, perché pensiamo che ognuno di noi può cambiare il mondo agendo con le proprie azioni. Concretamente. Si usano le energie rinnovabili. Non si pianta alberi dopo aver bruciato CO2. Ogni azienda ha il dovere di lasciare il mondo ai nostri figli meglio di come l’ha trovato.

INCUBATRICE

La nostra sede è un’Incubatrice. Nello spazio di Coworking possiamo accogliere liberi professionisti, Start Up, ragazzi che hanno voglia di crearselo il lavoro. Crearselo ma magari avere noi come punto di riferimento, formandoli, dandogli gli strumenti idonei per farli crescere e far sì che il futuro non sia incerto grazie alla nostra esperienza sviluppata nel passato. Inoltre il VoIP è la tecnologia giusta per aprire un’azienda in pochi minuti. Un collegamento a internet, un numero telefonico generato in un paio d’ore: nel nostro Coworking se entri oggi alle ore 9 alle ore 11 del giorno stesso sei già operativo. E se tra le varie realtà che verranno a vivere da noi riusciremo a trovare qualcuno in gamba, noi saremo pronti ad investirci, anche economicamente.

FUTURO

La nostra azienda pensa già al Futuro. VoipVoice pensava al futuro nel 2006 quando dodici anni fa è nata. Oggi stiamo già pensando agli anni prossimi futuri. Grazie a questi nuovi spazi saremo in grado di riuscire ad affrontare il futuro. Negli ultimi mesi abbiamo assunto sei persone. Ad ottobre comincerà una nuova selezione per la Receptionist e nel 2019 cercheremo una serie di nuove posizioni per incrementare la nostra rete vendita. Special Partner, District Manager e Tecnici preparati. Cercheremo di aprire due sedi a Milano e Roma. Insomma VoipVoice cresce e con lei crescono le persone.

Sabato prossimo inauguriamo il nostro PALAVOIP.
Per un giorno Montelupo diventa Capitale Mondiale del VOIP!

LA PERIFERIA DIVENTA CENTRO.
E noi faremo di tutto per rimanere il centro del VoIP in Italia il più a lungo possibile.
E ce la faremo.

Dopo la festa, dopo aver messo a posto bicchieri e piatti, spento la musica e le luci, mandato la gente a casa, guarderò negli occhi i miei ragazzi e dirò loro che questo non è un punto d’arrivo. Questa è la prima pietra per costruire un progetto ancora più grande. So già come reagiranno. Mi guarderanno, faranno un gran sospiro, sorrideranno con l’aria di quelli che la sanno lunga e diranno sicuri e più convinti di me:

ANDIAMO!!!

Simone Terreni, Managing Director VoipVoice

Sitting is the New Smoking

Cosa succede se passate 8 ore della vostra giornata lavorativa a sedere ogni giorno?

È uscito recentemente sul Corriere della Sera un articolo dove vengono elencati i rischi di una vita lavorativa sedentaria.
Eccoli:


Deformazione alla spina dorsale

La spina dorsale umana ha una forma a S per resistere alle tensioni. Tuttavia, da seduti, la forma a S si trasforma in C. Questo porta ad accasciarsi in una posizione innaturale a meno che non si abbiano addominali molto allenati. La tensione viene trasferita al bacino e alla colonna vertebrale, causando un aumento della pressione sui dischi intervertebrali. Lo sforzo costante provoca la chiusura delle vertebre cervicali e può portare alla diminuzione del flusso di sangue al cervello.

Malattie Cardiovascolari

Una delle conseguenze più gravi di uno stile di vita sedentario è il rischio di malattie cardiovascolari. Passare le giornate seduti indebolisce i muscoli e peggiora la circolazione sanguigna. La mancanza di attività fisica è una delle ragioni principali per l’arterosclerosi precoce (un accumulo di placche di colesterolo nei vasi sanguigni che portano al cuore). Uno studio approfondito condotto su oltre 17mila persone in 13 anni ha mostrato che le persone con stili di vita sedentari hanno un rischio maggiore del 54% di morire per un attacco di cuore rispetto a coloro che sono più attivi.

Vene varicose

Le persone che passano la maggior parte della giornata seduti a una scrivania soffrono di una cattiva circolazione del sangue negli arti inferiori che può causare lo sviluppo di vene varicose. Oltre a essere dovute a predisposizione ereditaria, le vene varicose possono essere favorite da lunghi periodi passati a gambe incrociate. Una cattiva circolazione del sangue è anche da evitare perché può portare allo sviluppo di coaguli di sangue.

Obesità

Il sovrappeso è una delle peggiori conseguenze dello stile di vita sedentario. Quando si sta seduti a lungo, il metabolismo rallenta e il corpo brucia meno calorie, immagazzinando l’eccesso come grasso. Non appena ci si siede, il corpo riduce il processo di combustione dei grassi del 90%, il livello di insulina cade e la pressione sanguigna aumenta. In un lavoro in cui si sta in piedi, il corpo brucia fino al 35% in più di calorie rispetto a un lavoro sedentario.

Muscoli e ossa

La seduta costante combinata con la mancanza di attività fisica può rendere i muscoli del corpo deboli e flaccidi. I più colpiti sono i muscoli addominali e i glutei. Un’altra possibile conseguenza è l’osteoporosi. Le ossa non hanno molta difficoltà a tenere il corpo in posizione seduta, ma possono perdere forza nel tempo, diventando più porose e fragili.

Sistema digestivo

Un solo giorno intero seduti porta a un ridotto consumo di insulina da parte delle cellule. Di conseguenza, si rischiano diabete e altre malattie metaboliche, oltre alla stitichezza cronica e, in casi estremi, le emorroidi.

Invecchiamento

I telomeri sono situati alle estremità dei cromosomi e li proteggono da eventuali danni e diventano sempre più corti durante il processo di invecchiamento. È stato dimostrato che uno stile di vita inattivo fa sì che i telomeri si accorcino molto più velocemente.

Disagio mentale e ansia

Uno stile di vita sedentario può avere un’influenza molto negativa sulla salute mentale. L’assenza di attività fisica porta allo sviluppo di depressione e ansia a causa della mancanza di endorfine. Muoversi regolarmente può migliorare l’umore e rilassare il corpo. Serve anche all’autostima. Inoltre, influenza la produzione di serotonina, contribuendo a frenare uno squilibrio che potrebbe portare a problemi di memoria e mancanza di appetito.

Insonnia

La mancanza di movimento può influenzare molto la qualità del sonno. Il corpo interpreta la costante immobilità come riposo, anche quando l’attività mentale è al massimo. Pertanto, quando si sta “a riposo” per l’intera giornata, il corpo decide che non è più necessario dormire. L’esercizio fisico aiuta a combattere l’insonnia e migliora la qualità del sonno.

Problemi di prestazioni

Gli uomini con stili di vita inattivi hanno maggiori probabilità di soffrire di disfunzione erettile, problemi alla prostata e squilibri ormonali. La circolazione del sangue nella piccola pelvi, da seduti, rallenta, la qual cosa può portare anche a infiammazioni.


L’uomo non è fatto per vivere seduto.
E anche se poi si compensa con delle ore di palestra o di attività fisica queste non bastano a prevenire a lungo andare quelle che sono le patologie causate da una vita troppo sedentaria.

Che fare?
Le aziende che sono attente al benessere dei propri lavoratori lo hanno capito e hanno creato degli ambienti Smart all’interno delle loro sedi, hanno dotato le persone di laptop e cuffie con le quali possono spostarsi all’interno della sede. Sede che deve essere dotata di zone relax, zone Pausa Caffè, altre dove poter camminare e magari stare anche fuori al sole.

Ma come?
Con il VoIP, le Unified Communications, i collegamenti in Fibra e il Cloud tutto questo è possibile.
Lo Smart Working non è solo telelavoro.
Lo Smart Working è arredare una sede aziendale con degli arredi che siano adatti ad avere un lavoro NON sedentario.

Noi in VoipVoice, nel progettare la nostra nuova sede, abbiamo tentato di fare questo.
Far camminare il personale in un ambiente non solo bello ma anche adatto a questa filosofia “Walking Around the Job”.

Ambienti “open space”, tantissimo verde negli spazi, cuffie wireless e laptop, tavolini alti con sgabelli e puff confortevoli come arredi, zona relax con animali vivi e rumori di sottofondo, cucina con tavolo bar per riunioni informali, divani e poltrone, spazi con sedute all’esterno dove stazionare con colleghi o clienti. Venite a trovarci nei nostri nuovi spazi e toccherete con mano quello che vuol dire lo Smart Working grazie alla tecnologia VoIP.

Il futuro del lavoro, la necessità di essere competitivi in un mercato sempre più globale, deve tenere di conto delle condizioni psicofisiche dei lavoratori. Il VoIP non è solo risparmio rispetto alla telefonia tradizionale. Il VoIP è un nuovo modo nuovo di lavorare, un concetto innovativo, indispensabile per quelle aziende che vogliono rimanere al passo con i tempi.

A cura di Simone Terreni

 

Diario di bordo | CeBIT 2016

CeBIT 2016 di Hannover, una Fiera dal sapore internazionale.
Il CeBIT (dal suo acronimo tedesco “Centrum für Büroautomation, Informationstechnologie und Telekommunikation”) viene definita il ” barometro” delle new technologies.
Nasce anagraficamente nel 1961, ma ancora non aveva ben chiara la sua vera identità, infatti presidiava solo una piccola parte di un’altra Fiera, che si teneva sempre ad Hannover, chiamata Hannover Messe (Fiera a indirizzo Industriale). Ma già dai primi anni le fu riconosciuto il suo forte potenziale che la portò, nel 1986, a una totale indipendenza.
Giusto per darvi una misura di grandezza il CeBIT, alla sua massima espansione, copre ben 450.000 mq di esposizione divisa in più padiglioni, con un massimo di visitatori raccolti (questo con il record raggiunto nel 1995) di 755mila. Sono numeri impressionanti, non trovate? Ma in quest’ultimi anni, nonostante l’avvento di Internet e del mercato in completo mutamento, è sempre riuscita a ottenere ottimi risultati che variano dai 400mila visitatori in su.
 CeBIT 2016
Ma perché proprio ad Hannover e non in altre città come Berlino (dove si tiene l’IFA) o Monaco?
Il motivo non é casuale, pare infatti che proprio ad Hannover sia cresciuto colui che sulla carte risulta il primo “genio universale tecnologico”, il filosofo è matematico Gottfried Wilhelm Leibniz che inventò il primo calcolatore binario della storia nel 1679.
Per me é stata la prima volta in cui ho potuto prender parte a una fiera di settore di tale calibro e quello che più di tutto mi ha colpito é stata la forte imponenza del marketing fieristico da parte dei maggiori colossi internazionali come IBM, Intel, ZTE, Microsoft, SAP, Huawei, T-mobile, Salesforce e etc . Tutte con lo stesso obiettivo: stupire ogni singolo visitatore! Beh, devo ammettere che ci sono riusciti, io sono stato il più veloce 🙂
In perfetto stile tedesco, ogni padiglione, nella propria mappa inseriva una didascalia matematicamente divisa per categoria e settore di appartenenza. Il nostro padiglione é stato il N 13, classificato come Telecommunication, UCC, IoT e Cloud.
Per noi di VoipVoice, dopo 10 anni di impegno, ritrovare in questa fiera gran parte dei nostri partner tecnologici come 3CX, snom, Plantronics, AudioCodes, BeroNet, AVMFRITZ!Box, Yeastar, Wildix e tanti altri é stata una vera emozione, mi sono sentito anche io parte di questo evento.
Una nota che ha risaltato fortemente, ed era impossibile non notare, é stata la presenza capillare di aziende cinesi. Ok, é risaputo che il mercato tecnologico mondiale é prodotto e commercializzato dalla Cina, quindi non ne resto molto stupito, ma c’é un dato significativamente importante in questo cambiamento. La Cina ha la piena gestione e controllo nella produzione di massa di prodotti tecnologici, ma il resto del mondo, dalla stessa Germania, passando alla Francia, Cipro e tante altre prevale la produzione e sviluppo di “SOLUZIONI” informaticamente avanzate al 100% Made in EU.
Il mercato EU afferma e continuerà a mantenere la nomea di una sorgente capace di sviluppare idee innovative volte alla crescita tecnologica mondiale.
In noi europei scorre il sangue dei più grandi geni e inventori al mondo, questa é la nostra forza, niente e nessuno potrà privarci di questo riconoscimento 😉
Grazie CeBIT di questa splendida esperienza, se non ci fossi bisognerebbe inventarti 😉

A cura di Samuel Lo Gioco

10623563_1101357553248349_7225347765576723005_o 1075568_1101357519915019_2419804970869244925_o 1400431_1101357319915039_3577133495999644223_o12440276_1101357329915038_6399622552052649080_o

10321496_1101357433248361_8693188537288210283_o
1797579_1101357453248359_744728116187491337_n1482758_1101311319919639_2186039086902550993_n

8899_1101331636584274_434674894867804386_n

1233452_1101357563248348_2762668129638665858_n 1958357_1101357639915007_8982559770049613290_n10399924_1101357326581705_436061193345744892_n
11696627_1101332573250847_2844164181507206967_o
10296402_1101332699917501_420477737463447114_o905686_1101331849917586_3198400258735961009_o12819351_1101332576584180_27936175694570180_o12029644_1101331626584275_8586507146832686779_o12182770_1101331726584265_4055886700810973095_o 12513718_1101332406584197_6027153456372114300_o 12795085_1101331843250920_899458787129160865_o 12795087_1101331873250917_6640958642704443418_o