Archivi categoria: VoIP

Intervista a Klaus Wallnofer, Country Manager Italia Innovaphone

Ha visto diffondersi il VoIP e cambiare completamente il mercato delle Telecomunicazioni, per questo crede fortemente che in questo settore non appena si possiede una competenza ci siano già nuove cose da assimilare! Si presenta così Klaus Wallnofer, Country Manager Italia di innovaphone. Innovaphone è stato inserito recentemente nell’elenco dei prodotti certificati VoipVoice, soluzioni IP sulle quali abbiamo testato l’interoperabilità delle nostre linee. Conosciamolo!

Klaus, a te la parola! Raccontaci chi sei e il tuo ruolo in innovaphone!

Ciao, piacere mio avviare questa collaborazione con voi. Mi presento velocemente per dare un’idea di chi sono e da dove vengo. Posso definirmi un over 50 molto giovane, con ormai molti anni di esperienza, sviluppata in particolare nel settore delle telecomunicazioni. La mia expertise non riguarda però solo il settore TLC, ma anche altri settori tecnologici, in cui per lunghi periodi mi sono divertito. Ad oggi sono Country Manager di Innovaphone Italia e seguo il mercato italiano dalla nostra filiale di Verona, assieme ad un team di persone specializzate ed esperte.

Che rapporto hai con la tecnologia?

Sono stato sempre interessato alla tecnologia e, in particolare, all’elettronica e alla telecomunicazione. Ma parliamo di altri tempi, un mondo dove non esistevano cellulari come potete immaginare, quindi parliamo del medioevo tecnologico. Non c’era il VoIP, ma nemmeno l’IP: incredibile ma vero, in quegli anni un indirizzo era qualcosa esclusivo del settore edile. Ho toccato con mano il VoIP solamente nel 2003 quando ho iniziato a lavorare per innovaphone. Sono stato subito incuriosito, ma anche perplesso, e mi sono reso conto di dover recuperare e imparare molte cose nuove. Essendo curioso di natura non mi è stato difficile, tuttavia ancora oggi ho spesso l’impressione di trovarmi al punto di partenza, perché non appena si possiede una competenza, sono già maturate nuove cose da assimilare. Anche in questo istante, mentre scrivo queste righe, il nostro reparto tecnico sviluppa qualcosa di nuovo e, come loro, migliaia di ingegneri in tutto il mondo. E’ vero che questo accade in tutti i settori, ma con velocità diverse!

Come si inserisce innovaphone nel settore delle UCC? 

Il portafoglio di prodotti innovaphone copre in pratica tutta la Unified Communication. La particolarità, dal punto di vista tecnico, è che tutti i prodotti sono sviluppati internamente. Non si tratta quindi del “copia e incolla” di un software freeware con un layout attraente: in innovaphone sviluppiamo effettivamente tutti i nostri prodotti da zero, anche il sistema operativo. Questo ci permette di garantire massima affidabilità, flessibilità e performance delle soluzioni innovaphone, doti riconosciute da tutto il mercato. Nonostante innovaphone sia un costruttore di piccole dimensioni, siamo in costante competizione con i grandi player mondiali e riusciamo molto bene in ambienti medio alti, “enterprise” e “mission critical”. Grazie all’architettura e struttura hardware e software, identica su tutti i nostri prodotti, possiamo offriamo gli stessi servizi anche in installazioni piccole, dalla micro impresa in su. Un’ulteriore peculiarità è l’integrazione in ambienti diversi, non solo in termini di tipologia, ma anche in utenti diversi che utilizzano l’innovazione con differenti modalità. Noi offriamo a ciascun utente soluzioni su misura, assolutamente flessibili e personalizzabili che non impongono nulla.

E in questo contesto, che ruolo svolge il VoIP? Qual è il rapporto tra Innovaphone e il VoIP?

Un tempo considerato un concetto innovativo, il VoIP è oggi sinonimo di comunicazione moderna in tutte le sue forme. Lo sviluppo di innovaphone sta già andando oltre a questi concetti: la nostra piattaforma attuale è (anche) una piattaforma app di cui il VoIP PBX costituisce solo una componente. innovaphone è nata nel 1997 sviluppando da zero un gateway e poi PBX VoIP puro. Possiamo considerarci quindi pionieri del VoIP, ma non ci siamo mai seduti sugli allori e la società, nata allora in un garage, conta oggi oltre 100 dipendenti. A differenza di ciò che spesso avviene nei grandi gruppi, la crescita di innovaphone è il risultato esclusivo della forza dei propri prodotti; quindi senza strategie di “Merge&Acquisition”, operazioni tipiche per aziende quotate in borsa e non. Una crescita solida e concreta, sempre a due cifre, in un contesto di fiducia e tranquillità per partner e utenti finali, che non riserva brutte sorprese.

Come pensi che possa strutturarsi la collaborazione tra Innovaphone e VoipVoice?

VoipVoice è un provider certificato, questo significa che vengono testate ciclicamente in modo automatico le connessioni per ogni nuovo build del nostro software. Eventuali problemi dovuti a una nuova release nostra o di VoipVoice, sono rilevati ancora prima che un installatore si scontri sul campo con il problema. Il secondo punto interessante è che nel nostro firmware VoipVoice è inserita come scelta precompilata, selezionandola anche i campi elencati nei menu avranno la stessa nomenclatura utilizzata da VoipVoice. Tutto questo permette all’installatore di essere certo che il servizio funzioni dal punto di vista di interfacciamento logico. 

Il settore delle TLC cambia da Italia a Europa? Che percezione hai?

Ovviamente sì, ma dipende da dove e cosa si guarda. Noi conosciamo molto bene il nostro mercato di riferimento che è l’Europa, mentre sappiamo meno per esempio sui mercati asiatici che non seguiamo attivamente. La questione sicurezza, la cifratura e la privacy è un punto importante dove abbiamo un prodotto praticamente unico. Mentre all’estero queste questioni sono considerate importanti, addirittura vitali, noto che sono argomenti non molto sentiti in Italia. “Tanto non ho niente da nascondere” o “intercettano comunque tutto” sono argomenti tipici che invece lasciano a bocca aperta all’estero; un tale ragionamento viene considerato “superficiale” e molto pericoloso.

Un altro aspetto diverso son le linee. Nei paesi nordici (Svezia, Norvegia ecc.) già da diversi anni esistono solo Provider VoIP e  il “Fiber To The Home” si trova praticamente dovunque. In Germania l’ISDN è stato abbandonato adesso su larga scala: non esistono mezze misure e non si montano Gateway dal cliente, se il PBX è capace si fanno linee VoIP, altrimenti si sostituisce in toto il centralino.

Parlando del VoIP, inteso come linee e operatori, bisogna sapere che all’estero le linee passanti si potevano avere da sempre anche con una solo linea ISDN (in Italia minimo 3 accesi base e quindi 6 linee), l’ADSL funziona anche sulle linee ISDN (in Italia solo su linee analogiche) e pagando si può escludere il “clip no screening” (in modo da vedere il numero del chiamante anche in caso di deviazione del numero di ufficio per esempio su un cellulare), concetto vietato in Italia. E non esistono linee “VoIP” semplicemente perché è tutto VoIP. Quindi le aspettative e implementazioni sono diverse: per esempio all’estero, un centralino senza selezione passante praticamente non esiste.

In Italia, nella comunicazione professionale, viene dato più peso al cellulare e al risparmio sui costi, che all’estero. All’estero il driver di acquisto principale non è il risparmio, ma quello di avere vantaggi sui competitor avendo servizi migliori a disposizione. Si parte dal concetto che per sopravvivere bisogna avere gli attrezzi  migliori, e che un risparmio, soprattutto se piccolo, non dà il vantaggio necessario per potere battere la concorrenza.

Noto anche che all’estero l’impiego di client CTI, UC e UCC è diffuso già da molti anni, in Italia interessa sempre, ma alla fine in tanti casi la soluzione si riduce ad avere un impianto VoIP per telefonare e basta. All’estero fare un investimento tecnologico per avere qualcosa in più e non utilizzarne i vantaggi non esiste come idea imprenditoriale.

Sguardo al futuro: cosa ti aspetti per i prossimi anni per il mercato UCC?

La UCC per il nostro reparto di sviluppo oggi è una cosa vecchia e superata. Il termine lo è di sicuro, ormai inflazionato e utilizzato da tutti, anche da chi in realtà offre solo un dettaglio e non una vera e propria soluzione completa di UCC. La cosa di cui rendersi conto è la velocità che ha preso questo settore, dove prima ci volevano tanti anni ora per un piccolo sviluppo, e oggi invece in un paio di anni si rivoluziona completamente il sistema e non un suo singolo dettaglio. Questi nuovi servizi permettono ad un cliente di utilizzare per l’intera comunicazione innovaphone; la parola chiave è “permettono” e non “costringono”, dicasi che sono possibili anche le coesistenze. Cosa vuol dire “intera comunicazione” per innovaphone? Semplice: tutta nel senso più ampio del termine, dove la voce diventa solo uno dei tanti canali. E si risolvono problemi molto attuali come i troppi canali di comunicazione e informazioni, miscelazione del privato e professionale, l’utilizzo improprio di mezzi aziendali e privati, canali non adatti per il mondo del lavoro , sicurezza molto limitata o dubbiosa ecc. Curiosi?  Un primo assaggio di tutto questo arriverà già nel 2018 e si chiama “Versione 13”.

Curiosi di scoprire l'”intera comunicazione” di innovaphone, ringraziamo Klaus per averci dato la sua percezione del mercato e per aver presentato le peculiarità dei prodotti innovaphone.

A cura di Martina Giacomelli

  • Per maggiori informazioni sui prodotti Innovaphone e sull’interoperabilità con le linee voce VoipVoice, scrivere a marketing@voipvoice.it

 

Intervista a Andrea Recupero, Business Development Manager Polycom

Appassionato di tecnologia fin da piccolo, anche grazie alla Formula 1, da più di 10 anni si occupa di VoIP. Fortemente convinto che per essere sempre più competitive, le aziende di UCC dovranno far convergere le tecnologie possibili al fine di migliorare la User Experience, conosciamo Andrea Recupero, Business Development Manager di Polycom, un Brand di rilievo internazionale ma anche uno dei nuovi brand recentemente certificati con le linee VoipVoice.

Ciao Andrea,  qui in VoipVoice siamo tutti felici di fare la tua conoscenza! Ti va di raccontarci chi sei?

Certo, con piacere. Laureato in Ingegneria delle Telecomunicazioni presso il Politecnico di Milano, mi occupo da più di 10 anni di VoIP ed in generale del mondo UC. Ho seguito progetti internazionali a livello EMEA (Southern Europe e Middle-East) sia APAC su tecnologie di collaborazione unificata (convergenza Voce, Video e Conferencing) per il mercato dei Service Providers ed il mondo Enterprise. Nel tempo libero sono appassionato di nuove tecnologie, scacchi e karate.

Di cosa ti occupi per Polycom?

Dopo aver ricoperto per diversi anni il ruolo di Solution Architect per Polycom, ora parte di Plantronics, sono attualmente Business Development Manager per i Service Providers per il mercato EMEA con un focus particolare per le regions South, Eastern Europe e Balcani.

Avevi fin da piccolo dimostrato interesse per la tecnologia? Se no, come è nata questa passione?

Direi di sì soprattutto grazie alla Formula 1 che da sempre è stata una mia grande passione che mi ha portato ad approfondire nel tempo l’interesse per la tecnologia in generale.

Come si inserisce Polycom nel settore delle UCC? Quali sono i plus dei vostri prodotti?

Polycom si inserisce come leader nel settore delle UCC da più di 25 anni attraverso un portafoglio completo di soluzioni che includono la Voce e la collaborazione Video. I plus sono molteplici: dall’approccio Open Standard in grado di garantire la protezione dell’investimento attraverso un’ampia interoperabilità delle soluzioni Polycom su ecosistemi tecnologici differenti, la qualità dei prodotti a livello hardware e software, l’innovazione audio con l’HD Voice Polycom come must su tutta la linea dai telefoni alle audioconferenze e le nuove innovazioni da un punto di vista tecnologico come l’Acoustic Fence ed il Noiseblock. On top a tutto questo un tema che pensiamo sia fondamentale nell’adozione della tecnologia è sicuramente una User Experience semplice e allineata dalla telefonia all’audioconferencing.

Smartphone sempre più evoluti e cuffie collegabili al pc: perché le aziende hanno ancora bisogno di telefoni fisici?

Le aziende hanno bisogno di agevolare i propri dipendenti nello svolgimento dell’attività lavorativa quotidiana (dai millennials alla forza di lavoro esistente), il telefono è un elemento fondamentale e diventa a tutti gli effetti un valore aggiunto attraverso l’integrazione con i tool aziendali (su tutti il Calendar) ed i softclients presenti sul PC (scenario Click-to-Call) e risulta essere un device complementare all’utilizzo degli smartphone ed headset.

Domanda di rito: cos’è il VoIP per te?

Il VoIP è un eccellente abilitatore tecnologico in grado di offrire una suite di servizi che fino a poco tempo fa sembravano impensabili. Oltre a questo è un’opportunità per le imprese per semplificare i processi, ridurre i costi operativi e di gestione attraverso tools di troubleshooting.

Qual è il rapporto tra Polycom e il VoIP?

Il VoIP rappresenta un core business sia a livello IP Desktop sia Audioconferencing essendo un punto di forza e strategico per la società. Dall’analogico all’IP (H323 e SIP) abbiamo seguito un percorso di crescita che ci ha portato alla leadership del mercato collaborando anche con un ampio ecosistema di partner tecnologici essendo l’approccio Open Standard uno dei driver principali.

Come si differenzia il mercato italiano rispetto a quello estero? Le dinamiche del canale sono le stesse oppure noti delle differenze?

Il mercato italiano è fortemente legato all’ SMB rispetto ad esempio ad alcune nazioni estere dove si nota una maggior presenza della Large Enterprise. Inoltre il passaggio dall’analogico all’IP è sicuramente un differenziatore ancora presente e come Polycom abbiamo politiche di canale allineate a livello EMEA con programmi ad-hoc pensati per venire incontro alle esigenze dei nostri partners e clienti finali.

Evoluzione: cosa ti aspetti per i prossimi anni per il mercato UCC?

La parola chiave dal mio punto di vista è convergenza grazie alla quale risulterà fondamentale un’interoperabilità completa con isole tecnologiche differenti. In parallelo il tema della User Experience risulterà fondamentale per l’adozione della tecnologia a 360° dai millenials alla forza di lavoro esistente nella speranza che questo possa ulteriormente contribuire allo sviluppo di politiche di Smart Working a livello enterprise.

Salutiamo Andrea e lo ringraziamo per averci presentato Polycom e l’importante ruolo che il VoIP svolge per questo Brand! Con Polycom ci diamo appuntamento per le prossime iniziative formative e di marketing!

 

A cura di Martina Giacomelli

  • Per ricevere informazioni su Polycom e sull’interoperabilità raggiunta con le linee VoipVoice, scrivere a marketing@voipvoice.it

Palavoip | Gli uffici VoipVoice

Trasparenze e cromature. Sedute ergonomiche, sgabelli, pouf. Open space, sale riunioni e stanze di reparto. Gli uffici VoipVoice sono moderni e funzionali, pensati per favorire la comunicazione tra i colleghi e al tempo stesso garantirne l’autonomia.

Il VoIP, il Cloud, la connettività e gli strumenti di Unified Communications & Collaboration permettono la mobilità interna e lo smart working, lasciando libero ogni lavoratore di occupare lo spazio che gli è più funzionale per il compito che sta svolgendo.

Ecco gli ambienti della nuova sede VoipVoice!

Rassegna Stampa Inaugurazione Nuova Sede VoipVoice

La notizia dell’inaugurazione della nuova sede VoipVoice è stata ripresa sia da testate giornalistiche locali sia da testate di settore ICT e TLC nazionali. Qui trovate la rassegna stampa completa – ma in continuo aggiornamento!

Inaugurazione Nuova Sede – comunicazione pre evento sabato 22 settembre

www.soiel.it/news/dettaglio/nuova-sede-diverse-opportunita-voipvoice/#

www.bitmat.it/blog/news/78517/voipvoice-cerca-risorse-per-la-nuova-sede

www.channelcity.it/vendor/15797/voipvoice-cresce-e-inaugura-la-nuova-sede.html

www.datamanager.it/2018/09/voipvoice-inaugura-una-nuova-sede/

Il PalaVoip è la nuova sede di VoipVoice: inaugurazione il 22 Settembre 2018

www.udite-udite.it/news-da/tecnologia-informatica/voipvoice-inaugura-la-nuova-sede-con-grandi-prospettive-per-il-futuro/

www.radiotoscana.it/15770/montelupo-f-no-voipvoice-inaugura-la-nuova-sede-ascolta/

 www.gonews.it/2018/09/19/voipvoice-montelupo-fiorentino-nuova-sede-offerte-lavoro/

www.iltirreno.gelocal.it/empoli/cronaca/2018/09/20/news/voip-voice-diventa-piu-grande-nuova-sede-e-assunzioni-1.17268183

La Nazione Empoli – 20 Settembre 2018

Il Tirreno Empoli – 20 settembre 2018

Inaugurazione Nuova Sede – comunicazione post evento sabato 22 settembre

www.bitmat.it/blog/news/78641/voipvoice-inaugura-palavoip-la-nuova-sede-a-montelupo-fiorentino

www.toptrade.it/news/61445/una-sede-tutta-nuova-per-il-voip-di-voipvoice/#.W6n1OKTOOEc

www.datamanager.it/2018/09/inaugurato-il-palavoip-la-nuova-sede-voipvoice/

Inaugurato il PalaVoip, nuova sede di VoipVoice

www.mondo3.com/rete-fissa-internet/2018-09-24-voipvoice-sede.html

www.udite-udite.it/news-da/tecnologia-informatica/voipvoice-ha-inaugurato-la-nuova-sede-uffici-multimediali-e-smartworking-i-punti-fondamentali-dellazienda/

www.legginotizie.altervista.org/voipvoice-crede-nel-futuro-nuova-sede-e-assunzioni/

www.gonews.it/2018/09/24/inaugurato-palavoip-montelupo-fiorentino/

La Nazione Empoli – 26 settembre 2018

 

Il Palavoip | L’architettura

Progettare un fabbricato è come cucire un vestito su misura.

Non è solo un atto di ricerca della bellezza o dell’armonia come veniva definita un tempo: “Venustas”.

Non è solo la sfida tecnologica alla ricerca della sicurezza degli spazi : “Firmitas”.

Nemmeno la sola ricerca del benessere  e del giusto rapporto con lo spazio abitato della città: “Utilitas”.

Progettare e dirigere i lavori di uno edificio è sapere ricevere e proiettare le aspettative di chi lo vivrà, in un costante rapporto sinergico. Questo è stato “aedificare” la sede della VoipVoice.

Il nostro gruppo di architetti si è confrontato con i molteplici aspetti della realizzazione cercando di farle coesistere in unica sintesi: ci sono stati momenti difficili che hanno oltrepassato il confine del semplice rapporto professionale, ci sono stati momenti di stupore e di meraviglia.

Gli intenti della VoipVoice fin dall’inizio superavano, la semplice – a volte vuota – ricerca dell’effimero risultato, la domanda travalicava l’esigenza spaziale e quella della collocazione, ma si succedeva e si articolava durante i numerosi incontri a volte poco chiari nelle parole ma evidenti negli sguardi negli atteggiamenti e nella voglia di fare qualcosa d’importante.

Il progetto VoipVoice  rientra in quel filone di ricerca contemporanea dell’architettura che si confronta con la sfida ambientale in un susseguirsi di corollari che comprendono: il recupero di aree dismesse o non attuate, il cambiamento della struttura produttiva della società e la sfida e l’incentivazione del lavoro giovanile.

Su questi temi lo studio LDA.iMDA, con il progetto VoipVoice, è stato invitato in Inghilterra all’Università di Portsmouth per una Lecture dal titolo Fragility che ha riscontrato un notevole interesse scientifico.

Altri feedback positivi sono giunti con l’esposizione alla Triennale di Milano e la pubblicazione in una raccolta tra i migliori progetti di Interiors d’Italia, insieme alla candidatura per Miglior Architetto Italiano dell’anno – in attesa di esito.

PREMI:

  • The Plan Award 2018 – categoria office&business, progetto finalista: theplan.it/project_shortlist/1768
  •  Premio architetto italiano 2018: in attesa di esito.
  • Archmarathon Award 2018: candidati al premio.

 

PUBBLICAZIONI VOIPVOICE

 

DATE PRESENTAZIONE BEST ITALIAN INTERIOR DESIGN SELECTION:

  • Mostra Triennale di Milano: 15-20 Maggio 2018
  • Mostra Forlì Four Design: 24-30 Maggio 2018
  • Esposizione a Miami in occasione della premiazione di Archmarathon Award 2018: fall/winter 2018

 

Articolo a cura di Paolo Posarelli, titolare studio LDA.iMDA.

About LDA.iMDA
LDA_iMdA nasce nel 1999, dopo anni di ricerca presso la Facoltà di Architettura di Firenze, lo studio si dedica all´attività professionale. Vince premi e concorsi quali: Concorso #scuoleinnovative comune di Aviano (2017), Progetto per cinque aree degradate di Prato, Progetto per un´area balneabile a Castelnuovo Val di Cecina, progetto per un ponte sul Fiume Arno, Progetto per un polo scolastico a Caraglio, Premio Committenza Pisa, Menzione al Premio Architettura Toscana 2017 e al The Plan Award 2017, premio Design for All al Dedalo Minosse 2017. Nell´ambito del design vince: il Red Dot Award con Aria di Webert. LDA_iMdA è stato invitato in varie Università e pubblicato su riviste/libri tra cui: Paysage, Deezen, Archdaily, Domus, Interni, Almanacco degli architetti italiani di Casabella ed Exhibition Design 2, Catalogo Dedalo Minosse, Mark Magazine, l’ARCA International, Area, Domus web, Platform architecture and design. www.ldaimda.com info@ldaimda.it + 39 0571460477

Facce da Palavoip | I volti dell’Inaugurazione

Facce da Palavoip: noi, i nostri partner, familiari ed amici. Ecco alcuni dei momenti dell’inaugurazione catturati con il Simple Booth, una “selfie station platform” che ha lasciato ai presenti un ricordo fotografico!

 

Inaugurazione VoipVoice • Simple Booth Photography • www.simplebooth.it

Diario di Bordo Inaugurazione Palavoip 22 settembre 2018

Aspettando l’arrivo dei nostri ospiti.

L’accoglienza degli invitati.

Gli ospiti.

Le forbici per il taglio del nastro.

Simone Terreni, Managing Director VoipVoice, durante il suo discorso di benvenuto.

Il taglio del nastro.

Le visite guidate agli uffici VoipVoice.

Le musiche di Eka Project allietano la visita agli uffici.

L’aperitivo.

Il Simple Booth: per i nostri invitati un simpatico ricordo fotografico.

Tutto pronto per il taglio della torta nella piazzale d’ingresso.

La torta.

Il taglio della torta!

Brindiamo a VoipVoice!

Le scintille luminose a forma di V!

DiscoParty!

Happy together!!

VoipVoice: il Team!

Grazie a tutti i partner, familiari e amici che hanno scelto di festeggiare con noi l’inaugurazione della nostra nuova casa!

VoipVoice’s Team

 

PALAVOIP

La nostra nuova sede ci somiglia.

Sabato prossimo faremo l’inaugurazione. Per noi di VoipVoice sarà un evento unico e pieno di emozioniMostreremo a tutti la nostra nuova casa. Il nostro PALAVOIP!! È un edificio fortemente voluto, moderno, innovativo, digitale. Un edificio realizzato per esprimere concretamente quello che da anni stiamo diffondendo con il VoIP in giro per l’Italia e che doveva rappresentare al tempo stesso i nostri valori e le nostre caratteristiche.

Eccole:

APERTA

La nostra sede è Aperta. Di fronte all’ingresso invece di mettere il classico cancello abbiamo deciso di mettere una piazza. Un luogo dove incontrarsi, dove stare, parlare, vivere. Con tanto di sedute. Il concetto è che la nostra sede deve diventare un luogo vivo, aperto a tutti quelli che la frequentano, ci lavorano o partecipano a un evento, o semplicemente vengono a trovarci. Con quattro sale corsi, di cui una da 40 posti, il Palavoip diventa per tutto il territorio un luogo perfetto per fare eventi sul VoIP e non solo. Formazione, workshop, convegni.

SMART

La nostra sede è SMART. Vuol dire che nel nostro edificio, grazie alla progettazione degli spazi e la scelta degli arredi, non esiste più il concetto della scrivania fissa. Il lavoratore o il visitatore può scegliere di lavorare nella sua postazione, nelle sale riunioni, nella zona relax, nell’open space usando sgabelli alti, in cucina mentre beve una tazza di caffè, all’esterno dell’edificio o addirittura a casa sua o in hotel. Con un PC portatile e una cuffia wireless è possibile lavorare ovunque. Se nevica siamo tutti operativi da casa, se uno non vuol venire in ufficio ma vuol lavorare da casa, risparmiando tempo e non inquinando, con il VoIP si può. Volevamo dimostrare che lo Smart Working non solo è possibile ma anche applicabile.

DIGITALE

La nostra sede è tutta Digitale. Non troverete una sola linea analogica, nemmeno per il fax. Le nostre chiamate sono tutte digitali, tutte in VoIP. Non solo: non abbiamo archivi cartacei perché da anni facciamo l’Archiviazione Digitale e cerchiamo di stampare il meno possibile. La nostra azienda vive nel Cloud e sfrutta le autostrade digitali. Noi abbiamo già messo in atto quella Digital Transformation, indispensabile per riuscire a rimanere competitivi, che stiamo raccontando a tutti i nostri partner e clienti.

CONNESSA

La nostra sede è Connessa. Siamo stati i primi a portare la Fibra nella nostra zona industriale e grazie a noi altre aziende hanno potuto beneficiare di questi lavori. Oltre a una Fibra Dedicata, abbiamo altre due Fiber to the Cabinet su vettori diversi e ridondate, un collegamento WiFi sul tetto e una SIM di Backup. In pratica è impossibile rimanere fermi. Siamo continuamente connessi e a tutti i nostri ospiti diamo collegamenti dedicati. Si chiama Business Continuity, vuol dire dare servizi altamente performanti ai nostri clienti e prima di fornirli li abbiamo testati sulla nostra pelle.

GREEN

La nostra sede è Green. La nostra sede è a Impatto Zero, anzi forniamo l’Energia eccedente alla rete elettrica. Sul tetto abbiamo un impianto fotovoltaico che sostiene completamente i nostri impianti di riscaldamento (niente metano bruciato) e di condizionamento. Siamo ecologici, perché pensiamo che ognuno di noi può cambiare il mondo agendo con le proprie azioni. Concretamente. Si usano le energie rinnovabili. Non si pianta alberi dopo aver bruciato CO2. Ogni azienda ha il dovere di lasciare il mondo ai nostri figli meglio di come l’ha trovato.

INCUBATRICE

La nostra sede è un’Incubatrice. Nello spazio di Coworking possiamo accogliere liberi professionisti, Start Up, ragazzi che hanno voglia di crearselo il lavoro. Crearselo ma magari avere noi come punto di riferimento, formandoli, dandogli gli strumenti idonei per farli crescere e far sì che il futuro non sia incerto grazie alla nostra esperienza sviluppata nel passato. Inoltre il VoIP è la tecnologia giusta per aprire un’azienda in pochi minuti. Un collegamento a internet, un numero telefonico generato in un paio d’ore: nel nostro Coworking se entri oggi alle ore 9 alle ore 11 del giorno stesso sei già operativo. E se tra le varie realtà che verranno a vivere da noi riusciremo a trovare qualcuno in gamba, noi saremo pronti ad investirci, anche economicamente.

FUTURO

La nostra azienda pensa già al Futuro. VoipVoice pensava al futuro nel 2006 quando dodici anni fa è nata. Oggi stiamo già pensando agli anni prossimi futuri. Grazie a questi nuovi spazi saremo in grado di riuscire ad affrontare il futuro. Negli ultimi mesi abbiamo assunto sei persone. Ad ottobre comincerà una nuova selezione per la Receptionist e nel 2019 cercheremo una serie di nuove posizioni per incrementare la nostra rete vendita. Special Partner, District Manager e Tecnici preparati. Cercheremo di aprire due sedi a Milano e Roma. Insomma VoipVoice cresce e con lei crescono le persone.

Sabato prossimo inauguriamo il nostro PALAVOIP.
Per un giorno Montelupo diventa Capitale Mondiale del VOIP!

LA PERIFERIA DIVENTA CENTRO.
E noi faremo di tutto per rimanere il centro del VoIP in Italia il più a lungo possibile.
E ce la faremo.

Dopo la festa, dopo aver messo a posto bicchieri e piatti, spento la musica e le luci, mandato la gente a casa, guarderò negli occhi i miei ragazzi e dirò loro che questo non è un punto d’arrivo. Questa è la prima pietra per costruire un progetto ancora più grande. So già come reagiranno. Mi guarderanno, faranno un gran sospiro, sorrideranno con l’aria di quelli che la sanno lunga e diranno sicuri e più convinti di me:

ANDIAMO!!!

Simone Terreni, Managing Director VoipVoice

VoipVoice: la rete delle reti

Mancano pochi giorni all’inaugurazione della nostra sede.
Da qualche mese ci siamo trasferiti in un edificio moderno e nettamente più grande rispetto alla precedente sede. La nostra nuova casa ha tante nuove caratteristiche che la settimana prossima vi racconterò. Oggi però vi racconto il motivo per cui abbiamo come elemento caratterizzante la rete stirata in alluminio.

Quando cominciò la progettazione del nuovo edificio diedi come indicazione agli architetti che ci stavano lavorando che la nuova sede doveva avere un elemento distintivo. Cioè doveva essere un edificio che fosse un punto di riferimento, che si potesse notare, diverso dal tutto il contesto che c’era intorno. Naturalmente, tale elemento distintivo doveva essere coerente con i nostri valori.

Il lavoro dello Studio ldaImda portò subito a trovare come elemento distintivo questa rete stirata in alluminio. L’idea ci piacque perché ci rappresentava a pieno.  

La RETE di Internet, il Web, senza la quale non esisterebbe il VoIP, la voce che passa sopra l’Internet Protocol.

La RETE di rapporti che ci lega a tutti i nostri Rivenditori, che su tutto il territorio nazionale, vanno a mettere la faccia al posto nostro presso i loro clienti.

La RETE dei rapporti che negli anni abbiamo intessuto con i più importanti Vendor nazionali e internazionali che fa di VoipVoice la realtà nel settore del VoIP che vanta il maggior numero di queste collaborazioni certificate.

La RETE dei rapporti con tutti quei Distributori che insieme a noi stanno diffondendo la tecnologia VoIP, con prodotti e software, dando assistenza sia a livello di progettazione sia nella successiva assistenza post vendita.

La RETE di tutti quei Tecnici che con noi, insieme a noi, hanno aiutato tanti clienti e tanti partner a migliorare le loro competenze tecniche in un settore specifico così tosto e difficile, ma grazie a una parola magica, COLLABORAZIONE, hanno permesso di rendere efficace il VoIP in migliaia di linee.

VoipVoice è un’arma di costruzione di massa per il VoIP in Italia. Una RETE DELLE RETI.

In dodici anni abbiamo tessuto centinaia di relazioni e stabilito e costruito rapporti duraturi che hanno fatto di VoipVoice UN PUNTO DI RIFERIMENTO NAZIONALE. E fin da subito ci è interessato questo. Non importava fare fatturato a tutti i costi ma creare una massa critica che sviluppasse la digitalizzazione del paese. E oggi, a pochi giorni dall’inaugurazione di un edificio che ha come simbolo proprio la Rete, guardandoci indietro, crediamo di aver raggiunto questo obiettivo. Non solo. Proprio a pochi giorni da questo importante evento, dove tante persone giungeranno da tutta Italia e dall’estero per festeggiarci, vogliamo ribadire il concetto annunciando nuove partnership, nuove Certificazioni con brand importanti ed affermati del nostro settore e distributori che hanno avuto il coraggio di credere in noi facendo Accordi Quadro vantaggiosi per i nostri partnerDistributori:

AsitDistrilanMeta TelecomunicazioniNextmediaSintel Nuovi Brand Certificati: 

Fanvil InnovaphoneMediatrixPolycomSi tratta di aziende Italiane, Tedesche, Cinesi, Americane. E si parla di collaborazioni delle quali abbiamo dato ampia notizia sul web:

www.channelcity.it/distributori/15777/voipvoice-nuovi-accordi-di-distribuzione.html 

www.datamanager.it/2018/09/nuovi-accordi-quadro-e-nuove-interoperabilita-comincia-con-grandi-novita-il-settembre-di-voipvoice/

www.mondomobileweb.it/121840-voipvoce-tutte-le-novita-del-nuovo-anno-tra-accordi-quadro-e-interoperativita 

www.gonews.it/2018/09/07/voipvoice-riparte-nuovi-accordi-quadro-e-interoperabilita/

www.informazione.it/c/C4A427C9-9AE8-4F5B-95A0-34E57A5BB47F/Nuovi-accordi-quadro-e-nuove-interoperabilita-comincia-con-grandi-novita-il-settembre-di-VoipVoice

Queste partnership ci permetteranno di fare un ulteriore salto di qualità e di consolidare la nostra posizione, nel panorama italiano, come punto di riferimento per eccellenza sul VoIP.

Dove c’è VoIP, in Italia, c’è VoipVoice con tutta la sua rete di relazioni.

A cura di Simone Terreni