Archivi categoria: Team

Venti domande a… Gianluca Dambrosio di Cicorella S.R.L

Prosegue con l’intervista a Gianluca Dambrosio la nostra “operazione 20 domande”. L’angolo del botta e risposta inaugura oggi un nuovo capitolo; altro giro, altra storia. Largo a Gianluca che ci racconta in pillole sogni, aspirazioni e obiettivi. Tutto ha inizio da bambino, da quella sana curiosità che lo portava a interagire con gli “aggeggi strani” che gli capitavano tra le mani. Da lì è nata e sbocciata la passione per la tecnologia.

1 Chi era Gianluca da piccolo?

Un ragazzo desideroso di imparare e di giocare con gli strumenti che nei primi anni novanta iniziavano a entrare nelle case di tutte le famiglie. Penso ai PC, i giochi Arcade e le prime tecnologie elettroniche multimediali.

2 E che uomo è diventato adesso?

Un uomo consapevole che quelle tecnologie erano, in realtà, solo il punto il punto di partenza di un universo ancora più vasto quale è diventato oggi l’IT in tutti i suoi aspetti.

3 Quali erano le tue aspirazioni?

Saper controllare e interagire con i dispositivi che si presentavano di volta in volta tra le mie mani.

4 Come sei approdato al mondo dell’ICT?

Ho iniziato a lavorare con l’ICT a seguito della mia esperienza informatica. Dopo aver capito che le telecomunicazioni influiscono significativamente sulla nostra vita quotidiana, ho iniziato ad esplorare le apparecchiature presenti in alcune aziende e a studiarne le funzionalità.

5 Ricordi la prima volta che hai navigato in internet?

La prima volta che ho utilizzato una connessione modem a 33,6Kbps per la navigazione internet avevo 9 anni, e ricordo con nostalgia i toni di composizione e l’attesa, che ora sembrerebbe infinita, fino alla comparsa del messaggio “Connessione stabilita”. Significava per me “Ora sei connesso con il mondo”, ed era un rituale a cui si partecipava almeno in 2 persone in casa. Un evento che richiedeva il supporto morale di un altro individuo; si centellinavano il tempo di utilizzo della connessione ed i relativi costi.

6 E quando per la prima volta hai installato il VoIP?

Ho utilizzato il VoIP per la prima volta su un PC per testarne le capacità e, come sempre per gioco e curiosità. Ricordo di essere rimasto positivamente colpito dalle potenzialità che ne potevano derivare.

7 Come hai conosciuto VoipVoice?

Ho conosciuto VoipVoice ad un corso presso un fornitore dell’azienda per cui lavoro, che riguardava alcuni prodotti VoIP della SNOM.

8 Chi è stato il primo cliente a cui hai istallato VoipVoice?

Il primo cliente a cui ho consigliato e installato VoipVoice è uno studio di consulenza fiscale, ed è tutt’ora nostro cliente.

9 Una tua considerazione di quello che succederà nei prossimi cinque anni nell’ICT?

La strada che ha portato il settore ICT al livello di espansione attuale è stata dettata dalle tecnologie hardware e software soprattutto dei dispositivi mobile. Credo che si fortificherà l’integrazione di tali dispositivi con le apparecchiature convenzionali (centrali PBX e telefoni analogici e digitali) già presenti nelle aziende, e immagino che apriranno nuovi scenari nella comunicazione video su IP.

10 Quando è nata la tua azienda?

L’azienda in cui lavoro, Cicorella Srl  è nata nel 1983.

11 Cosa fa?

Si occupa da più di trent’anni di sicurezza e telecomunicazioni.

12 Dove opera?

Opera a livello nazionale, soprattutto in Puglia e Basilicata.

13 Cosa fai nel tempo libero?

Impegno il tempo libero con la musica: sono musicista e mi piace suonare con un gruppo di amici.

14 Una cosa indispensabile per te?

La mia famiglia e l’amicizia di pochi amici reali.

15 Cosa ti rende felice? 

Vedere mia figlia giocare e sorridere, prima di ogni altra cosa.

16 E cosa invece ti fa arrabbiare?

La presunzione e la mancanza di rispetto.

17 Ti saresti mai immaginato nel ruolo che ricopri oggi?

Ho sempre desiderato lavorare nel settore informatico che rimane nella mia vita la mia prima passione, Quindi sì, avrei sempre comunque seguito la mia aspirazione.

18 Dove ti vedi fra cinque anni?

Spero di continuare la mia esperienza nella mia azienda.

19 Infine la nostra domanda di rito. Cosa è per te il VoIP?

Il VoIP è un aspetto integrante delle telecomunicazioni, ed è destinato ad esserne il veicolo principale. Pertanto è dovere di ogni consulente IT prendere in considerazione proprio il VoIP per fornire soluzioni di telecomunicazioni valide e orientate al futuro per i propri clienti. Il VoIP, inoltre, può diventare un valore aggiunto ai propri servizi se lo si conosce e se lo si propone nel modo giusto.

20 Un obiettivo che ti sei dato per questo 2017?

Fortificare i rapporti commerciali con i nostri clienti e scoprire nuove tecnologie da testare e proporre.

Ancora una volta il VoIP e le sue mille opportunità raccontate dal punto di vista di un addetto ai lavori. Dalla prospettiva del bambino diventato esperto del settore ICT e che è stato testimone di un processo innovativo tutt’oggi in evoluzione. Dai ricordi più teneri agli scenari futuri, anche questo viaggio nel mondo del VoIP passando per le nostre 20 domande è terminato. Ringraziamo Gianluca per averci concesso questa intervista nonostante i tanti impegni.

-Intervista a cura di Ylenia Cecchetti

Cicorella è un Rivenditore Certificato VoipVoice Doctor e questi sono i suoi contatti:

Via Gravina, 28 – 70022 Altamura (Bari)
Tel. 080.3118800 r.a. – Fax 080.3118900

e-mail: info@cicorella.it

Partner Meeting VoipVoice Sicilia 2017

La Sicilia è stata la regione di partenza per i Partner Meeting VoipVoice.  Mi sento veramente soddisfatto e inebriato non solo dall’odore del mosto e dall’atmosfera tipica di uno dei più conosciuti vigneti  siciliani che ci ha ospitato, ma soprattutto dall’entusiasmo dimostrato da tutti i partecipanti all’evento. L’impegno messo per la preparazione dell’evento mio di Simone, Serena, Rachele, Katiuska e tutta la VoipVoice  alla fine è stato ripagato da una giornata riuscita senza intoppi e che spero abbia lasciato qualcosa ad ogni partner che ha partecipato.

Ma cominciamo dal principio…

Venerdì 28 aprile, presso le “Cantine Nicosia” a Trecastagni, sulle pendici dell’Etna, si è tenuto il primo Partner Meeting  VoipVoice Sicilia 2017, che ha visto la partecipazione di 12 Aziende Partner provenienti da tutta la Sicilia.

Alle 10.30, dopo un rapido welcome coffee, ci accomodiamo in sala conferenze e subito prende la parola Simone Terreni, Managing Director VoipVoice, che dopo aver salutato tutti i partecipanti, presenta VoipVoice, la grande crescita avuta negli ultimi anni, i vari Reparti e le persone che ne fanno parte ma, soprattutto, ci spiega perché la Sicilia è stata scelta come prima tappa di questo Tour Regionale.

“La Sicilia è la regione più lontana. Abbiamo deciso di iniziare da qui per dare un segnale a tutti  dell’interesse che nutriamo verso i nostri Partner.  Vogliamo che tutti possano sentirsi  gli uni più vicini agli altri. Inoltre adesso, tramite la figura dell’Area  Manager di zona,  Antonio Finocchiaro, i Partner  potranno avere un collegamento ancora più diretto con l’azienda.

“Ecco…mi ha presentato!”. Adesso tocca a me prendere la parola, ma inizio, con voce bassa e un po’ di timidezza, la mia presentazione, ma presto prendo sicurezza e spiego ai nostri Partner i Listini, le Procedure Aziendali e come proporre i prodotti  VoipVoice.

Sono rimasto molto soddisfatto di come si è svolta la prima parte della giornata, che a mio parere è stata PERFETTA!

Dopo il light lunch, durato più di un ora che di light non aveva niente, con Simone decidiamo di cambiare la scaletta del pomeriggio ed anticipare le Premiazioni ai Partner. Siamo quindi scesi in Bottaia, una cantina bellissima, dove abbiamo premiato i Partner per fatturato, per crescita di badge e consegnato loro gli attestati.

La mattina passa velocemente ed il pomeriggio altrettanto in fretta, o almeno così sembra, dati gli argomenti e gli aneddoti interessanti e coinvolgenti  del Workshop Formativo sulle Tecniche di Vendita per il VoIP che ha tenuto Simone Terreni. Il Meeting volge al termine e verso le 17.00 si passa al tour all’interno delle Cantine Nicosia e, dopo i dovuti saluti io e Simone ci ritroviamo a chiacchierare  con un meritato  bicchiere di vino.

“Simone, cosa ne pensi della giornata appena passata ?”                                                                   “Sono soddisfatto. La giornata è stata perfetta e la location bellissima. I nostri partner mi hanno trasmesso molta energia. Ho notato la loro voglia di fare e di mettersi in gioco per cambiare le realtà imprenditoriali e immettersi nel mondo del Voip con uno spirito più agguerrito e consapevole. Mi sono divertito!”

Queste sue parole e la fiducia datami, mi danno la carica e posso dire che sono pronto per affrontare nuove sfide e nuove opportunità che questo Meeting  porterà al nostro gruppo. Un grazie di cuore a tutti.

Antonio Finocchiaro

Qua sotto trovate i miei contatti:

Antonio Finocchiaro
Area Manager Sicilia
antonio.finocchiaro@voipvoice.it                                                                                                                 +39 3938221109

Ecco alcune fotografie dell’evento:

 

Diario di Bordo: prima tappa SMAU | Padova 2017

SMAU PADOVA 30 – 31 MARZO 2017:

Si è appena conclusa la tappa che apre lo SMAU ROADSHOW 2017.

Da marzo a dicembre la carovana passerà per PADOVA, BOLOGNA, MILANO e NAPOLI.           Il Leitmotiv di SMAU è la DIGITAL TRANSFORMATION: cioè offrire alle imprese l’opportunità di conoscere servizi e soluzioni che permettano di ampliare o consolidare il loro business.

Noi di VoipVoice siamo un provider BUSINESS ORIENTED e lavoriamo ogni giorno per l’innovazione, quindi Potevamo venire a SMAU senza portare una novità? NO! Quest’anno abbiamo deciso offrire l’opportunità di aggiungere valore alla Customer Care delle aziende italiane aggiungendo all’offerta i NUMERI VERDI, cioè permettere ai clienti di contattare le aziende dotate di questo servizio senza pagare il costo delle telefonate.

La 2 giorni di SMAU è stata intensissima, ricca di appuntamenti e ci ha permesso di conoscere molte persone ed aziende che hanno apprezzato i servizi offerti e dimostrato grande interesse verso l’innovazione del digitale. Sono passati a trovarci tanti Partner, alcuni clienti, tantissimi affamati di VoIP e molti affamati di Popcorn. Abbiamo terminato buona parte del materiale informativo, quasi terminato i biglietti da visita e perso il conto dei Popcorn distribuiti. Da lunedì lavoreremo per ricontattare chi ha chiesto soluzioni ed offerte per la propria impresa, sperando che questi contatti diventino nuovi clienti VoipVoice.

SMAU per me è stata la prima opportunità di rappresentare VoipVoice in veste di Area Manager e la prima volta dall’altra parte del banco come espositore ad una fiera. Ho conosciuto molte persone, respirato innovazione, sentito storie di gamberi che camminano in avanti, ma soprattutto lavorato in team con Luigi, Parmi e Stefano un mio collaboratore.

Voglio ringraziare Simone per la fiducia e l’opportunità che mi ha dato, Luigi e Parmi per la collaborazione e Stefano per il supporto.

Per ultimo voglio presentarmi perché molti non mi conoscono ed è la prima volta che scrivo nel blog.                                                                                                                                                           Sono Fabio Marcon e da anni lavoro come partner di VoipVoice con la mia azienda KUBEE. Da Febbraio 2017 sono diventato Area Manager Veneto e gestisco una rete di circa 70 partner: il mio ruolo è quello di supportarli ed aiutarli a crescere. A presto!

– Fabio Marcon 

Qui sotto trovate i miei contatti.
Fabio Marcon
Area Manager Veneto
fabio.marcon@voipvoice.it
+39.348.4398292

Ecco l’album fotografico di questa prima tappa:




Undici anni di VoIP

2006

Febbraio: il 22 Febbraio 2006 nasce VoipVoice da un’idea di due aziende Sysmic e Promos. Il core business della neonata azienda sono i numeri voip e il traffico VoIP. La prima sede è in via Spartaco Lavagnini a Firenze.
Marzo: VoipVoice lancia VoipPbx un centralino su base Asterisk.
Giugno: VoipVoice apre il suo ufficio in via Urbania 12 a Montelupo.
Luglio: VoipVoice lancia il Voipy, un piccolo router/centralino per lo Small Office.

2007

Aprile: la Digitel Italia Spa entra in società.
Maggio: nascono i primi partners VoipVoice.

2008

L’azienda a causa di una grossa crisi è sull’orlo della chiusura. Vengono terminate le produzioni dei prodotti VoipPbx e Voipy. VoipVoice diventa un’azienda prettamente di servizi.

2009

Giugno: Simone Terreni entra in società rilevando le quote della Sysmic e ne assume la guida.
Luglio: VoipVoice diventa il primo provider VoIP Business Oriented.
Settembre: VoipVoice lancia il nuovo sito.
Dicembre: VoipVoice certifica la soluzione IP di 3CX.

2010

Febbraio: nasce la collaborazione con l’Asev di Empoli per l’assunzione dei primi collaboratori tramite Corsi di Formazione mirati.
Marzo: Parte il primo Tour con 3CX.
Maggio: VoipVoice apre i primi canali Social Aziendali.
Ottobre: VoipVoice certifica i router AVM FritzBox!
Novembre: VoipVoice certifica i gateway Patton.

2011

Gennaio: VoipVoice sigla l’accordo con il distributore Allnet.
Giugno: VoipVoice partecipa con il primo speech all’Over Ip di Milano.
Dicembre: VoipVoice certifica la soluzione IP di Voismart.

2012

Marzo: VoipVoice certifica la soluzione ip di Kerio.
Maggio: VoipVoice certifica Voispeed.
Giugno: VoipVoice sigla l’accordo con il distributore CDC.

2013

Gennaio: Gigaset inserisce VoipVoice tra i provider certificati.
Febbraio: VoipVoice sigla l’accordo con il distributore EDSLAN.
Marzo: VoipVoice lancia la Gamification per coinvolgere i propri partner.
Luglio: VoipVoice certifica i gateway Aethra.
Dicembre: VoipVoice inaugura la sua prima sede in via del Piano a Fibbiana, Montelupo.

2014

Marzo: VoipVoice certifica la soluzione IP di Alcatel.
Giugno: VoipVoice diventa fornitore per le Pubbliche Amministrazioni e viene inserito in Acquisti in Rete PA.
Luglio: VoipVoice viene premiata a SMAU Firenze con il premio Costruire Comunità Digitali.
Ottobre: VoipVoice partecipa a SMAU Milano come espositore.
Novembre: VoipVoice certifica le cuffie Plantronics.

2015

Febbraio: VoipVoice certifica le cuffie Sennheiser.
Aprile: VoipVoice certifica la soluzione IP Teldat.
Giugno: VoipVoice lancia il progetto E-Learning, un nuovo modo di fare formazione a distanza.
Luglio: VoipVoice partecipa a EXPO Milano 2015.
Agosto: VoipVoice viene premiata a EXPO Milano 2015 per le Best Practices che mette in atto.
Settembre: VoipVoice certifica la soluzione Nethesis.
Ottobre: VoipVoice lancia il nuovo servizio di connettività Ultrabanda nell’ambito dello SMAU di Milano.
Novembre: VoipVoice partecipa a Sicurezza e al Festival ICT.
Dicembre: VoipVoice vince il premio Best Exibithor 2015 a SMAU Napoli.

2016

Gennaio: VoipVoice certifica i gateway Beronet e Sangoma.
Febbraio: VoipVoice festeggia i 10 anni di attività in una splendida Convention presso la sede del Museo Casa Enzo Ferrari a Modena.
Marzo: VoipVoice sceglie AVM FritzBox! come Router per i propri clienti
Aprile: VoipVoice presente a Dubai verso EXPO2020.
Luglio: Viene lanciata Inside Factory, un nuovo modo di fare eventi e formazione nel settore ICT.
Settembre: VoipVoice certifica la soluzione IP di Panasonic.
Ottobre: VoipVoice vince il premio come miglior Exibithor dell’anno a SMAU per la seconda volta consecutiva.

2017

Gennaio: VoipVoice certifica i telefoni Htek.
Febbraio: VoipVoice festeggia 11 anni insieme!!

Ottobre [forse]: Inaugurazione delle nuova sede!

…to be continued

LA NUOVA SQUADRA VOIPVOICE

Tra le molte storie che circondano il mondo del calcio ce n’è una a cui da sempre sono molto legato, forse perché mi riporta ad un periodo della mia vita in cui la principale preoccupazione era quella di trovare le figurine mancanti dell’album della Panini ma soprattutto perché in questa storia è racchiusa un po’ la favola dello sport.
Era l’estate del 1992 e la Svezia si stava preparando ad ospitare il Campionato Europeo di calcio; purtroppo, a migliaia di chilometri di distanza, proprio al centro dell’Europa, era scoppiata una vera e propria guerra che da mesi stava insanguinando la regione dei Balcani.
Nei gironi di qualificazione la Danimarca era arrivata seconda alle spalle della Jugoslavia e per questo motivo sia i calciatori che l’allenatore si stavano preparando ad assistere agli Europei in televisione dai vari luoghi di villeggiatura sparsi un po’ per tutto il mondo; il fischio d’inizio della prima partita era stato fissato per il giorno 10 Giugno.
Il 30 Maggio però il Consiglio di Sicurezza dell’ONU, in conseguenza ai tremendi avvenimenti che stavano accadendo in Jugoslavia, approvò la Risoluzione 757, che tra le varie sanzioni proibiva alle nazionali jugoslave di partecipare a qualsiasi manifestazione sportiva.
A questo punto la UEFA, per garantire il corretto svolgimento del torneo, decise di ammettere alla fase a gironi la Danimarca che, nelle qualificazioni, si era posizionata proprio alle spalle della Jugoslavia.
La nazionale di calcio danese era sempre stata una buona squadra ma dai mediocri risultati e infatti nel suo palmares non poteva annoverare nessun successo; proprio nel 1992 la federazione danese aveva deciso di sostituire lo storico C.T. Piontek con il suo assistente, lo sconosciuto Richard Møller Nielsen. La spina dorsale della nazionale era formato dai giocatori della squadra del Brøndby, la più forte squadra danese del periodo che come massimo traguardo europeo poteva vantare una semifinale di Coppa UEFA nel 1991, equivalente dell’attuale Europa League.
I giocatori danesi rientrarono frettolosamente in patria e si presentarono alla competizione senza praticamente aver fatto nessuna preparazione fisica; oltre a ciò il sorteggio del girone non fu assolutamente benevolo, infatti l’urna accoppiò alla Danimarca due delle squadre pretendenti alla vittoria finale e la squadra padrona di casa: Francia, Inghilterra e Svezia.

Ma, inaspettatamente, la squadra Danese riuscì a qualificarsi per le semifinali, grazie ad una vittoria proprio contro la super favorita Francia. Anche in semifinale non andò certo bene ai Danesi, infatti trovarono la squadra detentrice del titolo: l’Olanda di Rijkard, Gullit e Van Basten. Dopo una combattutissima partita, finita 2 a 2 ai tempi regolamentari e ai supplementari, le squadre si ritrovarono alla lotteria dei rigori e fu proprio un errore dal dischetto della stella olandese Van Basten, che si fece parare il rigore dal portierone danese Peter Schmeichel, ad aprire alla Danimarca la porta di un’inaspettata finale.

Lo sport è pieno di storie incredibili e allora, quando cominciò la finale del torneo che vedeva contrapposta alla cenerentola Danimarca la corazzata Germania di Brehme, Summer, Möller e Klinsmann, campione del mondo in carica, tutta Europa si schierò dalla parte dei danesi. Con una gara giocata prettamente di difesa e contropiede, i danesi riuscirono ad imporsi con un secco 2 a 0 e consegnarono allo sport un’altra impresa che, a distanza di anni, viene ancora ricordata come una delle maggiori imprese sportive del secolo passato.

 

Il 2017 è cominciato con una grande novità per VoipVoice: la nascita di una nuova squadra di “campioni VoIP”.
VoipVoice ha da sempre avuto tra le sue peculiarità quella di avere una rete di System Integrators capillarmente diffusa su tutto il territorio nazionale; per riuscire a fornire ai nostri Partner un supporto sempre più idoneo e professionale abbiamo deciso di creare una rete di Area Manager nelle Regioni italiane in cui abbiamo concentrati la maggior parte dei nostri Rivenditori. Per trovare queste figure non siamo andati a cercare nuove persone ma siamo andati a selezionare tra i nostri Partner quelli che hanno dimostrato nel corso degli anni di aver capito quale fosse lo spirito e il modus operandi di VoipVoice, che hanno raggiunto risultati eccellenti e che fossero disposti a mettersi in gioco, andando ad affiancare alla loro quotidiana attività lavorativa una nuova esperienza. Il loro compito principale sarà quello di mettere le loro conoscenze tecniche e commerciali, la loro professionalità e gentilezza a disposizione delle centinaia di Partner che, per motivi prettamente logistici, fino ad oggi avevano con VoipVoice un rapporto quasi esclusivamente telefonico.

Ad inizio Febbraio si è svolto il primo Meeting degli Area Manager VoipVoice e, proprio durante questa due giorni di formazione e conoscenza reciproca, mi sono ritrovato a pensare che questa nuova avventura aveva molti punti in comune con la storia della Danimarca vincitrice del Campionato Europeo di calcio del ’92.


Innanzitutto, pur essendo un progetto che all’interno dell’azienda era stato pianificato da tempo, a loro è stato dato un preavviso di un paio di settimane; li abbiamo chiamati a metà Gennaio, abbiamo descritto loro il progetto e tutti hanno accettato subito con entusiasmo, presentandosi al Meeting del 3 Febbraio pronti e carichi di aspettative..
Per trovare le figure idonee non siamo andati a cercare i “fuoriclasse”commerciali proposti dalle associazioni degli agenti di commercio, ma abbiamo orientato la nostra scelta verso quelle figure che si erano già dimostrati campioni in casa (nel loro lavoro quotidiano di System Integrators) ma che per noi avevano le caratteristiche idonee per diventare i potenziali campioni del futuro in un ruolo, quello dell’Area Manager, per loro fin ad oggi sconosciuto.
Infine la cosa più importante: lo spirito di squadra. Durante la cena di Venerdì 3 Febbraio erano riunite in una stanza una trentina di persone che fino ad allora si erano sentite per lo più solo telefonicamente; in una stanza di un ristorante, tra risate, discussioni tecniche e confronti commerciali si potevano sentire una decina di dialetti diversi, ma l’aria che si respirava era un’aria che preannunciava grandi risultati.

Il mondo della telefonia di oggi vede presenti sul mercato autentiche corazzate, create e strutturate per fare piazza pulita della concorrenza soprattutto in una scriteriata corsa al ribasso dei prezzi a scapito molto spesso della professionalità e della qualità del servizio. La nostra squadra invece è stata creata per andare ad assistere tutta la nostra rete Partner nelle loro battaglie quotidiane, basate su sopralluoghi, progetti e preventivi; VoipVoice ha sempre basato il proprio lavoro sul supporto, sull’assistenza e sul gioco di squadra e da oggi, abbiamo 11 campioni in tutta Italia che ci aiuteranno a raggiungere nuovi e importantissimi traguardi.

Sono lieto di presentare ai lettori del Blog la squadra dei nostri Area Manager:

 

– MARCO ANSELMI, Area Manager del Lazio
– ELIO CLARA, Area Manager del Trentino Alto Adige
– DANIELE DE SALVO, Area Manager dell’Emilia Romagna
– GIULIANO DONATO, Area Manager del Friuli Venezia Giulia
– ANTONIO FINOCCHIARO, Area Manager della Sicilia
– GRAZIANO FRACCHIOLLA, Area Manager della Puglia
– GERARDO GUADAGNO, Area Manager della Campania
– FABIO MARCON, Area Manager del Veneto
– LUIGI POLI, Area Manager della Toscana
– ALESSANDRO TREVISAN, Area Manager della Liguria
– EDOARDO VENTRELLI, Area Manager della Lombardia

 

Nei prossimi giorni gli Area Manager contatteranno i nostri Partner per fissare un appuntamento conoscitivo; se ancora non siete Partner VoipVoice e desiderate avere informazioni sui nostri servizi scrivete a commerciale@voipvoice.it, io, i miei colleghi del reparto commerciale e, da oggi, i nostri Area Manager, saremo a vostra disposizione per qualsiasi richiesta o necessità.

– Luigi Poli –

Chi VoIP mangia le Mele

INSPIRATION: Nel 1969 la Piaggio realizzò lo spot che rivoluzionò la pubblicità in Italia. Il pubblicitario fiorentino Gilberto Filippetti, ebbe l’idea di uno slogan guardando i giovani che nel  68 stavano contestando il grigio mondo degli adulti. “Chi Vespa mangia le mele, chi non Vespa NO!” In pratica chi andava in Vespa trasgrediva, cambiava le regole, un modo per far sentire ai giovani di condividere le loro istanze ed essere dalla loro parte, introducendo un linguaggio nuovo. Oliviero Toscani lo ha definito un colpo di genio che i creativi inseguono ancora; il disegnatore di fumetti Guido Crepax fece dire al suo personaggio Valentina: Chi Valentina mangia le mele; Vasco Rossi cita esattamente lo slogan nella canzone Bollicine: coca cola chi/coca cola chi vespa mangia le mele/coca cola chi?!?/coca chi non vespa più e mangia le pere…Qualcuno sostiene che la mela stilizzata con un morso perfettamente rotondo realizzata da Filippetti sia stata essa stessa di ispirazione per il logo della Apple. In fondo l’azienda di Steve Jobs nacque sette anni dopo.

CONCEPT: Il Video vuol essere un omaggio allo spot della Piaggio degli anni 60. Una mela diventa la terra, un fascio luminoso ci porta sulla terra, primo piano di tutti i componenti di VoipVoice che mangiano una mela, un fascio luminoso unisce tutti personaggi, ad ognuna una scritta differente che rappresenta una scelta, un modo di essere, un vantaggio. Chi sceglie il VoIP sceglie queste cose. Il fascio torna nello spazio e la terra diventa una mela mangiata.

CLAIMS: Scegli l’Innovazione. Scegli il Risparmio. Scegli di Trasgredire. Scegli di essere Efficace. Scegli di essere Te Stesso. Scegli la Mobilità. Scegli di superare i tuoi Limiti. Scegli il Futuro. Scegli l’Affidabilità. Scegli il Cambiamento. Scegli la Convergenza. Scegli la Flessibilità. Scegli di essere Smart. Scegli di cambiare le Regole. Scegli il VoIP. Chi VoIP mangia le mele.

CREDITS
Realizzazione video: PROFESSIONAL VIDEO EMPOLI

Attori: Simone Terreni, Parminder Kaur, Alessia Rustichini, Valentina Maionchi, Roberta Terrasi, Serena Masoni, Matteo Martellacci, Edoardo Ventrelli, Luigi Poli, Martina Giacomelli, Samuel Lo Gioco, Ylenia Cecchetti, Gabriele Nannotti, Linda Mezzotero e Alberto degli Alessandri.

Location: VoipVoice Srl

Music from SoundCloud: James Carter x Levi Remix [Shape of You – Ed Sheeran]

Buona Visione, Buon VoIP

Diario di Bordo: sesta tappa SMAU | Napoli 2016

Si è concluso con la due giorni di Napoli il Roadshow SMAU 2016, un viaggio partito da Padova e proseguito per 5 città italiane, da Firenze a Bologna, da Torino a Milano, facendo tappa anche a Berlino.

Il 15 e 16 dicembre la Mostra d’Oltremare di Napoli ha ospitato la complessa macchina organizzativa di SMAU che ha portato esperti, professionisti e appassionati dell’Information & Communication Technologies ad incontrarsi.

Durante questi due giorni erano presenti oltre 50 aziende di cui 22 Startup  e PMI innovative. Le Startup partecipanti sono state selezionate attraverso una call lanciata nelle scorse settimane insieme a Sviluppo Campania, la società della Regione Campania che si occupa di promuovere e rafforzare la competitività e lo sviluppo del sistema territoriale regionale.

Sono stati oltre 50 i workshop che si sono tenuti durante SMAU Napoli, e che hanno affrontato tematiche come la domiotica low cost, macchine learning che possono prevedere i guasti dei dispositivi industriali, la realtà aumentata, il Cloud, e l’Internet of Things.

55

SMAU 2016 è stato per noi un grande palcoscenico: abbiamo offerto più di 1000 popcorn, incontrato centinaia di partner e presentato la nostra azienda ed i nostri servizi a tutte le
persone che si fermavano al nostro stand.
foto-300x300Abbiamo avuto anche l’onore di essere stati premiati, per il secondo anno consecutivo, come Best Exhibitor dell’anno 2016“per aver utilizzato un approccio creativo e propositivo nell’attività di coinvolgimento del visitatore e per aver rafforzato la propria partecipazione attraverso l’utilizzo di strumenti di comunicazione innovativi”. Il premio ci è stato consegnato da Stefano Ciuoffo, l’Assessore alle Attività Produttive e al Commercio della Regione Toscana e da Pierantonio Macola, Amministratore Delegato di SMAU, durante la tappa di Firenze, del 7 e 8 luglio.

Vogliamo ringraziare coloro che ci hanno dedicato anche solo un minuto del loro tempo e gli organizzatori di SMAU che hanno reso possibile questo evento unico.

Arrivederci, ci vediamo nel 2017 con tante novità!

– Serena Masoni –

Ecco il nostro diario fotografico:

fotorcreated1 fotorcreated2 fotorcreated3 fotorcreated4 fotorcreated5

Le Energie Colore

Rendi cosciente l’inconscio, altrimenti sarà l’inconscio a guidare la tua vita e tu lo chiamerai destino
C.G. Jung

Il sistema dello studio dello stile personale è solidamente fondato sulla teoria dei “tipi psicologici” di Carl Gustav Jung.
carl-gustav-jungCarl Gustav Jung è stato un celebre psichiatra, psicoanalista e antropologo svizzero.
La sua tecnica e teoria è chiamata “psicologia analitica” e “psicologia del mondo“. In essa egli avanzò delle personalità estroverse ed introverse e del potere dell’inconscio.
Jung sosteneva che la nostra personalità è formata dall’interazione di quattro funzioni psichiche principali: INTROVERSIONE, ESTROVERSIONE, PENSIERO e SENTIMENTO; ciò che rende un individuo unico è il modo in cui in ognuno si sbilanciano tali funzioni ed attitudini.
Combinandosi tra loro, queste funzioni danno vita a quattro dimensioni primarie o “energie colore“, che rappresentano quattro esempi di comportamenti osservabili:

  • BLU MARE: rappresenta una persona imparziale, obiettiva, distaccata.
  • ROSSO FUOCO: rappresenta una persona positiva, pragmatica, audace e sicura di sé.
  • VERDE NATURA: rappresenta una persona calma, tranquilla, rilassata e comprensiva.
  • GIALLO SOLE: rappresenta una persona allegra, incoraggiante, vivace ed ottimista.

inostristrumenti

Ognuno di noi appartiene ad una delle aree sopra descritte, o meglio ognuno di noi ha una “energia colore prevalente” che influenza i nostri processi decisionali, il nostro benessere e le nostre relazioni. Proprio per questo ognuno ha una diversa rappresentazione della realtà, perché non vediamo il mondo per come è, ma per come noi siamo. Infatti, il nostro modo di agire trova la sua fonte nel modo in cui vediamo le cose.

Spesso succede che nella vita privata ci corrisponda una certa “energia colore“, mentre nell’ambito lavorativo ce ne corrisponde un’altra.

Perché?

Perché spesso il lavoro che svolgiamo richiede un certo comportamento, una determinata attenzione ed un determinato modo di porsi. Possiamo distinguere le varie energie colori anche all’interno di un’azienda: ogni reparto ha delle caratteristiche che fanno capo ad una specifica energia colore.

energie_insights

Anche in VoipVoice possiamo associare ogni reparto ad una energia colore:

  • COMMERCIALE: rosso fuoco, in quanto è il reparto in cui si propone e si vende il prodotto/servizio e dobbiamo portare a casa più contratti possibile.
  • CUSTOMER CARE: verde natura, in quanto l’obiettivo è capire e comprendere il cliente, tranquillizzarlo in caso di problematiche e mantenere la calma.
  • MARKETING: giallo sole, in quanto è un reparto in cui non manca la creatività, essenziale nell’organizzazione di eventi e nel trovare le grafiche giuste e i gadget da distribuire.
  • AMMINISTRAZIONE: blu mare, in quanto viene svolto un lavoro di logica, di attenzione e di precisione.

Nel mio reparto, quello amministrativo, si predilige un’energia blu, perché la maggior parte delle mansioni svolte richiedono precisione, accuratezza ed attenzione: specialmente nell’inserimento dei contratti, nel processare le richieste di portabilità, nell’attivazione di nuovi numeri e di nuove linee ADSL e FIBRA e nei riepiloghi delle provvigioni da inviare ai nostri partners e collaboratori.

A volte però si può prediligere un’energia di colore rosso per quanto riguarda la gestione del recupero crediti, in quanto devo essere sì precisa, attenta e distaccata, ma anche decisa e ferma nel comunicare al cliente di coprire il debito, proponendo magari un piano di rientro e controllare poi che venga rispettato dal cliente. Allo stesso tempo però è necessario combinare l’energia verde, trasmettendo tranquillità e pacatezza, e l’energia gialla, trasmettendo talvolta vivacità.

Credo infatti che non ci sia un’unica energia colore che possa rappresentare ogni reparto: può essercene una prevalente, ma è necessario che ci siano anche le altre per poter affrontare ogni tipo di mansione e di attività.

Valentina Maionchi

“Posso farvi una domanda?”

Se vi dico “squadra” qual è la prima cosa che vi viene in mente?

Mi è venuto spontaneo chiederlo a chi, con me, ne forma una.

Mi hanno risposto così: coraggio, sacrificio, unione, condivisione, stimoli, sincronia. Qualcuno penserà alla propria squadra del cuore, allo sport in generale, qualcun’altro al suo team di lavoro o in maniera bizzarra al “righello” che si usava alle scuole medie per fare i disegni tecnici; altri invece mi hanno detto: supporto, fiducia, collaborazione, forza, legame, famiglia.

Penso che la parola “squadra” le racchiuda tutte, ma se la domanda fosse stata posta a me, avrei risposto: unione, impegno, adattamento ed armonia, soprattutto armonia.

Si. Perché quando si fa parte di una squadra siamo uniti dalla gioia di una vittoria al dolore di una sconfitta, dalla passione agli obbiettivi che ci siamo posti; dall’impegno per raggiungerli, per migliorarsi, per supportare chi è con noi. Ed infine, ciò che distingue e rende più forte una squadra, l’armonia .

Gioco a pallavolo dell’età di 8 anni e in questo strano sport, sono strettamente unita alle mie compagne. Non posso toccare la palla due volte di seguito, sennò è punto per l’avversario. Per fare punto dobbiamo mettere nelle migliori condizioni le attaccanti e per evitare di farcelo fare le nostre posizioni di difesa sono strettamente coordinate.

Sicuramente, Mauro Berruto, ex CT della Nazionale Maschile, nel suo articolo “Cari Genitori” vi spiega meglio cosa intendo.

La domanda che sorge spontanea è: cosa c’entra tutto questo con il mio lavoro?

Semplice. Io, insieme ai miei colleghi siamo una squadra, la VoipVoice.

team

Greta Tofani, Valentina Maionchi ed io facciamo parte del reparto amministravo, e come ben sapete: ci occupiamo di processare le richieste, nuove o portate, delle numerazioni VoIP e ADSL. Di inserire i nuovi rivenditori e i contratti, gestiamo gli insoluti e le provvigioni, attiviamo e disattiviamo le deviazioni e rispondiamo ad ogni vostra richiesta amministrativa.

Ma come quando un giocatore entra in campo dalla panchina, io, quando ce n’è la necessità aiuto il nostro reparto tecnico. Naturalmente, non sono competente come chi lo forma, ma mi stanno allenando.

La mia formazione è iniziata circa un anno fa, le mie colleghe mi hanno introdotto al loro reparto spiegandomi le “basi” e come risolvere le segnalazioni più frequenti.

La nostra priorità è riuscire a risolvere nel più breve tempo possibile e nel miglior dei modi la problematica riscontrata. Ed è per questo motivo che quando una delle mie colleghe è fuori per eventi, ad esempio, che io mi dedico completamente a prendere le segnalazioni e a gestire quelle di mia competenza. In questo modo, chi affianco è agevolato a risolvere le situazioni più complicate.

Un giocatore che si rispetti, si allena costantemente. Ed è perciò che, periodicamente, tengo dei corsi di aggiornamento con Parminder Kaur o Roberta Terrasi ed insieme ne seguiamo degli altri, per migliorare le nostre competenze.

Un perfetto gioco di squadra, dove chi ha bisogno di supporto viene aiutato e chi si ritrova con un giocatore in meno, riadatta il suo assetto.

Mi presento per chi, ancora, non mi conosce. Mi chiamo Alessia Rustichini, ho 20 anni e faccio parte del reparto amministrativo, all’occorrenza, del supporto tecnico.14593749_10153985812432218_2082478138_n

Sono sempre più convinta di quello che ho scritto nel mio primo articolo:

Mi viene in mente quel proverbio che dice “tutti sono utili, ma nessuno è indispensabile “. Sono arrivata alla conclusione che si, in alcuni casi può rivelarsi vero, ma nella nostra squadra è assolutamente inappropriato, sbagliato.

Siamo tutti indispensabili, dei miei colleghi del reparto commerciale a quello del marketing, dal reparto tecnico a quello amministrativo, a chi collabora con noi.

Che armonia quando giochiamo!

“Non c’è nessuno che può schiacciare se non c’è un altro che alza, nessuno che può alzare se non c’è un altro che ha ricevuto la battuta avversaria.”     Mauro Berruto

– Alessia Rustichini-

 

Il servizio di Provisioning e il Reparto Tecnico di VoipVoice rispondono ogni giorno lavorativo dalle ore 9,00 alle ore 18,00 o tramite mail agli indirizzi provisioning@voipvoice.it – customercare@voipvoice.it.