Archivi tag: evento VoIP

VoIP DAY Piemonte

Non ci fermiamo mai!

La Settimana scorsa VoipVoice era a Bergamo per il Voip Day Lombardia, questa settimana invece ad accoglierci è stata una regione protagonista dei mercati Italiani in molti settori; la regione dei Savoia, di personaggi storici come Camillo Benso Conte di Cavour. Il Piemonte, patria del buon gianduiotto,  con Torino la città italiana noir per eccellenza, che in sé racchiude storia, misticismo e innovazione.

Ecco il diario di bordo dell’Area Manager Edoardo Ventrelli

“Benvenuti al VoIP Day Piemonte! A due passi dal centro, lo scorso 3 ottobre, VoipVoice ha dato appuntamento a tutti i suoi partner in una giornata dove l’interazione ha fatto da padrona. Entusiasmo, interesse e condivisone: gli argomenti trattati hanno fatto da collante e il nostro evento, totalmente dedicato al VoIP e al mercato delle TLC, è riuscito davvero bene.

Se devo essere sincero – e voglio esserlo- non ci aspettavamo tutto questo; abbiamo sempre avuto l’idea forse un po’ condizionata dai luoghi comuni, che regioni come Piemonte, Veneto, e anche la Toscana stessa dove è nata VoipVoice, fossero regioni un po’ “chiuse”, difficilmente predisposte a proposte di collaborazione esterne. Eventi come questi, come i nostri Voip Day che ci hanno visti impegnati in tutta Italia ci hanno fatto ricredere. E vi assicuro che non c’è cosa più soddisfacente!

E’ sempre bello associare i volti alle voci che noi di VoipVoice sentiamo quasi esclusivamente al telefono. I VoIP Day ci danno l’opportunità di conoscere di persona chi ci sta aiutando a crescere e ad emergere giorno dopo giorno in un mercato in salita come quello delle telecomunicazioni. Conoscere e guardare negli occhi chi ci ha aiutato a creare un vero rapporto di fiducia e lealtà con i nostri Business Partner, questa è una delle cose che ci dà ormai da anni più soddisfazione.

All’ evento eravamo presenti io, Edoardo Ventrelli, come Area Manager Piemonte e Simone Terreni, amministratore delegato VoipVoice. La giornata è stata suddivisa in due parti: nella prima abbiamo spiegato chi siamo, cosa facciamo e come lo facciamo. Qual è la nostra filosofia di business e di partership. Nella seconda invece, dopo un ottimo light lunch, Simone Terreni ha illustrato ai partecipanti i 20 motivi per i quali scegliere il VoIP e cosa voglia dire portare innovazione in questo mercato. La realtà è che siamo noi i protagonisti della Digital Transformation e dobbiamo crederci fermamente, perché se non siamo noi a portare innovazione ci penserà sempre qualcun altro! Abbiamo visto molti partecipanti rispecchiarsi nelle situazioni e nei contesti di cui abbiamo parlato. Ed è lì, in quei momenti che vedo nascere una vera sinergia tra le aziende: vedo comprensione, vedo voglia di cambiare le cose, perché insieme possiamo realmente cambiarle, ampliare il nostro business, le nostre conoscenze e concretizzare gli obiettivi prefissati.

Ce ne andiamo da Torino motivati e soddisfatti per la giornata trascorsa, pronti per tornare a casa, in Toscana, dove tra le meravigliose colline di Vinci, città natale di Leonardo da Vinci, terremo il 10 ottobre il Voip Day Toscana.

Vi aspettiamo numerosi!

“Mettersi insieme è un inizio. Rimanere insieme è un progresso. Lavorare insieme un successo”

(Henry Ford)

 

A cura di Edoardo Ventrelli

 

Di seguito l’album della giornata:

VoIP Day Lombardia

Lombardia, capitale economica Italiana. E’ qui che ha fatto tappa il VoIP Day organizzato da VoipVoice. Siamo al Kilometro Rosso, il Parco Scientifico e Tecnologico di Bergamo, un punto di riferimento per l’innovazione. Il meeting ha regalato anche questa volta grandi emozioni: a raccontarle è l’Area Manager Lombardia André Claude Benin che insieme ad Edoardo Ventrelli ha fatto gli onori di casa.  Martedì saremo in Piemonte! Prima però un assaggio di quello che è successo giovedì scorso. 

“Quando si parla di chilometro e si aggiunge l’aggettivo ‘rosso’ nel nostro immaginario appare subito una Ferrari che sfreccia ad alta velocità in un percorso da brivido per vincere una gara oppure battere un record. La location non poteva essere migliore per far “sfrecciare” VoipVoice verso nuovi successi. E di certo quando abbiamo iniziato a presentare le soluzioni e i nuovi servizi durante il VoIP Day, l’abbiamo fatto con un unico obbiettivo: tagliare il traguardo da vincitori.

Non bisogna andare veloci, bisogna “essere” veloci.

In questo universo fatto di bit il percorso non è rettilineo, anzi è fatto di curve e tornanti, che richiedono tecnica e capacità per essere affrontati più velocemente rispetto alla concorrenza. Dopotutto, tutti sanno andare veloce quando la strada è dritta

Grazie al nostro evento, sempre più aziende e professionisti hanno compreso che il VoIP e le telecomunicazioni digitali sono il futuro.

È però necessaria più divulgazione, più formazione e soprattutto tanta pratica. Abbiamo condiviso coi partner tanti casi di successo differenti tra loro in cui siamo riusciti a dire che “noi sappiamo fare VoIP”. E lo sappiamo fare nel modo giusto!

VoipVoice ha superato queste prove e ha le capacità per superarne molte altre. La chiave è nei partner che devono farsi trovare pronti a raccogliere il guanto di sfida.

I quasi 50 professionisti del settore presenti al VoIP Day Lombardia hanno compreso che è il momento di far parte di questo cambiamento. Grazie alla politica innovativa di supporto all’affiancamento e al networking, è possibile essere parte integrante del cambiamento.

La giornata è trascorsa veloce, i temi affrontati hanno fornito spunti importanti. L’aria che si respirava era di rivincita verso chi, oggigiorno, nel settore, “usa” i clienti solo per fare numeri e raggiungere il budget a scapito di servizi scadenti e tranelli contrattuali.

VoipVoice è qualità: ogni cliente viene gestito con trasparenza e professionalità. L’obiettivo è solo uno, quello ottenere un nuovo caso di successo da mantenere, migliorare e raccontare nel tempo.

A chiusura dei lavori abbiamo approfondito vari aspetti inerenti al VoIP con ogni singolo partner.

La macchina da questo momento è lanciata nella sua corsa! Il team di VoipVoice si sta già impegnando e lo farà sempre di più. Arrivare al traguardo significa vincere questa e tante altre sfide”.

Ecco l’album dell’evento:

Intervista a Emiliano Papadopoulos di Allnet.Italia

Fino ad oggi abbiamo voluto giocare, per conoscere i nuovi pareri di coloro che della tecnologia ne sono i portavoce, con alcuni dei vendor che producono soluzioni IP-Voice a livello Emiliano Papadopoulosinternazionale. Oggi abbiamo voluto intervistare Emiliano Papadopoulos, CEO di Allnet.Italia, per conoscere un altro punto di vista in questo panorama IT, quello dei distributori. Andiamo a conoscerlo.

Ciao Emiliano, grazie innanzitutto per la tua disponibilità. Partirei con qualcosa di personale: come sei approdato al mondo dell’ICT?

Come tante storie precedenti alla nostra, la passione per l’ICT parte dai primi anni adolescenziali con l’approdo dei primi personal computer di cui allora l’Italia era protagonista. Nonostante una formazione di estrazione economica ed il fatto che i primi lavori fossero in ambiti completamente diversi, complice il boom di fine anni ‘90, abbiamo sempre cercato un’occasione per creare qualcosa nel mondo informatico. Essa si è presentata tramite una vecchia amicizia sin dagli anni ‘80 con il proprietario di ALLNET Gmbh.

Quali sono le relazioni con ALLNET Germania e quali i punti comuni nel modo di fare business?

ALLNET.ITALIA e ALLNET Gmbh sono due aziende indipendenti ed autonome l’una dall’altra. Tuttavia esiste una consolidata alleanza strategica declinata in diversi modi.  Italia e Germania sono due paesi molto distanti in termini culturali, economici e finanziari, per cui abbiamo subito intuito che avremmo dovuto trovare il nostro modello di business cercando di declinare le migliori caratteristiche della cultura tedesca adattandole al nostro contesto.  Abbiamo sempre ritenuto che la multiculturalità fosse un valore importante nel contesto europeo e che se fossimo riusciti a trovare un metodo tra paesi apparentemente distanti come la Germania e l’Italia avremmo potuto ottenere ottimi risultati fondendo il meglio delle due culture. È una relazione che funziona in modo bidirezionale per il bene comune.

Cos’è per te il VoIP?

Il concetto di VoIP, nonostante all’inizio fosse inteso per noi come tutte quelle tecnologie atte a sfruttare la rete IP per veicolare esclusivamente la voce, si sta ora evolvendo nelle Unified Communication dove vengono inglobati anche la messaggistica istantanea, il Video, la mobilità ecc. con più attori, diverse tecnologie e con schemi di architettura più o meno complessi.Allnet.Italia

Qual è il segreto che Vi ha fatto diventare leader in una categoria così articolata come il VoIP nella distribuzione di soluzioni?

Non credo ci siano segreti particolari nel successo di un’azienda se non un insieme di cose. Ci sono solo alcuni importanti ingredienti che sono universali. Il valore delle persone, la lealtà verso i partner, clienti e fornitori, alti valori etici, la passione per l’innovazione, principi finanziari sani ed un modello di business ragionato e implementato con meticolosità.  La BU VoIP o UC, come oggi viene definita in senso ampio, è stata aperta nel 2004 ed abbiamo subito compreso le potenzialità e l’effetto dirompente che avrebbe avuto nelle telecomunicazioni nelle sue varie declinazioni (Open, Legacy, Cloud ecc…). Una volta definito quali potessero essere gli sbocchi tecnologici, abbiamo stretto accordi con i vendor che, in termini di capacità innovativa e tecnologica, abbiamo ritenuto potessero essere vincenti nel futuro prossimo.

Quando si parla di distribuzione si cita sempre l’espressione “a valore aggiunto”, ma come definisce Allnet questo valore aggiunto?

Il valore aggiunto per noi, oltre i classici termini intesi come la logistica integrata, il supporto pre e post vendita, la formazione e certificazione per conto dei vendor ed il marketing, sta nella costante innovazione declinata in una metodologia per comprendere i trend tecnologici emergenti ed uno scouting continuo per individuare i protagonisti tecnologici del domani.  Il passo successivo è quello di lavorare insieme a loro per costruire soluzioni di successo. Nel fare questo diamo molta importanza alla sperimentazione preventiva delle tecnologie e la formazione del nostro personale.

Siete stati pionieri nel creare un vero e proprio “Evento VoIP” negli anni passati, quest’anno avete voluto dare una svolta portando a due giorni l’evento ed organizzando un’agenda piena di interventi con tematiche ben precise. Puoi raccontarci meglio il valore di ICT Solutions che si svolgerà il prossimo 12 e 13 maggio a Bologna?

ALLNET.ICT Solutions AllnetITALIA è un’azienda con 5 Business Unit di cui le UC sono solo una di essa. Le altre sono la SICUREZZA informatica e fisica, il NETWORKING, Wired e Wireless, I DATA Center ed il cloud ed infine “More” dove concentriamo le tecnologie emergenti come l’IoT ecc. Oggi per differenziarsi dal mercato è sempre più importante sapere costruire soluzioni. Molti dei nostri clienti come attività principale non hanno esclusivamente la telefonia, ma dovendo questa lavorare sopra un’infrastruttura di rete adeguata offrono anche gli apparati ed i servizi ad essi connessi. Del resto stiamo vivendo nell’era della convergenza e tutto passa sull’IP. Il valore del ICT solutions day è appunto quello di fornire una finestra di due giorni sulle tecnologie emergenti e lo stato dell’arte attuale.  Rappresenta inoltre un’occasione importante per fare rete e trarre spunto dal confronto tra settori tecnologici paralleli e convergenti con opportunità di ampliare il proprio business.

Un tuo parere, sincero, di quello che succederà nei prossimi cinque anni nell’ICT?

In questa fase stiamo vivendo la terza rivoluzione industriale nella quale vediamo consolidarsi diversi trend. Il cloud, l’IoT, la mobilità sono solo alcuni trend che creeranno una serie di opportunità per chi saprà coglierle e costruirci un modello di business sostenibile. Indubbiamente ci sarà però nel canale anche una parziale disintermediazione modificando alcuni equilibri consolidati dovuto all’effetto dirompente del cloud. Il mondo futuro, a nostro parere, premierà quegli attori che avranno saputo costruirsi le giuste competenze ed avranno avuto un forte spirito innovatore oltre che costruito le partnership adatte per affrontare il mondo del domani. Vendor, distributori e clienti devono lavorare insieme per creare un ecosistema integrato adatto ad affrontare le sfide future. Il valore della squadra sarà come sempre quello premiante.

Silenzio. Un punto di riflessione nelle parole di Emiliano che, non so se avete notato, si esprime sempre con il “NOI”. Anche quando parla di sé mette sempre al suo pari tutto il suo gruppo. Ecco, guardando tutto il team di Allnet.Italia, dal reparto marketing, al commerciale fino ad arrivare agli specialisti della BU, capisco perché sono considerati tra i migliori esponenti a livello nazionale nella fornitura di soluzioni IT. Quando si dice “l’unione fa la forza!”, queste ne sono le prove. Sentirsi parte di un team e non un componente indipendente o superiore aiuta a realizzare un modello di Business vincente.

A cura di Samuel Lo Gioco

L’evento ICT Solutions di Allnet.Italia si svolgerà il 12 e 13 maggio a Bologna presso il Savoia Hotel Regency.

Per partecipare clicca QUI