Archivi categoria: Connettività

Modem libero e prove tecniche per un futuro migliore

Perché si parla tanto in questi giorni di modem libero e cosa significa?

É iniziato tutto con la delibera 348/18/CONS del 18 luglio 2018 – meglio nota come “modem libero”. Con questa delibera l’Autorità per le Garanzie nelle Comunicazioni (Agcom) dopo lunghissime consultazioni con i soggetti interessati si era già espressa in favore del diritto per tutti gli utenti finali italiani a poter “utilizzare apparecchiature terminali di accesso alla rete di loro scelta”.

Era in sostanza una dichiarazione a favore della libertà di scelta del modem ed un naturale adeguamento ai regolamenti europei. Come era facilmente prevedibile tutte le grandi compagnie, Tim in primis, hanno fatto una richiesta di sospensiva cautelare al Tar del Lazio, che però proprio in questi giorni l’ha bocciata in favore del ‘’modem libero’’ .

Il Tar dovrà prendere nel prossimo futuro anche altre decisioni, dato che oltre a TIM hanno fatto ricorso anche Fastweb e Vodafone, ma non se ne riparlerà prima di ottobre 2019.

In buona sostanza dopo il 31 dicembre ci sarà quindi libertà di modem per tutti gli utenti italiani, almeno fino a decisione contraria!

In Italia, a differenza di tutto il resto d’Europa, il tema è stato affrontato con molta circospezione e lentezza. Per troppo tempo il mancato rispetto di regole base come la libertà di scelta del router e la mancata fornitura delle linee VoIP in formato standard hanno generato un forte sbilanciamento del mercato. La conseguenza è stata che per più di un decennio il settore TLC italiano ha marcato un netto contrasto con la tendenza e gli standard europei che miravano invece alla liberalizzazione.

L’onere e l’onore di evitare un freno all’innovazione tecnologica è rimasto per tutto questo tempo nelle mani di pochi soggetti più coraggiosi ovvero le piccole e medie realtà del settore TLC italiano come noi di VoipVoice che ogni giorno noncuranti di tutto questo abbiamo sempre lottato in favore del cambiamento e dell’innovazione.

La conferma della delibera 348/18/CONS è quindi per noi davvero un’ottima notizia e lo è in generale per tutto il settore delle Telecomunicazioni VoIP italiano dove, fino ad oggi, l’obbligo di un modem proprietario vincolava, di fatto, la fruizione dei servizi VoIP in standard aperto.

Per esemplificare, fatte le dovute proporzioni con il mercato delle connessioni mobili, è come se acquistando una SIM, un operatore imponesse al consumatore un determinato modello di smartphone, e – visti i prodotti attualmente offerti  – nemmeno di altissimo livello.

Il motivo è semplice, fino ad oggi le grandi compagnie hanno bloccato in ogni modo possibile eventuali accessi diretti alla rete ed in questo modo si sono purtroppo perse alcune funzionalità chiave quali ad esempio quelle legate al VoIP.

Come Provider VoIP Business ci troviamo troppo spesso a dover risolvere tutta ad una serie di problematiche sui router ‘’blindati’’ degli operatori (segnalate dai nostri Partner installatori e System Integrator) relative non tanto alla qualità delle nostre linee VoIP ma bensì ad esempio alla presenza di SIP ALG (ovvero i famigerati algoritmi studiati ad arte per inibire le comunicazioni VoIP di parti terze) con il risultato di non poter utilizzare correttamente i centralini VoIP con le soluzioni di un comune Provider VoIP.

Come se tutto ciò non bastasse, fanno parte della nostra quotidianità le segnalazioni relative all’impossibilità di utilizzare meccanismi di QoS (che servono a governare e dare priorità al traffico Voce), limitazioni a livello di NAT ed a livello di funzionalità di Routing, impossibilità di agire sui DNS manualmente, impossibilità di fare due sottoreti separate, carenze e vulnerabilità a livello di sicurezza e potrei continuare ancora a lungo.

In tutti questi anni, per ovviare a tutte queste segnalazioni e sostanziali limitazioni nelle performance e nel pieno controllo dell’apparato modem/router, la risposta di VoipVoice è sempre stata solo una: utilizzare una LINEA DATI NAKED ed un ROUTER LIBERO!!!

Questo è da sempre il nostro slogan e oggi siamo fieri di poterlo gridare a voce ancora più alta perché finalmente qualcosa si sta muovendo nella giusta direzione.

Si sta profilando all’orizzonte una concreta ipotesi di rivoluzione del settore delle telecomunicazioni VoIP e VoipVoice ne è parte integrante.

Ebbene si, siamo orgogliosi di essere un’azienda italiana sana, trasparente ed in forte crescita ma soprattutto siamo fieri di essere un Provider VoIP rivoluzionario!!!

I nostri interrogativi e dubbi sono ancora molti visto che non sappiamo ancora in che modo le maggiori compagnie italiane si adegueranno a questa novità.

Insomma, la guerra non è ancora finita, ma la prima battaglia si è conclusa con successo.

É stata lunga ed estenuante ma è stata vinta da quei soggetti più meritevoli che seppur piccoli hanno saputo resistere alle avversità del mercato grazie al loro coraggio alla loro trasparenza ed alla loro voglia di innovazione.

La nostra adrenalina è dunque alle stelle perché il nostro nuovo anno zero inizierà a gennaio 2019 quando finalmente la libertà di scelta entrerà in vigore anche nel campo delle telecomunicazioni italiane!

Stay tuned!

A cura di Arturo Testi, Area Manager Centro Italia

Rassegna Stampa VoipVoice a SMAU Milano 2018

SMAU Milano, la principale fiera di riferimento per il settore ICT, è stata un grande successo per VoipVoice che, forti dell’energia e del sorriso, ha distribuito ben oltre 1.000 energy drink #ENERGYVOIP “Dai Forza al tuo Business!” ma soprattutto ha presentato l’ultimo servizio di connettività su ponte radio, VoipAir!

Qui trovate la rassegna stampa completa – ma in continuo aggiornamento!

www.bitmat.it/blog/news/79739/grande-successo-di-pubblico-per-voipvoice-a-smau-milano 

www.datamanager.it/2018/10/tutto-esaurito-per-voipvoice-allo-smau-milano/ 

www. tecnogazzetta.it/news/2018-10-26-tutto-esaurito-per-voipvoice-allo-smau-milano.html

ww.datamanager.it/2018/10/voipvoice-quando-il-wi-fi-risolve-il-digital-divide

www.gonews.it/2018/10/26/voipvoice-smau-milano-oltre-mille-visitatori-alla-fiera

Abbiamo Liberato il Modem!

ABBIAMO LIBERATO IL MODEM!!!
Ognuno ha le sue battaglie da combattere.
E noi di VoipVoice da anni, insieme a tanti altri operatori di settore, partner e amici, ne stavamo combattendo una sulla possibilità di liberalizzare il diritto di scegliere il proprio Router!

Finalmente l’AGCOM, il garante per le Telecomunicazioni, con la delibera 348/18/CONS, ha confermato in questi giorni il sacrosanto diritto degli utenti di scegliere liberamente i terminali di accesso ad Internet da postazione fissa. Al tempo stesso essa definisce specifici obblighi per gli operatori, finalizzati a garantire scelte consapevoli e informate da parte dei consumatori finali.

Trovate QUA il testo integrale della delibera.

MAI PIÙ PALETTI!! Saranno gli utenti a scegliere.

Per anni siamo andati a giro per l’Italia a combattere questa battaglia.
Il cliente NON deve avere il Router in comodato d’uso dal fornitore dell’Adsl. IL ROUTER DEVE ESSERE DI PROPRIETÀ DEL CLIENTE. Punto! Molti operatori, imponendo invece direttamente loro l’apparato, hanno inibito il traffico VoIP, mandato aggiornamenti non richiesti, chiuso le porte di accesso. Poi, la conseguenza era che la voce non andava, internet era lento e i clienti esposti a rischi di attacchi informatici.

Vinta la battaglia, siamo soddisfatti di questo risultato, ma non paghi!

Infatti è stata vinta UNA battaglia ma non la guerra. Vediamo perchè:

  1. Prima di tutto il numero di router che gestiscono i collegamenti dei clienti dei grandi operatori sono talmente tanti che sarà un’impresa cambiarli tutti o solo una parte in breve tempo. Quindi la situazione non cambierà velocemente. Ci impegneremo.
  2. Per esperienza questi grandi operatori, consigliati da fior fiori di esperti ed avvocati, troveranno qualche trucco per aggirare la delibera. Lo hanno già fatto varie volte in passato. Mi aspetto lo facciano anche stavolta. Vigileremo.
  3. Dovremo fare uno sforzo tutti quanti per diffondere questa notizia e informare installatori e clienti di questo cambiamento epocale per il settore delle TLC (Telecomunicazioni). Educare e informare. Comunicare in maniera efficace questa nuova delibera. Ci proveremo.

Queste sono altre battaglie che combatteremo e che proveremo a vincere facendo con impegno la nostra parte. Per ora siamo contenti di questo risultato, festeggiamo e lanciamo liberi in aria i nostri Modem/Router!!!

W IL MODEM LIBERO! W LA LIBERTÀ DI SCELTA!

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

A cura di Simone Terreni.

 

Diario di bordo: SMAU Bologna 2018

Si è appena conclusa la due giorni di SMAU BOLOGNA 2018. La città ci ha accolti con il sole per la seconda tappa del Roadshow Smau, l’evento di riferimento nei settori innovazione e digitale per le imprese e i professionisti italiani. Un momento scelto da imprenditori, manager, aziende e pubbliche amministrazioni per crescere e aggiornarsi.

Padiglione 33  Stand E23: siamo pronti a accogliere le persone che si fermeranno al nostro stand offrendo loro una bottiglietta d’acqua e un sorriso, in modo da metterli subito a proprio agio, dare loro la possibilità di spiegarci di cosa si occupano e, soprattutto fornirgli informazioni sui nostri servizi. La cosa che ci accomuna è semplice: la passione per l’innovazione!

Parlando di innovazione appunto, noi ci mettiamo del nostro: per cercare di essere sempre al passo con i tempi, abbiamo deciso di presentare proprio in questa occasione il VoipSat – Connecting Everywhere, la nostra nuova CONNETTIVITA’ SATELLITARE!

Con questa soluzione vogliamo mettere in primo piano l’esigenza dei clienti che sono in zone non ancora raggiunte da connettività su cavo! Per noi è molto importante raccogliere e sviluppare le richieste dei nostri partner, che essendo presenti su tutto il territorio nazionale, hanno delle esigenze svariate e si interfacciano con più realtà business. Come sempre ce la mettiamo tutta per portare innovazione tecnologica e colmare il più possibile di Digital Divide.

Durante SMAU, i nostri partner emiliani ne hanno approfittato per passare a trovarci e, tra scambi di idee e strette di mano con i potenziali nuovi collaboratori interessati alla realtà ed ai servizi VoipVoice, allo stand si sono creati dei veri e propri momenti di networking.

SMAU è da sempre sinonimo di grande afflusso di partecipanti: sono circa 130 le aziende che espongono, in gran parte Start Up. E’ un bagno di conoscenza e di scambio di idee, tra gli stand si aggirano tanti curiosi ed amanti del mondo digitale, relatori che hanno tenuto Workshop interessanti legati al mondo dell’innovazione digitale e alla ricerca e raccontato storie di successo, quelle delle eccellenze del territorio italiano. E anche noi ci siamo!

Nello spazio dedicato al Live Show introdotto da Pierantonio Macola, Presidente di SMAU, Annamaria Pugliano, Area Manager VoipVoice Sud Italia, ha avuto modo di partecipare all’ “Unplugged” e allo “Speed Pitch“, spiegando in 90 secondi i tratti distintivi di VoipVoice, fiore all’occhiello per la Connettività e per il VoIP.

Tantissime le idee emerse durante gli interventi, così come i professionisti alla ricerca di collaborazioni ed opportunità di business. Spazio anche all’approfondimento su un tema davvero attuale, legato all’Industria 4.0, soprattutto Bologna è stata l’unica tappa che ha presentato il R2B, ospitando più di 200 delegati da 18 Paesi per i B2B di Innovat&Match, delegazioni istituzionali da Cina, Israele e Brasile. Circa 200 espositori hanno arricchito l’offerta in fiera, insieme a diversi progetti speciali e si sono tenuti convegni e Workshop sui seguenti temi:

SMAU è proprio una fucina di idee e progetti di innovazione e come sempre torniamo carichi ed entusiasti da questo evento, portandoci dietro la consapevolezza di fare parte di quel settore che, in ogni momento e con ogni mezzo, cerca di promuovere al massimo la Digital Transformation! Ciao SMAU, ci vediamo ad ottobre a Milano.

Matteo Martellacci

Come di consueto, un piccolo reportage fotografico e la canzone “mood” della nostra due giorni bolognese:

 

VoipSat! Connecting EveryWhere

Quando lo scrittore di fantascienza Arthur C. Clarke nel 1945 scrisse sulla rivista scientifica Wireless World l’articolo dal titolo: Can Rocket Stations Give Worldwide Radio Coverage? (“Possono le stazioni razzo fornire una copertura radio mondiale?”) nessuno avrebbe pensato che il mondo, grazie ai Satelliti, sarebbe cambiato profondamente.
In quell’articolo l’autore di The Sentinel, il racconto che avrebbe poi fatto da embrione per la sceneggiatura di 2001 Odissea nello Spazio di Stanley Kubrick, uno dei film più importanti della fantascienza cinematografica, ipotizzò che i satelliti geostazionari potessero essere il sistema ideale per le Telecomunicazioni.

L’Orbita Geostazionaria (https://it.wikipedia.org/wiki/Orbita_geostazionaria) è un’orbita circolare situata ad una altezza tale che il periodo di rivoluzione di un satellite che la percorre coincide con il periodo di rotazione della Terra.

Non solo Clarke la ipotizzò, ma la calcolò. La Fascia di Clarke, chiamata proprio in suo onore, si trova a 35.790 km dalla superficie terrestre e un satellite che la percorre si muove a circa 11-000 Km/h. Per un osservatore a terra è come se il satellite fosse fermo sopra di lui. Quindi è stato proprio grazie a questo immenso scrittore che oggi possiamo vedere una partita in mondo visione, usare i telefoni, usare i GPS nei nostri navigatori (https://it.wikipedia.org/…/Sistema_di_posizionamento_globale).

Inoltre, tre satelliti spaziati di 120° possono (con qualche sovrapposizione) coprire l’intera circonferenza del pianeta; in questo caso i messaggi potrebbero essere anche scambiati tra i satelliti (inter-satellite link), o attraverso un doppio hop a terra, rendere possibile una comunicazione diretta tra due qualsiasi punti del globo.

Il primo Satellite, lo Sputnik, sarebbe stato lanciato in Orbita solo nel 1957, e la Luna sarebbe stata calpestata solo nel 1969.
La serie Syncom fu il primo sistema di comunicazione satellitare geostazionario ed iniziò nel 1963, poco meno di 20 anni dopo la concezione dell’idea da parte di Clarke.
Il primo satellite geostazionario commerciale fu Intelsat I, sviluppato da Comsat per Intelsat (1965-1969).

Le prime comunicazioni regolari tra USA e Europa iniziarono il 28 giugno 1965, data di nascita delle comunicazioni satellitari commerciali. Nel 1979 venne fondato il sistema di comunicazioni INMARSAT, destinato alle comunicazioni marittime.

Vari sono gli utilizzi dei satelliti:

La rete satellitare è una rete di Telecomunicazione a radiofrequenza per la comunicazione a distanza di informazione attraverso collegamenti radio satellitari fra stazioni ricetrasmittenti a terra e Satelliti Artificiali in orbita sotto forma di Ponti Radio satellitari, radiodiffusioni, telediffusioni e sistemi di radiolocalizzazione e navigazione. Esse trovano oggi ampia applicazione nel campo delle Telecomunicazioni (Telefonia, TV e Telematica), nella navigazione marittima e nel campo militare.

Uno degli utilizzi dei satelliti che ha preso sempre più campo negli ultimi anni è INTERNET SATELLITARE.

Questo tipo di connessione sfrutta l’utilizzo di uno speciale modem satellitare e un’antenna parabolica puntata su un Satellite Geostazionario. La qualità delle connessioni e la Velocità massima raggiungibile restano nettamente inferiori rispetto all’ADSL terrestre e inoltre il costo risulta significativamente superiore. Il principale vantaggio costituito dalla connessione satellitare è che rappresenta un servizio disponibile OVUNQUE in ogni angolo del pianeta in virtù della copertura da parte delle Reti Satellitari. È per questo considerata una delle possibili soluzioni al problema del digital divideUsi tipici sono quelli relativi ad emergenze in posti non coperti da ADSL tramite postazioni mobili o in zone inospitali della Terra come deserti e oceani ad uso di giornalisti, viaggiatori, esploratori ecc.

La parabola puntata verso il satellite crea una connessione always-on come l’ADSL su cavo. Le connessioni possono essere monodirezionali o bidirezionali. Nel secondo caso avviene uno scambio dati continuo in download e in upload. Sia la connessione monodirezionale che quella bidirezionale, hanno la latenza elevata nettamente superiore all’Adsl terrestre. Un ping satellitare impiega circa 500ms contro i meno di 30ms terrestri. Applicazioni che necessitano di bassa latenza, come la voce su IP, ne risentono molto mentre applicazioni per scaricamento/upload di dati ne risentirebbero molto meno in quanto una volta iniziato il trasferimento i pacchetti si susseguono senza che la latenza abbia ad impattare.

VoipVoice è lieta di presentare VoipSat, il suo nuovo servizio di connettività satellitare che permette alle aziende clienti di avere un accesso Internet in banda larga satellitare.

VoipSat è pensato principalmente per tutte quelle utenze business che sono localizzate in aree geografiche non raggiungibili dalla classica banda larga. Grazie all’impiego di una tecnologia satellitare garantita infatti, anche le zone più impervie potranno essere raggiunte.

VoipSat è attivabile con diversi profili a seconda delle esigenze dell’azienda cliente:

VoipSat BRONZE                                                 30/6 25 GB/mese
VoipSat SILVER                                                        30/6 40 GB/mese
VoipSat GOLD                                                              30/6 100 GB/mese
VoipSat PLATINUM                                        30/6 200 GB/mese
VoipSat DIAMOND                                           30/6 500 GB/mese

Al fine di essere sempre più competitivi e di dare un servizio migliore e più completo ai nostri partner anche noi da oggi ci avventuriamo nella trasmissione satellitare dei dati. Oggi noi siamo riconoscenti a Clarke e a tutti quegli ingegneri e tecnici che hanno contribuito a rendere il nostro mondo più bello e più piccolo con le comunicazioni spaziali.

A cura di Simone Terreni
Managing Director VoipVoice


Per maggiori informazioni riguardo alla connettività satellitare VoipSat, i relativi costi di attivazione e canone mensile, è possibile contattare il nostro Reparto Commerciale dal lunedì al venerdì dalle ore 9:00 alle ore 12:30 e dalle ore 14:00 alle ore 17:30 al numero 055 0935400 oppure all’indirizzo mail commerciale@voipvoice.it.

Diario di Bordo: SMAU Padova 2018

Il 22 e 23 marzo il centro PadovaFiere ha ospitato la prima tappa del 2018 del Roadshow SMAU, la principale fiera italiana dedicata all’innovazione tecnologica, un evento che ha portato professionisti, esperti ed appassionati del mondo ICT ad incontrarsi.

La novità di questa edizione di SMAU sono i Percorsi dell’Innovazione, un servizio dedicato alle Pubbliche Amministrazioni locali, che permette di conoscere i casi di successo di imprese ed enti nel proprio territorio, incontrare i principali partner che promuovono l’innovazione nei settori del Turismo, Servizi, Commercio e Smart Communities.

Durante questi due giorni abbiamo potuto notare come la Regione Veneto sia in forte espansione, tante sono state infatti le start up e le nuove realtà imprenditoriali presenti che hanno presentato la propria idea di innovazione oltre a prodotti e servizi. In fondo lo scopo di SMAU è anche questo: creare incontri, fare networking, permettere il collegamento di idee diverse per arrivare a soluzioni sempre più innovative nel campo dell’Information & Communication Technologies. Per permettere questo incontro, quest’anno gli organizzatori hanno trovato una nuova formula dove i partecipanti interessati a determinate realtà vengono accompagnati ai vari stand per conoscere e scoprire nel dettaglio tutti quelli che sono i servizi e i prodotti delle aziende selezionate.

Anche noi di VoipVoice seguiremo SMAU per tutte le tappe italiane portando non solo il nostro sorriso e entusiasmo, ma anche tutte le novità relative ai nostri servizi VoIP e Connettività!

La tappa di Padova è stata infatti il trampolino di lancio per presentare pubblicamente le nostre nuove connettività in Ultrabanda:

  • la Fibra 200 Mega, una FTTC ai massimi livelli di velocità;
  • la FTTH, letteramente “Fiber-to-the-home“, la fibra che arriva direttamente presso l’azienda cliente, con vari tagli disponibili a seconda delle esigenze e della copertura;
  • la Fibra Dedicata, una connettività a progetto per l’azienda cliente, una soluzione unica point-to-point e su misura.

Non solo connettività ma anche VoIP! Oltre ad aver elaborato dei listini ancora più competitivi, in questi giorni abbiamo lanciato la Segreteria Telefonica per numeri VoIP, un servizio che permette di ricevere una mail contenente il messaggio vocale della persona che stava cercando il numero chiamato al quale non è stata data risposta oppure che era momentaneamente non registrato.

Nuovi servizi e quindi.. un nuovo gadget! Dopo il grande successo del coffee-to-go, dopo il PopVoIP,  quest’anno VoipVoice cambia stile e, visto che in fiera siamo sempre in movimento e non manca mai la possibilità di parlare con persone e spostarsi da uno stand all’altro, cos’altro potevamo offrire se non ACQUA?! Quindi.. Refresh Yourself, #drinkvoip! A Padova abbiamo offerto 160 bottigliette di acqua, non male come primo inizio no?!

Con il nostro consueto entusiamo e sorriso, vi diamo appuntamento alla prossima tappa di SMAU: Bologna il 7 e 8 Giugno!

 

Matteo Martellacci

Come di consueto, un piccolo reportage fotografico e la canzone “mood” della nostra due giorni padovana:

 

Perché passare alla Fibra

Qual è la nazione più “veloce” al mondo?
In quale paese la media della velocità della Banda Larga è la più elevata?
La piccola nazione asiatica di Singapore con una media di 154Mbps in download batte tutti. Seguono la Corea del Sud, la patria di Samsung e LG, con 125Mbps, terzo posto per Hong Kong con 117 Mbps, l’Islanda con 110 Mbps e al quinto la Romania con 98 Mbps.

La media mondiale in download è di 40,11 Mbps e in upload di 19,96 Mbps.

E l’Italia?
In questa speciale classifica a colpi di Mega il nostro bel paese si trova al 47esimo posto. Nella nostra penisola la velocità media è di 31,58 Mbps in down e 10,66 Mbps in up. Ben al di sotto della media mondiale.

Già vedo le teste scuotersi sconsolate e le solite battute sulla nostra situazione che è sempre peggiore rispetto alle altre. Invece se vediamo un’altra classifica, quella dell’incremento in un anno, ci sono ottime notizie. La velocità media della nostra Banda Larga, nel 2017 rispetto al 2016, è cresciuta ben del 72,1%.
Se a farla da padrona in questa speciale classifica mondiale tra le nazioni che “accelerano” di più c’è la piccola isola di Reunion (che io sinceramente ho dovuto cercare su Google) con un incremento del 141,5%, l’Italia si piazza a un dignitosissimo settimo posto. Meglio di noi ha fatto solo, oltre a Reunion, Guatemala, Ghana, Perù, India e Panama.
Basta dare un’occhiata alle nostre strade, è tutto un brulicare di cantieri dove le aziende si occupano di portare le nuove autostrade informatiche oppure alzare gli occhi verso le gigantesche pubblicità degli operatori, combattute a colpi di Mega. Basta dare un’occhiata a queste strade dicevo, per accorgersi che sta accadendo finalmente una modernizzazione del nostro paese.

Protagonista di questo cambiamento è la FIBRA.
La tecnologia della Fibra Ottica non è una novità degli ultimi mesi. In verità le nostre principali dorsali sono già in Fibra dal 2004 e il trasporto delle chiamate a livello nazionale è già da anni in VoIP. Con essa si può passare da una velocità di 10 Megabit per secondo (Mbps) al Terabit per secondo (Tbps) . La novità maggiore è il cablaggio dell’ultimo miglio ovvero la cosiddetta FTTx.
FTTx è l’acronimo della locuzione inglese Fiber to the x che indica un’architettura di rete di telecomunicazioni di livello fisico a Banda Larga utilizzante come mezzo trasmissivo la fibra ottica. Sostituisce completamente o parzialmente la rete di accesso locale tradizionale in metallo (il classico doppino di rame).
In particolare due tecnologie si stanno sviluppando:

  • FTTC – Fiber-to-the-cabinet (letteralmente “fibra fino all’armadio”): il collegamento arriva in una cabina esterna molto vicina alla sede dell’utente o al successivo armadio distributore, tipicamente entro 200/300 metri.
  • FTTH – Fiber-to-the-home (letteralmente “fibra fino a casa”): il collegamento in fibra ottica raggiunge la singola unità abitativa, per esempio una scatola sul muro di un’azienda.

Questi collegamenti possono essere ancora considerati cari rispetto a quelli che pubblicizzano in tv. Ma si tratta di collegamenti aziendali, che hanno una stabilità maggiore, una Banda Minima Garantita e un indirizzo IP compreso nel prezzo. Inoltre più la tecnologia si diffonde più il costo di essa diminuirà.

Per noi di VoipVoice il 2018 sarà l’anno della Fibra.
Finalmente la tecnologia che supporta in maniera perfetta il nostro amato VoIP non solo esiste ma si sta diffondendo a una velocità pazzesca. Quindi la litania che il VoIP non funzioni o che non è stabile, che da anni sento ripetermi, sarà spazzata via da questa nuova modalità e finalmente riusciremo a digitalizzare sempre più le telecomunicazioni della nostra nazione.

Ecco che noi abbiamo agito in quattro direzioni e queste sono le novità:

  1. Abbiamo per prima cosa abbassato il listino che avevamo e con il quale commercializzavamo già da tempo la 30, la 50 e la 100 Mega. Tecnologia FTTC. A questo link trovate i nuovi prezzi.
  2. Come secondo step abbiamo lanciato la 200 Mega sempre in tecnologia FTTC. Qua la nostra offerta per la Next Fibra 200/20.
  3. Terza novità la FTTH!!! Finalmente possiamo portare la Fibra direttamente all’edificio dell’azienda. Naturalmente questo dove c’è la copertura. I tagli disponibili sono 50/10, 100/10, 100/100, 200/100 e la 500/100.
  4. Abbiamo infine lanciato la FIBRA DEDICATA! Volete passare all’Ultrabanda dedicata e avere una velocità stabile mai avuta prima?
    Volete illuminare delle zone ancora non servite dalla Banda Larga? Sono soluzioni a progetto per le quali occorre fare una verifica di copertura, come per la FTTH. I tagli disponibili sono: 10/10, 20/20, 30/30, 50/50 e la 100/100.

Il mercato si sta velocemente evolvendo. Si tratta di un cambiamento epocale. Da una parte le aziende e i clienti potranno aumentare in maniera considerevole la loro velocità, riusciranno a migliorare i loro processi aziendali web oriented, rendere più performante il cloud e utilizzare le Unified Communications in maniera efficace. Dall’altra i partner potranno avere finalmente uno strumento in più per vendere i loro prodotti e servizi tecnologici, aumentare il business, rinnovare o sostituire tanti vecchi collegamenti.

Noi di VoipVoice ce la metteremo tutta per aiutare gli uni e gli altri.

di Simone Terreni

Fonti: i dati di questo post sono stati presi da Tom’s Hardware.

Diario di bordo: quarta tappa SMAU | Milano 2017

Giorni intensi, ricchi di emozioni, stancanti ma soddisfacenti. SMAU Milano anche per quest’anno ci ha visti protagonisti, con uno stand sempre più grande ed un gadget sempre più cool!

Il Padiglione 4 di Fieramilanocity lo scorso 24, 25 e 26 ottobre è stato il palcoscenico del nostro SMAU. Ecco il Diario di Bordo!

“54esima edizione: il tema dominante della tre giorni, appuntamento di riferimento per il settore ICT, è stato quello relativo alla trasformazione digitale.  SMAU si muove fra Open Innovation, tecnologie green e internazionalizzazione e con oltre 300 workshop tiene aggiornati imprenditori, startupper e manager sugli argomenti più caldi e dibattuti nel mondo delle telecomunicazioni. Numerosi espositori e molte opportunità di business matching: le distanze tra l’azienda tradizionale e la startup si fanno più brevi, l’una ha bisogno dell’altra, l’una completa l’altra. Le idee fluttuano libere e le occasioni come la fiera milanese alla quale abbiamo partecipato sono utili per conoscersi, per avviare nuovi processi di collaborazione.

Noi ovviamente abbiamo lasciato il nostro segno. Inconfondibile. Con una presenza vivace e carica di energia, sorrisi e scambi di informazione sul VoIP abbiamo accolto al nostro stand centinaia e centinaia di visitatori. Con lo slogan Refresh yourself #drinkvoip abbiamo raggiunto il record delle partecipazioni e abbiamo letteralmente dissetato chi è passato a trovarci; nuovi visitatori, partner storici e potenziali collaboratori. Il nostro gadget di quest’anno non poteva che essere l’acqua (in bottiglietta), limpida, chiara, simbolo della trasparenza, mutevolezza della forma. Proprio come la realtà di VoipVoice!

E’ stato il mio primo SMAU, ma anche la mia prima esperienza in trasferta con VoipVoice. Questa “mia” prima edizione è stata un successo per me anche grazie all’ottima compagnia. Ho condiviso questa avventura con Simone Terreni, Managing Director di VoipVoice, il mio collega Edoardo Ventrelli e l’Area Manager Lombardia Andrè Claude Benin. Grazie di cuore a tutta la squadra per il supporto!

Il bagaglio che mi porto dietro da questi tre giorni all’insegna dello scambio di idee innovative tra colleghi, giorni ricchi di informazioni, di conoscenza del settore e del mercato serviranno come strumento per migliorare tutto il lavoro (ed è tanto!) che ci aspetta per i prossimi mesi.

Abbiamo fatto il pieno, ora siamo pronti a ripartire!”

 

A cura di Mariana Negri Provisioning VoipVoice

Per info:

mariana.negri@voipvoice.it

Num. VoIP: 0550935400

 

Ed ecco  il nostro album fotografico:

 

VoIP Day Lombardia

Lombardia, capitale economica Italiana. E’ qui che ha fatto tappa il VoIP Day organizzato da VoipVoice. Siamo al Kilometro Rosso, il Parco Scientifico e Tecnologico di Bergamo, un punto di riferimento per l’innovazione. Il meeting ha regalato anche questa volta grandi emozioni: a raccontarle è l’Area Manager Lombardia André Claude Benin che insieme ad Edoardo Ventrelli ha fatto gli onori di casa.  Martedì saremo in Piemonte! Prima però un assaggio di quello che è successo giovedì scorso. 

“Quando si parla di chilometro e si aggiunge l’aggettivo ‘rosso’ nel nostro immaginario appare subito una Ferrari che sfreccia ad alta velocità in un percorso da brivido per vincere una gara oppure battere un record. La location non poteva essere migliore per far “sfrecciare” VoipVoice verso nuovi successi. E di certo quando abbiamo iniziato a presentare le soluzioni e i nuovi servizi durante il VoIP Day, l’abbiamo fatto con un unico obbiettivo: tagliare il traguardo da vincitori.

Non bisogna andare veloci, bisogna “essere” veloci.

In questo universo fatto di bit il percorso non è rettilineo, anzi è fatto di curve e tornanti, che richiedono tecnica e capacità per essere affrontati più velocemente rispetto alla concorrenza. Dopotutto, tutti sanno andare veloce quando la strada è dritta

Grazie al nostro evento, sempre più aziende e professionisti hanno compreso che il VoIP e le telecomunicazioni digitali sono il futuro.

È però necessaria più divulgazione, più formazione e soprattutto tanta pratica. Abbiamo condiviso coi partner tanti casi di successo differenti tra loro in cui siamo riusciti a dire che “noi sappiamo fare VoIP”. E lo sappiamo fare nel modo giusto!

VoipVoice ha superato queste prove e ha le capacità per superarne molte altre. La chiave è nei partner che devono farsi trovare pronti a raccogliere il guanto di sfida.

I quasi 50 professionisti del settore presenti al VoIP Day Lombardia hanno compreso che è il momento di far parte di questo cambiamento. Grazie alla politica innovativa di supporto all’affiancamento e al networking, è possibile essere parte integrante del cambiamento.

La giornata è trascorsa veloce, i temi affrontati hanno fornito spunti importanti. L’aria che si respirava era di rivincita verso chi, oggigiorno, nel settore, “usa” i clienti solo per fare numeri e raggiungere il budget a scapito di servizi scadenti e tranelli contrattuali.

VoipVoice è qualità: ogni cliente viene gestito con trasparenza e professionalità. L’obiettivo è solo uno, quello ottenere un nuovo caso di successo da mantenere, migliorare e raccontare nel tempo.

A chiusura dei lavori abbiamo approfondito vari aspetti inerenti al VoIP con ogni singolo partner.

La macchina da questo momento è lanciata nella sua corsa! Il team di VoipVoice si sta già impegnando e lo farà sempre di più. Arrivare al traguardo significa vincere questa e tante altre sfide”.

Ecco l’album dell’evento:

Rubrica Pillole Tecniche: i Tutorial

Da sempre crediamo molto nella nostra espansione grazie al contributo dei brand che producono apparati come IP-PBX, Getaway, ATA, IP Phone etc.. certificando le nostre linee con i loro prodotti.

Le certificazioni sono uno dei punti nostri punti di forza, e siamo sempre alla ricerca di nuovi brand da poter certificare.
Ogni certificazione effettuata è per noi un passo avanti, e cosa non da poco, oltre che alla collaborazione con i brand, fa sì che il nostro rivenditore possa avere una guida specifica di configurazione delle nostre linee, redatta dai tecnici appositamente per le nostre linee.
I nostri partner/rivenditori hanno quindi la possibilità di consultare tutte le nostre guide nell’Area Riservata dedicata.

Comunichiamo sempre sui nostri canali social tutte le novità tecniche, che si tratti di una nuova certificazione e la possibilità di avere la relativa guida oppure di un aggiornamento della versione o del firmware di un determinato prodotto.
E’ la rubrica “Pillole Tecniche”.

Ci teniamo molto a curare questo aspetto perché per noi di fondamentale importanza: mettere in condizione chiunque lavori con noi di avere tutti gli strumenti a lui necessari.
E poi siamo in continua evoluzione, sempre e in ogni aspetto.
Per questo motivo abbiamo pensato di darci un’ulteriore strumento per le configurazioni allargando la visione della nostra rubrica.

Ed è qui che vi presento la Nuova rubrica “Pillole Tecniche”: i Tutorial!

Semplicemente, video di breve durata ma efficaci, dove mettiamo in pratica, passo per passo, quello che prima potevamo trovare solo nelle guide in un semplice formato .pdf
Detto ciò, vi lascio con il primo tutorial VoipVoice, per la rubrica “Pillole Tecniche”, dove Parminder spiega come possiamo configurare una nostra linea sul soft-phone Zoiper.

Ricordo il link per poterlo scaricare e procedere poi con l’utilizzo del tutorial: https://www.zoiper.com/en/voip-softphone/download/zoiper3

Al prossimo tutorial,

– Roberta Terrasi –