Archivi tag: connettività

VoipVoice: Aperti per Ferie!

Il VoIP non si ferma mai.
VoipVoice non può andare in ferie.
Ci sono clienti come Hotel, Ristoranti e Bed & Breakfast che lavorano d’estate e specialmente d’agosto il telefono diventa indispensabile.
Non solo. Molti nostri partners spesso riescono a vendere impianti VoIP ai loro clienti prima delle ferie e approfittano del mese di agosto per installarli.
Non solo. Grazie al VoIP basta una connessione qualsiasi e tu sei sempre raggiungibile. In pratica è come se fossi in ufficio, anche se in verità sei sotto un ombrellone di Riccione o della Versilia. Il VoIP è perfetto per lo Smart Working. Insomma il mese di Agosto, da anni, è per noi un momento forse un pò più calmo, ma comunque importante dove vengono realizzati bei progetti e pianificate le attività dell’ultima parte dell’anno.

Quest’anno però c’è un altro motivo che ci impedisce di chiudere:

LA NUOVA SEDE DI VOIPVOICE!!

La Rete Metallica = Internet

Ormai ci siamo quasi!!

I Lavori sono in una fase avanzata e Agosto diventa fondamentale per decidere gli ultimi dettagli. A breve la nostra nuova casa sarà una realtà.

Molti lo sanno già, qualcuno è stato a visitare il nostro cantiere, recentemente è uscito anche un articolo sulla stampa locale. VoipVoice è cresciuta tanto in questi anni e quindi abbiamo deciso di fare un investimento importante: una nuova sede che sia all’altezza delle sfide che ci aspettano nei prossimi anni.

La nuova sede si troverà in via del Lavoro a Montelupo Fiorentino, nella zona industriale, ancora il numero civico non ci è stato assegnato. Il progetto architettonico è stato affidato allo Studio di Architetti LDA.iMdA architetti associati di San Miniato in provincia di Pisa.

Ecco il lavoro che abbiamo impostato con gli Architetti per realizzare la nostra nuova sede:

PRINCIPI ISPIRATORI:
Rapporti
Connessioni
Relazioni
Architettura
Emozioni
Eventi
Trasparenza
Arte
Connettività
Passione
Rigore
Riferimento
Cromie

FILOSOFIA DELLA TRASPARENZA —> Rapporto con il Contesto Urbano

RAPPPORTO COMMITTENTE/ARCHITETTO:
Si segnala VoipVoice come committente aperto all’Architettura per i seguenti motivi:

1_ Per la riattivazione di un sito complesso dal punto di vista urbano all’interno di una zona artigianale produttiva parzialmente edificata con criteri costruttivi e tipologie insediative ormai desuete;

2_ Per l’approccio multidisciplinare: sono stati messi allo stesso tavolo di lavoro: architetti, urban designer, ingegneri, geologi, artisti;

3_ Per aver accettato e condiviso soluzioni architettoniche innovative come l’uso della facciata in lamiera stirata di alluminio;

4_ Per aver condiviso scelte progettuali tese alla massima compenetrazione dello spazio pubblico e di quello privato;

5_ Per aver creduto nella sostenibilità dell’opera: la particolare collocazione consolida quel processo di delocalizzazione del sistema economico rispetto alle polarità urbane che potrebbe rafforzare la riconversione di pezzi di città ormai non più adatti al sistema contemporaneo della produzione.

OPERA:
Il progetto VoipVoice, situato in una zona artigianale produttiva di un comune dell’hinterland fiorentino nei pressi di Empoli, si inserisce in quel filone di ricerca teso a riattivare circuiti relazionali in zone produttive parzialmente attuate che hanno arrestato il loro processo di completamento a causa della crisi edilizia iniziata nel 2008. Gli aspetti che si è costretti ad affrontare di fatto superano il cerchio ristretto dell’Architettura intesa come risposta disciplinare circoscritta e proiettano il progetto su temi che sono più intimamente legati alla città ed al suo sviluppo contemporaneo. Col progetto VoipVoice si è voluto introdurre un elemento significativamente innovativo, compatibilmente con lo stato dei luoghi in cui la nuova attività si inserisce.

Il progetto, per punti significativi di seguito riassunti, si pone i seguenti obiettivi:

1_ Interrompere il rapporto di chiusura con lo spazio pubblico aprendo lo spazio antistante all’edificio alla “città”. La relazionalità cercata è quella della compenetrazione pubblico-privato che mira a interrompere le cesure urbane spesso incomprensibili;

2_ Al piano terra una fascia continua in vetro accentua la volontà di apertura dello spazio architettonico, area accoglienza nella parte antistante, ed incubatore nella parte retrostante, dove si fa ricerca e si indaga nel mondo delle net company;

3_ Al piano primo, sede degli uffici operativi VoipVoice, l’elemento di delimitazione tra interno ed esterno è costituito da una lamiera stirata in alluminio anodizzato tinto lucido con un duplice scopo: quello di filtrare ma non di nascondere il lavoro di comunicazione, organizzazione, commercializzazione e ricerca che vi si svolge; in secondo luogo, la lamiera stirata richiama metaforicamente la rete digitale, elemento motore dell’attività di VoipVoice, ma anche motore di sviluppo  della società contemporanea;

4_ L’open space e l’altezza esistente del piano primo, dovuta all’originaria funzione artigianale, consentono di poter traguardare i fabbricati circostanti a favore di coni visivi verso la bellezza del paesaggio delle colline circostanti;

5_ Innovazione, come innovativa è il tipo di attività che vi si svolge, commercializzazione, comunicazione e ricerca di servizi di rete come il VoIP.

Realizzare una nuova sede non è solo avere uffici più grandi e una nuova moquette. Significa ripensare i processi, reimpostare l’organizzazione e trovare nuove soluzioni. Significa innovare e rimanere al passo con i tempi. È un’occasione importante che non va sprecata.
E noi ci proveremo.

Per questo anche ad Agosto siamo APERTI PER FERIE!

Buone vacanze a tutti!

Simone Terreni 
– Managing Director VoipVoice

P.S.: Un ringraziamento e speciale sentito va a Maurizio Bonifazi, direttore del nostro cantiere, per la cura, la pazienza e la professionalità che sta mettendo in questi mesi per realizzare il nostro sogno.

I Nostri Architetti

VoIP GENERATION

“E.T. Telefono casa”.

Nel Film di fantascienza di Steven Spielberg E.T. L’Extraterrestre del 1982, uno dei film più visti nella storia del cinema, si narra le vicende di un piccolo Extra Terreste (E.T. appunto) che si è perso sul pianeta terra e che vorrebbe tornare a casa. Per mettersi in contatto con la sua astronave madre cerca di inventare un Telefono Interstellare.

Lavorando nel mondo della Telefonia IP mi fa sempre un certo effetto sentire il piccolo Extraterrestre che dice “E.T. Telefono Casa” e che vede il telefono come lo strumento che può fargli varcare lo spazio e farlo tornare sul suo pianeta di origine.
Rivedendolo oggi a distanza di 33 anni da quando è uscito questo film per bambini, fa tenerezza pensando a tutti gli effetti speciali con cui oggi sono costellati i film attuali: 3D, HD, computer grafica, digitalizzazione, etc.
Ma c’è una cosa che mi colpisce ancora di più nel film: la grande capacità che hanno i ragazzi nel capire questo essere spaziale, venuto non si sa da dove, capire la sua diversità, la sua modernità, ed accettarla.
Loro non hanno paura di quello che non conoscono, non hanno paura di accogliere nella propria camera un extraterrestre, gli sembra normale telefonare oltre le stelle, o addirittura nella scena più poetica del film, che Spielberg rubò a quel capolavoro di Vittorio De Sica, Miracolo a Milano, volare a bordo di una bicicletta con un Extraterrestre nel cesto di vimini e con una luna gigante come sfondo.
Ecco i giovani sono già pronti.
Quando arriva una nuova tecnologia sono già pronti ad usarla. Se arrivano le Chiamate VoIP su WhatsApp o Instagram cambia il sistema di messaggistica, o Google cambia il logo sono i primi ad accorgersene, ad usarle, a fare il passaparola. I giovani che lavorano nella mia azienda mi raccontano le novità e le aziende che collaborano con noi sono spessissimo fatte di giovani e ci trasmettono a noi scoperte del nostro stesso mondo.

Sono la generazione nativa digitale, la generazione che non ha paura dei cambiamenti e delle novità perché sono abituati ai cambiamenti, sono la generazione che trovano le risposte su internet, che le condividono, che aumentano la coscienza collettiva, sono la generazione che vivono già nel futuro e che spesso non capiscono le burocrazie e le procedure del mondo dei parrucconi.

Sono la GENERAZIONE VOIP.
Quella che al posto di far passare le chiamate in analogico come faceva Meucci lo fa attraverso l’Internet Protocol. In questo momento in Italia solo il 27% della telefonia passa dall’IP: quando questa nuova generazione, abituata a chat, videochiamate, social, sarà ai posti di comando, spazzerà via la vecchia telefonia, con un sorriso, perché è talmente evidente che il mondo deve essere IP che per loro sarà naturale.
voip-generation2
Noi, che non siamo abituati a stare a guardare cambiare il mondo senza cambiare anche noi, ci piace far parte di questa nuova generazione e stiamo lavorando a nuove idee e nuovi servizi. Il primo che vedrà la luce, sarà la connettività che lanceremo a breve. E non una tipologia di connettività vecchia ma quella di NUOVA GENERAZIONE, che sia su Fibra dove arriva la copertura, sia che sia su cavo, lanceremo ADSL ancora più performanti e stabili che aiuteranno la diffusione del mondo IP, del VoIP e della Generazione VoIP
I primi test hanno dato esito positivo e ora siamo pronti per lanciare il servizio in maniera definitiva.
Siamo convinti che saranno pronti anche i nostri partner che già sono abituati a volare su una bicicletta con un extraterrestre nel cesto di vimini, e con lo sfondo una luna gigantesca.

– Simone Terreni –

 E.T.

Note: Se volete avere informazioni sulle nostre nuove ADSL potete chiamare dal lunedì al Venerdì dalle ore 9 alle ore 13 e dalle 14 alle 18 il nostro reparto Commerciale allo 0550935400.
Video: Se volete vedere on line il film di E.T. L’Extraterrestre lo trovate a questo link E.T..

VoipVoice camaleontica di Parminder Kaur

“Dobbiamo diventare il cambiamento che vogliamo vedere.” Alle belle parole di Gandhi aggiungo  che cambiare significa anche adattarsi a tutte le situazioni che troveremo nel percorso della nostra vita personale e quella lavorativa.

Io sono Parminder Kaur, nata in India 27 DSCF2135anni fa e vivo in Italia da circa 15. Sinceramente prima di 5 anni fa, quando ho cominciato a lavorare per la VoipVoice, non avrei mai pensato di trattare VoIP. Anche se in India c’è una specie di Silicon Valley americana, che produce tanti tecnici informatici, io ero estranea a questo mondo fino al 2010. Un’indiana al reparto tecnico è proprio il colmo! Infatti alla VoipVoice mi occupo di questo aspetto e sono la responsabile del reparto Supporto Tecnico.

Il mio lavoro è molto dinamico perché quando entro al lavoro la mattina, alle 9:00 suona il telefono, non so mai che tipo di richiesta può arrivarmi. Ci possono essere richieste di diverso tipo con diverse tipi di priorità. La situazione può cambiare in qualsiasi momento della giornata e proprio per questo devo mantenere la calma e la concentrazione per svolgere il mio lavoro correttamente ogni giorno. Come la mascotte della mia azienda, il camaleonte Pascal, mi adatto alla situazione cercando di trovare la soluzione giusta ad ogni segnalazione che mi si presenta.

La Customer Care è fondamentale per il mio reparto perché dobbiamo soddisfare le esigenze del nostro cliente che per noi è il nostro rivenditore. Durante il primo contatto provvediamo alla raccolta di informazioni per passare la segnalazione a chi di dovere in base alla segnalazione ed i prodotti indicati.

La prima cosa che facciamo sempre è quella di fare delle prove iniziali presso la nostra sede per smistare la segnalazione in base alla situazione che può presentarsi o sulle nostre linee o sulla configurazione degli apparati installati.

Nel primo caso apriamo un ticket al nostro reparto tecnico che provvede già da subito alle dovute verifiche. Nel 2014 abbiamo aperto 656 ticket su circa 7000 numerazioni e con una media di 9 ticket settimanali. Nel secondo semestre i ticket sono diminuiti dello 30%. Inoltre 4 volte l’anno siamo arrivati a 0 ticket!

customer-care

Nel secondo caso invece ci avvaliamo della nostra assistenza tecnica esterna solo su prodotti certificati che risponde in giornata tramite interventi congiunti con i nostri partners dando assistenza gratuita. Collaboriamo con alcune aziende del settore, molto esperte nel VoIP: nel 2014 abbiamo effettuato mensilmente una media di 20 interventi.

L’assistenza di un nostro tecnico esterno, oltre ad una soluzione veloce, serve anche per guidare i nostri nuovi rivenditori verso una configurazione giusta, con qualche diritta in più, sul prodotto utilizzato. Per far funzionare il nostro numero non solo devono esserci apparati giusti ma anche una connettività adatta per la voce.

In base alla casistica delle segnalazioni spesso troviamo le stesse situazioni. Per questo prima di aprire un ticket o passare la segnalazione ad un nostro tecnico esterno siamo noi prima di tutto che proviamo a dare un feedback. Facciamo alcune prove specifiche insieme: ad esempio il controllo della correttezza dei parametri (User, Password, Dominio) inseriti o il Codec da impostare nel caso della qualità dell’audio. Inoltre mandiamo dei file di configurazione per maggiori controlli sulla configurazione.

Per ottenere una maggiore qualità del nostro servizio abbiamo introdotto, nel 2014, un questionario online dove c’è la valutazione al nostro reparto ed anche la richiesta di suggerimenti per migliorare la nostra assistenza.

online

I casi più complessi lì troviamo durante la lavorazione delle portabilità. Qui entrano in gioco diversi fattori che sono l’operatore di provenienza, l’Operatore di Primo Livello (che in Italia è Telecom e che gestisce tutte le portabilità) e noi stessi. Diverse volte capita che la portabilità venga rifiutata per i motivi più vari. In alcuni casi finché l’Authority non bonifica la situazione diventa difficile per noi completare la portabilità. Oltre ai continui solleciti alle parti coinvolte abbiamo bisogno dei dati corretti affinché il cliente possa usare le nostre linee il prima possibile.

Nel 2015 il nostro obiettivo è quello di provvedere un’assistenza veloce ma efficace in quanto l’affidabilità delle nostre numerazioni dipende dalla corretta funzionalità di queste.

La parte tecnica sembra una cosa complicata ma nulla può essere più complicato del mio nome: Parminder. Anche se spesso viene scambiato per un nome maschile nelle mail e al telefono c’è bisogno di fare lo spelling, sarà sempre lo stesso nome che risponderà, con un simpatico accento toscano, dall’altra parte del telefono.

Parminder Kaur

Nota: Per qualsiasi informazione e segnalazione tecnica il supporto tecnico e Parminder Kaur sono disponibili dalle 9:00 alle 13:00 e dalle 14:00 alle 18:00 contattando n. 0550935400 o 0550935401. Altrimenti scriveteci al indirizzo mail support@voipvoice.it. Questa mail è sempre attiva. Domeniche e festivi compresi.