Blog

Appena ieri stavamo salutando gli amici dell’Umbria ed oggi siamo a Ancona per il VoipDay Marche.

Sulle spiagge del Mare Adriatico, abbiamo incontrato anche qui la nostra community di installatori partner e system integrator che vogliono conoscere di più del VoIP e soprattutto delle opportunità  che questa tecnologia innovativa offre.

Anche ad Ancona la giornata è volata veloce, con il nostro Francesco Fontanarosa, Area Manager Centro Italia, affiancato dall’instancabile Managing Director Simone Terreni, che ha illustrato tutti i nuovi processi aziendali, le soluzioni Voce e Connettività, i percorsi formativi che offriamo ma soprattutto, come anticipato, i vantaggi che si possono trarre dal VoIP e come promuoverlo.

A seguire, ciascun partner partecipante ha ricevuto un attestato di premiazione per poi passare ai vincitori del Contest “Nel Segno di Leonardo: Premio Innovazione per il VoIP”.

Proprio in questo momento, i nostri migliori partner ci hanno raccontato come il VoIP ha realmente portato miglioramenti nei processi e nell’organizzazione interna delle aziende clienti.

Al primo posto, Protocolli Creativi, che presenta il caso del loro cliente, l’officina Girometti & De Angeli. Prima del passaggio al VoIP, l’azienda si presentava come una realtà confusa e disorganizzata, dato che gestiva il traffico voce attraverso semplici SIM, con costi di gestione elevati e un risultato molto scadente, praticamente limitato alle funzionalità di base e al trasferimento di chiamata.

Il passaggio al VoIP ha rappresentato una vera e propria svolta, riducendo in maniera significativa i costi ed aumentando sia la qualità che la quantità dei servizi offerti alla clientela. Una vera rivoluzione per l’azienda!

La Girometti & De Angeli è una grande realtà che riceve circa 300 telefonate al giorno e, grazie all’inserimento dell’IVR per smistare le chiamate in ingresso al giusto interno, ha visto cambiare in modo notevolmente positivo il proprio lavoro. Sono stati integrati strumenti di UCC in un’officina di circa 20 dipendenti, presenti in una sede ampia 7000 mq. Gli strumenti hanno semplificato notevolmente le comunicazioni tra i reparti, offrendo a tutti la possibilità di risolvere con maggiore rapidità le problematiche che insorgono quotidianamente.

Sempre sul podio abbiamo il nostro partner IN4MATICA ci ha raccontato di due aziende appartenenti allo stesso proprietario, sue clienti dal 1993. Dopo l’ennesimo aumento delle bollette di fornitura dati e fonia del più noto operatore nazionale, le aziende ipotizzarono di adottare la tecnologia VoIP. (Piccola parentesi: nessun fornitore sano di mente si sognerebbe di rischiare con due clienti che ti seguono da oltre un quarto di secolo! Questo per notare quanta fiducia è riposta in questa tecnologia). Per installare il VoIP era necessario investire sull’infrastruttura centralino e sulle postazioni telefoniche. Un investimento che, dopo l’analisi, poteva essere assorbito in meno di 8 mesi.

Le Aziende avevano un contratto ISDN multi-numero, due linee telefoniche standard e due linee dati ADSL. Il tutto gestito da un centralino ISDN/Analogico che permetteva l’uso di 10 postazioni telefoniche. Il centralino, usato in maniera più che tradizionale, permetteva loro di distinguere quale fosse l’Azienda chiamata tramite lo squillo di diversi apparecchi telefonici, ovviamente il passare le chiamate o metterle in attesa, e di impostare l’inserimento ed il disinserimento della segreteria telefonica su nastro, alla quale venivano indistintamente reindirizzate le chiamate entranti. La spesa mensile si aggirava attorno ai 400€ + IVA. Grazie all’intervento di IN4MATICA, le Aziende hanno avuto una connessione Fibra adeguata alle esigenze di entrambe, quattro trunk VoIP multicanale (per mantenere i loro numeri telefonici storici) ed un centralino VoIP Nethesis. Hanno mantenuto alcune postazioni analogiche ma sostituito sei postazioni con terminali VoIP-based. Dopo una fase iniziale di assestamento, nella quale gli operatori hanno preso confidenza con le apparecchiature e con il nuovo modo di operare attraverso le opportunità messe a disposizione dalla tecnologia VoIP, proprio queste opportunità hanno agevolato, modificato e reso più produttivo tutto il processo organizzativo.

L’installazione del VoIP ha reso più facili operazioni prima impossibili o decisamente complesse. Ad esempio, le chiamate per l’una o per l’altra azienda squillano con toni diversi. Ora è immediato capire quale azienda viene contattata. Ancora, le segreterie telefoniche in pausa pranzo ed oltre l’orario lavorativo si inseriscono automaticamente (ma possono essere disattivate se qualcuno rimane in sede) reindirizzando le chiamate sulle voicemail. Per fare altri esempi: se l’interno richiesto o il destinatario principale delle telefonate non risponde, le stesse vengono reindirizzate automaticamente ad altri interni o, in alternativa, alla voicemail. Nessuna chiamata viene persa. Sono stati attivati i servizi di account multipli e di numeri alternativi per l’account. Se un utente vuole essere raggiunto anche se fuori ufficio, la chiamata a lui destinata viene inoltrata all’APP softphone del suo smartphone o direttamente al suo numero cellulare. Sono stati attivati interni per i responsabili commerciali che sono distribuiti in ogni regione di Italia. Se gli operatori o una chiamata vede come destinatario uno di loro, non occorre ricordarsi il numero di cellulare ma basterà inoltrare la chiamata verso il loro interno. Possono pianificare anticipatamente le chiusure aziendali (ferie natalizie, estive, pasquali, ecc..) ed il centralino attiverà la segreteria in maniera automatica e differenziata per le due aziende. Tutti i messaggi registrati sono inviati via mail all’indirizzo del titolare. É possibile la registrazione delle telefonate sia in modalità automatica (viene annunciato da messaggio vocale) sia in maniera puntuale su singola chiamata.

La due giorni nel centro Italia si è conclusa, ma non il nostro Giro d’Italia in VoIP!!

Appuntamento questa settimana con i VoipDays Liguria e Piemonte!

Il nostro tour in giro per l’Italia continua, e no, anche se effettivamente stiamo vedendo le meraviglie d’Italia, non aspiriamo a far concorrenza ad Alberto Angela! Il nostro giro d’Italia, meglio conosciuto come VoipDays, è il tour del VoIP, un’occasione per incontrare in ogni regione la nostra Community di System Integrator, Partner ed Installatori, un modo per fare networking, rigorosamente  human to human.

Così il 20 giugno, il nostro Managing Director Simone Terreni, e Francesco Fontanarosa, Area Manager Centro Italia di VoipVoice, sono stati tra i borghi medievali dell’Umbria, per esser più precisi a Perugia, ad incontrare la community di partner regionale. Un incontro intimo e piacevole per parlare delle nostre soluzioni, i nostri servizi, le nuove offerte della Business Continuity e dell’Opzione Router e i percorsi formativi che offriamo, nonché tutti i vantaggi che si possono trarre dal VoIP.

Come di consueto, anche a Perugia abbiamo lanciato il Contest dedicato all’ Innovazione Tecnologica con il VoIP e il premio “Nel Segno di Leonardo: Come il VoIP ti ha cambiato la Vita”.

L’iniziativa vuole premiare le aziende che si sono particolarmente distinte per aver proposto ai clienti soluzioni organizzative innovative caratterizzate dall’impiego della tecnologia VoIP VoipVoice, insieme agli strumenti di Unified Communication & Collaboration, e che abbiano permesso un cambiamento radicale dei processi e delle modalità lavorative all’interno dell’azienda cliente stessa.

Dopo aver riconosciuto degli attestati a ciascun partner, e aver ascoltato alcuni case history, sono stati annunciati i vincitori del Contest:

1° Classificato: COMPUTERRIVO

2° Classificato: CIPS

3° Classificato: H.24

Conosciamo meglio il vincitore primo classificato del Contest: COMPUTERRIVO! L’azienda nasce dall’esperienza di Stefano Intini e sua moglie Cinzia, con l’aiuto di professionalità operanti nel settore informatico con esperienza decennale nella consulenza, assemblaggio di sistemi, configurazione hardware, progettazione e realizzazione di sistemi integrati, software, reti aziendali, centralini telefonici IP, siti internet, web agency e comunicazione a 360°.

La Ferramenta Centro Italia, cliente di Computerrivo e esempio di Case History, nasce nel 2001 dall’esperienza maturata negli anni dell’attuale titolare Stefano Petrarchini, il quale, nel 1990, rilevò la piccola ferramenta storica del borgo per portarla all’azienda che oggi fattura alcuni milioni di euro. Negli anni Stefano inserisce in organico personale valido con il quale aumenta la qualità dell’azienda intuendo che la sua ferramenta poteva crescere ancora di più in tanti settori specifici. Così crea una nuova società con i due nuovi soci (Daniele e Matteo) e nasce la Ferramenta Centro Italia.

Fino al 2017 la Ferramente Centro Italia, lavorava con connettività ADSL Telecom 20Mbps e 2 borchie ISDN mononumero gestendo le chiamate tramite telefoni cordless, senza centralino e interni con costi elevati e nessun servizio a valore aggiunto, passandosi i telefoni manualmente fra tutti i reparti, come: pronto intervento, amministrazione, banco, ordini telefonici (shop online), resi, logistica, tutto in un’unica sede.

Attualmente hanno aggiunto una sede periferica per lo shop online, magazzino e logistica collegata con la sede centrale (punto vendita) tramite VPN, grazie ad una linea VDSL e radio (backup) nel punto vendita ed una connettività solo radio nella sede periferica (magazzino, con unica possibilità di copertura di connettività) e videosorveglianza costante con 12 telecamere IP fra le due sedi. Grazie a questo tipo di connettività è stato possibile implementare il centralino VoIP-based 3CX, telefoni VoIP, avvisatore acustico per il magazzino ed una serie di risponditori (IVR) creati ad hoc per gestire tutti i reparti con semplicità e grande efficienza con grande risparmio di tempo.

I vantaggi in termini di processo e snellimento del lavoro sono stati immediati, l’efficientamento organizzativo e aziendale completamente migliorato. Alcuni reparti, quale ad esempio il pronto intervento, attualmente, lavorano tramite softphone e non necessitano più di hardware. Grazie anche alle feature del software, è possibile dirottare e dare indicazioni precise ai clienti che chiamano anche in orario di chiusura del punto vendita/reparto di interesse, integrando inoltre la rubrica telefonica con Microsoft Outlook, per una completa integrazione e per gestire così tutta la coda delle chiamate in ingresso.

La Ferramenta Centro Italia è un’attività nata dalla piccola ferramenta storica del borgo, e grazie alla capacità di adattamento e all’innovazione si è trasformata poi in azienda capace di fatturare alcuni milioni di euro. Un bellissimo esempio di come non è vero che l’innovazione si contrappone alla tradizione, anzi, è grazie ad essa che una realtà storica possa continuare ad esistere.

Menzione speciale per H24.it, un’azienda che offre servizi informatici a enti ecclesiastici. In particolare gestisce l’assistenza alle Diocesi Italiane sui sistemi di gestione delle curie diocesane. Svolge la sua attività a Perugia, dove, a partire dal 2012 ha implementato il nuovo centralino voip di una importante realtà. Il cliente ha due sedi principali e alcune sedi secondarie.

Prima del nuovo centralino, le due sedi non erano interconnesse e tutte le comunicazioni avvenivano tramite fonia tradizionale. Grazie all’intervento di H24.it è stata implementata la tecnologia VoIP di VoipVoice su piattaforma 3CX. La presenza di un unico centralino permette una più efficiente gestione delle comunicazioni ad intra.

Inoltre, la dismissione delle linee ISDN necessarie per la selezione passante ha comportato un considerevole risparmio.

Flessibilità, produttività, mobilità, eco-sostenibilità e risparmio economico sono solo alcune delle leve fondamentali per le quali il VoIP è una tecnologia profondamente innovativa e anche questo VoipDay ce lo ha ricordato!

Il VoipDay Umbria termina e noi siamo già in viaggio per Ancona, per il VoipDay Marche!

Ecco alcune foto scattate durante l’evento:

 

 

Dato che il sole di Napoli ci è piaciuto, i VoipDays hanno fatto tappa in un’altra meravigliosa città di mare del Sud Italia, Bari. Non è un caso se un celebre proverbio barese recita: “Se Parigi teniv ‘u mare, iev ‘na piccola Bari” ovvero “Se Parigi avesse il mare, sarebbe una piccola Bari“. La città barocca, nella sua eleganza e bellezza, ha fatto da scenario al nostro meeting. Anche qui abbiamo incontrato la nostra Community di System Integrator, Partner ed Installatori bella numerosa!

È stato un bel momento per rivedersi tutti, e soprattutto per associare un volto ad un nome, dopo tante e mail e conversazioni telefoniche. Inoltre la tappa di Bari ha un significato ben particolare per la nostra Annamaria Pugliano, che proprio qui, due anni fa si presentò e da lì non ha più lasciato il team di VoipVoice. Un anno fa, la nostra attuale Area Manager Sud Italia e Isole, già esperta del settore ICT e telefonia, ha incontrato per la prima volta Simone Terreni proprio al VoipDay Puglia 2017. Con la sua preparazione e caparbietà, la richiesta di entrare in casa VoipVoice non è tardata ad arrivare!

Dopo il percorso di inserimento professionale, corsi di aggiornamento (e intanto anche il conseguimento della laurea magistrale in Economia con il massimo dei voti!), martedì 11 giugno, Annamaria si è messa dall’altro lato del palco a presentare ai partner VoipVoice i nostri servizi, inclusa la nuova Business Continuity e la rinnovata offerta dell’Opzione Router, i percorsi formativi che offriamo, nonché tutti i vantaggi che si possono trarre dal VoIP.

Un esempio? Beh, ci sarebbe da dire che Anna lavora con il team una settimana al mese da casa a Bari, in modalità Smart Working, che per noi è realtà! Ma per ora ritorniamo al VoipDay Puglia!

Dopo le presentazioni aziendali e dei vari partner presenti, saliamo subito sul podio per il Premio “Nel segno di Leonardo. Premio Innovazione per il VoIP”.

 

Primo Classificato

Al primo posto abbiamo Deslab snc, che ha presentato il caso di IP Cart, azienda specializzata nella produzione e personalizzazione di articoli monouso per la ristorazione. Prima dell’intervento di Deslab, l’azienda era configurata con un centralino ISDN tradizionale e classica borchia ISDN mononumero.

Non esisteva un sistema di smistamento automatico delle chiamate, per cui ad ogni telefonata, squillavano contemporaneamente tutti gli interni, il primo operatore che rispondeva aveva il compito di passare la chiamata all’interno desiderato. Una borchia analogica era dedicata esclusivamente al fax fisico, sempre in funzione, stampando anche fax promozionali, con un evidente spreco di carta.

Crescendo, l’azienda ha trasferito la nuova sede in un nuovo locale, per il quale è stata progettata l’intera infrastruttura informatica di rete telefonica basata su tecnologia “full IP”. I vantaggi in termini di operabilità sono stati subito evidenti: rubrica centralizzata e condivisa, messaggistica interna aziendale, smartphone e tablet configurati come interni telefonici anche in mobilità, integrazione con Outlook, audio e video conferenza… e queste solo per citarne alcuni! La scelta di affidarsi al provider VoipVoice ha poi portato IP Cart ad ottenere numerosi benefici in termini di costi e di Business Continuity, grazie ai servizi di backup in caso di mancata registrazione e alla doppia connettività ridondante.

Abbandonata la macchina fax sostituendola con un VoipFax, l’azienda ha apprezzato la comodità di inviare e ricevere fax attraverso l’e-mail, e soprattutto l’evitare di stampare qualunque messaggio arrivi, con un notevole risparmio anche in termini di impatto ambientale.

Secondo Classificato

Il secondo premiato è TNTSOLUZIONI s.r.l.s.: il suo cliente opera nella gestione dei sinistri assicurativi e della liquidazione delle pratiche di sinistro.

Il cliente ci ha contatto nel 2017 per la sostituzione della centrale telefonica in uso. Analizzando le sue esigenze operative, scopriamo una realtà operativa ed economica caratterizzata da inadeguatezze e sprechi. Il cliente ha cinque sedi operative distribuite sul territorio nazionale, con cinque centrali telefoniche di altrettanti produttori. Le sedi erano tutte scollegate, addirittura ognuna con un fornitore di connettività dati e voce diversi. Ovviamente questo ha portato ad una gestione contabile farraginosa e costi quintuplicati” – ha affermato Nicola Turturro, Responsabile TNTSoluzioni.

Nasce da queste considerazioni l’idea di presentare un progetto che centralizzasse gli accessi voce e gli interni di tutte le sedi e di proporre un unico fornitore di servizi di connettività e voce, indovinate chi… VoipVoice! Il progetto presentato, ad oggi in essere, ha previsto l’installazione di un’unica centrale telefonica VoIP nella sede principale di Lecce, la migrazione di tutte le numerazioni voce pubbliche, analogiche e ISDN su piattaforma VoIP, la fornitura di connettività XDSL Fibra 50 per il collegamento tra le sedi secondarie verso la principale con Tunnel VPN e tutti gli interni.

Va da sé che, per quanto un progetto possa essere valido e tecnologicamente avanzato, non c’è miglior argomento del risparmio economico che convinca il cliente alla sua approvazione. Nonostante lo stravolgimento tecnologico e l’installazione di nuovo hardware, considerando solo il costo ricorrente delle bollette dei precedenti provider di telecomunicazioni, il cliente ha ammortizzato l’investimento in sei mesi e ha successivamente ottenuto un risparmio ricorrente del 40%. Sebbene anticipati in fase di trattativa, solo ad installazione completata il cliente si è reso conto dei notevoli benefici operativi ottenuti e ha realmente apprezzato il risultato!

Terzo Classificato

Al terzo posto Prometeo srl. Il suo case history riguarda un complesso turistico alberghiero operante sin dagli anni ’70. II Villaggio disponeva di oltre 200 unità abitative: prima dell’introduzione del VoIP, il cliente aveva diverse linee telefoniche ISDN e RTG attestate su un centralino tradizionale e diversi interni telefonici sparsi per il Villaggio.

Purtroppo ogni anno doveva investire nel rifacimento dell’impianto telefonico in quanto i cavi si deterioravano o si interrompevano causa roditori, oltre ad avere dei costi di una certa importanza per i canoni mensili delle linee. Data l’estensione del Villaggio, i manutentori dovevano essere ogni volta chiamati sul cellulare con conseguente aggravio dei costi GSM. Il tutto era ancor più grave se si venivano a creare situazioni di emergenza e non si potevano chiamare i soccorsi. 

Con il VoIP il cliente ha potuto beneficiare della riduzione dei costi di canone delle linee telefoniche di oltre il 50%. Inoltre, ha apprezzato la flessibilità e la disponibilità degli operatori che lavorano presso VoipVoice nella soluzione di problematiche e/o cambi di contratti a differenza della burocrazia che vige sugli operatori tradizionali quali Tim, Fastweb, Wind, etc. Con l’utilizzo del centralino VoIP di 3CX può beneficiare di molti più servizi rispetto ai centralini tradizionali senza ulteriori aggravi di costi, quali IVR a vari livelli, servizi personalizzati di cortesia e musiche attesa, code chiamate, deviazioni di chiamate, la possibilità di essere sempre raggiungibili grazie alle App installabili sugli smartphone anche se si è fuori sede.” racconta Cosimo Bruno Calabretta, Responsabile Tecnico di Prometeo.

Con l’utilizzo del centralino 3CX, il cliente ha la possibilità tramite il web-client di poter gestire in autonomia le funzionalità del centralino, inserire una rubrica condivisa generale in modo molto semplice, gestire gli stati dell’interno (disponibile, uscito, non disturbare, etc), avere lo storico delle telefonate e chiamate perse, utilizzo della voicemail e ascolto diretto dei messaggi lasciati in segreteria, fare conference audio e videoconferenze, webmeeting. Altra funzionalità molto gradita dai clienti è la possibilità di gestire il telefono dal web-client senza utilizzare fisicamente il telefono per fare chiamate e ricevere (se si usa una cuffia) o prendere un numero di telefono da un sito web o altro e fare semplicemente un copia incolla del numero per comporre lo stesso senza digitarlo manualmente dall’apparecchio telefonico, con un risparmio di tempo non indifferente.

La nostra giornata pugliese si conclude qui, dopo un incontro human-to-human all’insegna della tecnologia, ci congediamo dai nostri amici per dirigerci verso il capoluogo umbro, appuntamento a Perugia il 20 giugno!

Stay tuned!

Questo il nostro album fotografico dell’evento:

   

Siamo affamati e siamo folli. Noi di VoipVoice non ci accontentiamo e mettiamo un pizzico di follia in ogni cosa che facciamo. Cerchiamo, sperimentiamo, falliamo, ci rialziamo, e continuiamo a cercare, sperimentare e innovare.

In soli sedici mesi abbiamo lanciato fuori 12 novità!! 12 nuovi servizi, 12 attività che a Febbraio 2018 non c’erano. Una cosa impressionante! Una pazzia, considerando la nostra realtà, considerando i ritmi, i tempi. Ma la fame è fame e non la plachi facilmente se ce l’hai. E la nostra è tanta.

A SMAU Bologna abbiamo presentato altre due novità.

NOVITÀ NUMERO UNO: LA BUSINESS CONTINUITY

Quando una connettività, una fibra, va giù, attraverso l’apparecchio che vedete che sto mordendo parte automaticamente una seconda connessione basata su tecnologia 4G, mantenendo il medesimo indirizzo IP.  Magari vi sembrerà tecnicese ma in pratica un’azienda non rimane mai ferma e se ha un disservizio sulla connettività principale continua a navigare e a lavorare senza accorgersi di niente e senza dover riconfigurare gli apparati. In quest’era digitale in cui dobbiamo rimanere SEMPRE connessi, in cui se un’azienda non può usare internet per un’ora ha dei danni economici pazzeschi, la Business Continuity è la soluzione che mancava. È un servizio al quale noi di VoipVoice stavamo lavorando da tre anni e al quale tenevo moltissimo. Per due volte abbiamo fallito nel realizzarlo ma finalmente ce l’abbiamo fatta!!

NOVITÀ NUMERO DUE: LA NUOVA OFFERTA OPZIONE ROUTER

Siamo gli unici Provider a livello Europeo (sì avete letto bene, Europeo) certificati da Draytek, un’importante azienda produttrice di Router della Corea del Sud. Chi è del settore conosce bene il valore di questo prodotto. Da oggi diamo la possibilità ai nostri partner e clienti di installare questi ottimi apparecchi presso le loro sedi. Ma attenzione! Per noi di  VoipVoice è solo una possibilità, non la regola. Un’opzione per l’appunto! Ogni cliente ha il diritto di scegliere l’apparato di accesso alla rete che vuole! W il modem libero! 

La nostra fame, la nostra follia non si fermano certo qua.
Abbiamo già cominciato a fare i primi test del 13esimo servizio che presenteremo a settembre e siamo nella roadmap per la quattordicesima novità che vorremo presentare a SMAU Milano a fine ottobre. Il motivo per non fermarsi mai? Beh vengono a mente sempre le parole di Steve Jobs:

Il vostro tempo è limitato, per cui non lo sprecate vivendo la vita di qualcun altro. Non fatevi intrappolare dai dogmi, che vuol dire vivere seguendo i risultati del pensiero di altre persone. Non lasciate che il rumore delle opinioni altrui offuschi la vostra voce interiore. E, cosa più importante di tutte, abbiate il coraggio di seguire il vostro cuore e la vostra intuizione. In qualche modo loro sanno che cosa volete realmente diventare. Tutto il resto è secondario.

A cura di Simone Terreni, Managing Director VoipVoice

Rassegna Stampa in aggiornamento:

Data Manager

TOP Trade

BitMat

Mondo3

Udite Udite

Dopo le prime due tappe in alto nord, con una primavera che a sorpresa di tutti non riusciva ad arrivare, per i VoipDays siamo approdati in Campania, esattamente a Castellammare di Stabia, città di mare in provincia di Napoli.

A pochi chilometri dalla penisola Sorrentina, qui ci ha accolto la primavera. Davanti a noi, un panorama che ci ha lasciato senza fiato, mare e cielo ci hanno accecato con il loro azzurro intenso, ché siamo rimasti lì, imbambolati in un momento di estasi.

Dopo aver raggiunto il nirvana, la pace zen e qualunque altra epifania spirituale possibile, siamo tornati in terra e ci siamo resi conto che… la sala era PIENA!!!  Eh sì, perché la Campania è una delle regioni con il maggior numero di partner aziendali VoipVoice.

Qui è molto presente e attiva la nostra community di installatori, System Integrator e partner, e ogni volta il VoipDay è un’occasione per confrontarci e mostrare appieno le opportunità che possono nascere dal VoIP.

Simone Terreni, Managing Director, accompagnato da Gerardo Guadagno, District Manager Campania, e Annamaria Pugliano, Area Manager Sud Italia e Isole, hanno illustrato i nostri servizi, le offerte e i percorsi formativi che offriamo.

Ma soprattutto è stato un momento per confrontarci e ascoltare i Case History dei partner vincitori del Contest “Nel Segno di Leonardo: Come il VoIP ti ha cambiato la Vita”.

Primo Classificato

Al primo posto IOTATAU, che tra i clienti nel settore turistico e alberghiero annovera il Gruppo Tofani, proprietario in Sorrento di diversi hotel e ristoranti.

Il cliente possedeva un numero eccessivo – ben 12! – e conseguentemente mal organizzato – di linee telefoniche tra analogiche ed ISDN.

Naturalmente ciò generava un importante dispendio di risorse economiche ed una scarsa efficienza di gestione del proprio business, considerando che tutte le prenotazioni dei servizi offerti dalle strutture avvenivano e avvengono prevalentemente attraverso il telefono.

“Con gli strumenti offerti da VoipVoice, abbiamo attivato un proficuo approccio consulenziale atto a ridurre i costi e migliorare il business del nostro clienteha spiegato Andrea Colonna, IT Director Iotatau – Innanzitutto abbiamo intrapreso un processo di bonifica, riduzione e ridistribuzione delle risorse, che ha permesso da subito di generare una evidente salvaguardia degli sprechi. Di conseguenza, si è realizzata un’economia nella gestione dei flussi delle fatture passive dei fornitori telco. Il cliente è stato da subito più efficace nel gestire le prenotazioni, ha notato il risparmio economico e ora ha già manifestato l’interesse di aggiungere il backup 4G.

 

Secondo Classificato

Al secondo posto Smile Informatica che ha presentato come Case History l’attività svolta per Peritogroup, un concessionario BMW plurimandatario con sedi a sud e nord Italia, un’azienda dinamica che investe nella tecnologia e che è riuscita in poco tempo a informatizzare tutte le sedi. Peritogroup aveva inizialmente un centralino analogico con oltre 30 interni, 3 linee ISDN, 1 SIM dati, 2 fax e 3 linee vdsl/adsl. Ovviamente la bolletta era normalmente di migliaia di euro al mese. La gestione dell’IT era molto difficile, senza possibilità di controllo e reportistica.

Il passaggio al VoIP ha permesso l’adozione del centralino 3CX, dei dispositivi DECT all’interno del magazzino e l’implementazione di un CRM.

A distanza di pochi mesi l’azienda ha già ottenuto ottimi risultati strutturando un flusso di controllo sulle chiamate in ingresso e centralizzando le informazioni sul CRM.

Alla domanda “Se il cliente è contento e che strumenti utilizza adesso”, Massimo Bartalotta di Smile Informatica ha risposto: “Adesso tutto è VoIP! Gli abbiamo centralizzato tutti i flussi di chiamate. Grazie alla connessione diretta al CRM, ha tutte le informazioni di chi chiama e l’operatore telefonico riesce a gestire rapidamente le telefonate e non ha necessità di smistarle ai diversi reparti interni chiedendo informazioni su chi lo avesse prima contattato, alleggerendo di molto il lavoro di tutti.”  Attualmente Peritogroup sta valutando l’implementazione anche altre soluzioni di Business Continuity VoipVoice con linee di Backup Dati, WDSL e connettività satellitare. Semplicità ed efficienza ai massimi livelli.

 

Terzo Classificato

Al terzo posto troviamo PC Alive Consulting, che ha presentato il caso di un suo cliente originariamente dotato di un’infrastruttura non adeguata e molto dispendiosa.

Le linee ISDN erano spesso sature e gli stessi operatori avevano difficoltà a lavorare, a causa delle attese per accaparrarsi la linea libera.

Il cliente ha poi cambiato sede, cosa che ha causato ulteriori problemi dovuti alla migrazione delle linee. Un disastro!

Abbiamo introdotto il VoIP – racconta Vincenzo Di Capua di PC Alive Consulting  – e in questo modo la gestione è totalmente cambiata. L’azienda ha potuto prendere il controllo sui propri numeri telefonici. Grazie al centralino VoIP digitale, è stato possibile configurare anche numeri interni per le risorse in remoto, non più vincolate alla presenza fisica. L’azienda ha effettuato un secondo trasloco, ma in questo caso la migrazione è stata molto più facile e veloce, grazie alle interconnessioni VPN su interfaccia LTE. Attualmente il titolare è in grado di operare in modalità smart.”

Dato il numero entusiasmante di case history pervenuti per questo appuntamento, abbiamo deciso di assegnare due menzioni speciali!

La prima è per va a SERVER srl. Il suo cliente è un rappresentante di abbigliamento, con sede in un prestigiosissimo e centralissimo edificio, vincolato dalla sovraintendenza. Alle difficoltà strutturali dell’edificio si aggiungeva la difficoltà nel garantire la portabilità dei numeri telefonici storici da parte dei gestori.

Server ha sperimentato così una sede periferica, interconnessa con la principale, con il centralino telefonico e con tutti gli altri servizi informatici. Nonostante le problematiche iniziali indotte da una connettività scadente, l’esperimento ha successo grazie all’introduzione di una nuova connettività, producendo lo spostamento nella sede periferica di un numero crescente di collezioni.

La sede “periferica” è stata così ampliata e, con il trasferimento della direzione e della segreteria, si è trasformata nella sede “principale”; la sede storica resta attiva con un ruolo minore ma possiede sempre la localizzazione delle linee telefoniche principali, ancora non modificabili.

Il successo della nuova sede spinge però il cliente ad un ulteriore ampliamento e la disponibilità di una doppia connettività di buona qualità ha permesso la migrazione in VoIP di tutte le linee telefoniche storiche che sono attestate nelle nuova sede fino a determinare il ridimensionamento della sede originaria. Prossimo step?! L’eliminazione dei cordless e la sostituzione con softphones su cellulari sotto copertura wifi.

La seconda menzione speciale è stata invece assegnata a Office Service. Il suo cliente è una concessionaria di auto, con diverse sedi. In ogni sede esisteva un sistema telefonico tradizionale, un centralino con alcuni interni digitali ed i restanti BCA analogici, connettività per la fonia ottenuta con canali voce ISDN, linee e numerazioni dedicate per i FAX. Questo comportava costi molto elevati ed una gestione caotica delle telefonate.

Il committente ha deciso di intraprendere un progetto di modernizzazione, optando per la tecnologia VoIP. Tutte le linee esterne sono state migrate con VoipVoice e collegate al CRM del committente.

E’ stato utilizzato il software CTI migliorando di fatto la comunicazione e la collaborazione sia all’interno che oltre i confini aziendali, con partner, clienti e fornitori, ottimizzando i processi di lavoro e la qualità del servizio offerto. Grazie alla tecnologia VoIP, si è ottenuto un vero sistema di “Unified Communication & Collaboration”.

La tappa campana, in un clima di serenità, allegria e networking si è conclusa con anche un brindisi di auguri di buon compleanno per il nostro Managing Director Simone Terreni!

Lasciando l’azzurro della Penisola Sorrentina, ci avviamo verso un altro panorama marittimo: Bari. L’appuntamento è per martedì 11 giugno con il VoipDay Puglia!

 

 

Ecco il nostro reportage fotografico dell’evento:

 

Abbiamo raccontato di noi, di VoipVoice, di come abbiamo introdotto lo Smart Working e di come sia poi cambiato il lavoro di tutti al nostro interno. E ci hanno premiati!

Ecco un’altra grande soddisfazione per tutto il nostro team e per il Managing Director, Simone Terreni, che giovedì 23 maggio scorso ha ritirato il premio al Forum UCC & Social Collaboration, durante la Settimana del Lavoro Agile promossa dal Comune di Milano.

VoipVoice è stata premiata nella categoria “Lavoro Agile & Digital Workplace” per essere un  “esempio di applicazione di Smart Working per i propri dipendenti che lavorano con obiettivi e in mobilità; per essere un’azienda che organizza corsi di certificazione per i propri Partner per attivare soluzioni VoIP e di UC che abilitino i programmi di Lavoro Agile“.

Nella nostra partecipazione al Bando di Gara promosso dal Forum UCC & Social Collaboration, abbiamo parlato della nostra sede, il Palavoip, attrezzata con aree relax per lavorare in comodità e zone di isolamento per essere più concentrati, wifi ovunque ovviamente per annullare il concetto di postazione fissa. Certo ci sono anche le scrivanie, ma ognuno può scegliere di lavorare dove si trova più comodo. E poi la trasparenza, la continuità professionale da un reparto all’altro: vetri trasparenti in tutti gli ambienti – se non sono open space – perchè tutto deve permettere l’interconnessione tra le varie persone. E sempre parlando della sede, abbiamo mostrato come sia completamente autosufficiente dal punto di vista energetico (grazie ai nostri pannelli solari), con una raccolta differenziata al 95%. Ancora, per restare in tema di ecosostenibilità, abbiamo raccontato della certificazione green per l’utilizzo cloud dei data center a impatto zero.

La sede per noi è uno dei modi migliori per raccontarci come azienda, per mostrare come realmente mettiamo in pratica lo Smart Working grazie al VoIP e alle soluzioni di UCC, impostando web meeting, calendarizzati per affrontare argomenti anche a distanza, e soprattutto organizzando il lavoro per obiettivi, indipendentemente da dove vengono svolti, per cancellare il concetto di timbratura del cartellino.

Essere stati premiati per il nostro lavoro e per la formazione che promuoviamo con i Partner dal Forum UCC è per noi motivo di orgoglio e soddisfazione!

Da oltre 10 anni il Forum UCC promuove la diffusione dei servizi di Social Collaboration e Comunicazione Unificata.  “Il Forum UCC si presenta come promotore di comportamenti virtuosi e, attraverso l’adozione di soluzioni UCC, evidenzia vantaggi per le aziende e benefici per i lavoratori (risparmio di tempo) e per l’ambiente (riduzione delle emissioni e dei consumi energetici). Il Forum promuove, altresì, modelli di sharing economy, ovvero di condivisione e collaborazione nelle nuove modalità di organizzazione agile.” – ci ha raccontato Mario Massone, presidente e fondatore del Forum, in una nostra precedente intervista.

Non a caso l’evento si è svolto in occasione della Settimana del Lavoro Agile promossa dal Comune di Milano – un’iniziativa per conoscere gli strumenti e le procedure che facilitano lo Smart Working, vedere da vicino degli esempi e dei casi di successo di chi lo ha già applicato nella propria realtà aziendale. Ancora, quali sono le soft skill e le competenze trasversali utili per supportarlo, dalla gestione delle HR, alla formazione professionale per poter lavorare in modalità smart, al lavoro per obiettivi etc.

VoipVoice è stata individuata come uno tra gli esempi migliori di messa in atto dello Smart Working. Siamo veramente contenti di rientrare nelle aziende più virtuose e che la nostra professionalità e passione siano state riconosciute e premiate – commenta Simone Terreni – per noi il VoIP non è solo il core business aziendale, non è solo lavoro ma è uno strumento per ridefinire i paradigmi moderni del modo di lavoro. Noi ci crediamo al punto che lo abbiamo applicato noi stessi nel lavoro.”

Questo riconoscimento conferma che il nostro approccio è vincente per essere parte attiva al cambio di paradigma lavorativo: grazie al VoIP, al Cloud, alle connettività performanti e alle soluzioni di Unified Communication & Collaboration, è possibile creare quell’insieme di circostanze che rendono lo Smart Working realmente applicabile e non una realtà lontana. Ne siamo certi e continueremo a impegnarci per diffondere ancora di più il VoIP come strumento di innovazione nelle aziende italiane.

Ringraziamo Mario Massone per averci segnalato il Bando e l’opportunità di presentare VoipVoice e i nostri servizi, è stato davvero un grande piacere e onore!

Link all’articolo sul sito del Forum UCC.

 

Continua il tour sul VoIP che, dopo l’esordio in Friuli Venezia Giulia, è stato martedì 21 maggio a Bolzano per la tappa trentina. Noi di VoipVoice abbiamo voluto accogliere i partecipanti in una location d’eccezione, la Fondazione Museion.

Il museo d’arte moderna e contemporanea ci ha impressionati con la sua architettura, dal forte impatto visivo, con le sue grandi facciate trasparenti, che mettono in comunicazione il centro storico e la città nuova di Bolzano.

In questa cornice singolare abbiamo parlato di comunicazione VoIP a 360°, presentando VoipVoice alla platea di partner, installatori e System Integrator professionisti della telefonia.

Il VoipDay Trentino Alto Adige è stata un’occasione per Simone Terreni, Managing Director, e Matteo Martellacci, Area Manager Nord Est Italia, di illustrare i nostri servizi e i percorsi formativi che offriamo, ma soprattutto per far comprendere appieno le opportunità che possono nascere dal VoIP.

Rispettando appieno lo spirito per cui sono nati i VoipDays 2019, abbiamo passato insieme una giornata dedicata all’incontro dal vivo: non solo e mail, call telefoniche, videochiamate, ma finalmente tante presentazioni, strette di mano, “faccia a faccia” – in senso buono, ovviamente!

Noi che della tecnologia siamo diventati ambasciatori, crediamo fermamente che gli incontri dal vivo siano essenziali: solo il rapporto diretto con le persone fa entrare in completa sintonia e empatia, VoipVoice è human to human!

Anche questa volta non sono mancate le premiazioni di tre partner di VoipVoice: ad ognuno di loro abbiamo infatti chiesto di presentare un case history di cambiamento attraverso la tecnologia VoIP, un esempio in cui la tecnologia VoIP ha portato un miglioramento tangibile nei processi aziendali del proprio cliente. In onore del Genio italiano Leonardo da Vinci nato oltre 500 anni fa, il Premio si chiama “Nel segno di Leonardo: come il VoIP ti ha cambiato la Vita. Premio Innovazione per il VoIP” e  il premio è un busto ceramico raffigurante Leonardo!

Ecco qui i tre finalisti del Trentino Alto Adige!

Primo Posto

Al primo posto abbiamo Konzept SRL, fornitore di soluzioni IT. “Il nostro cliente non riusciva a mettere in contatto diretto le due sedei, abbiamo così implementato un centralino PBX – Ha raccontato alla Michael Rainer, di Konzept.

Inizialmente le strutture presentavano una soluzione di borchia ISDN classica: il cliente lamentava problemi nel gestire le due sedi, che risultavano staccate e separate, ed era impossibile attivare una semplice deviazione di chiamata.”

Grazie all’intervento di Konzept, il Cliente ha adesso un centralino nella sede centrale che copre anche le chiamate dell’altra sede, permettendo anche l’attivazione della deviazione di chiamata dalle rispettive postazioni ad un altro interno o ad un cellulare, garantendo quindi “continuità” lavorativa per tutti i dipendenti.

Inoltre, il centralino è stato integrato nell’ERP aziendale, consentendo una migliore gestione di tutti i contatti del sistema sia in entrata che in uscita.

Ora lo staff può monitorare rapidamente chi chiama oppure se un contatto è occupato. Inoltre, il cliente ha anche apprezzato il risparmio economico, poiché ogni anno le bollette sono diminuite di almeno 700 euro!”

Secondo Posto

Seconda posizione per Kyma Controls, che con la sua tecnologia ha reso felici tanti escursionisti ed amanti della natura. Questo perché il suo cliente è un rifugio situato al centro di uno dei più spettacolari parchi delle Dolomiti, il parco naturale Fannes Senne Braines, a 2050 metri di altitudine. La sua posizione lo rende una meta irrinunciabile per ogni appassionato di montagna. Il rifugio è infatti raggiungibile sia da Cortina d’Ampezzo, da San Virgilio di Marebbe che dall’Alta Badia. Prima del VoIP, il rifugio disponeva di una linea telefonica analogica ridotta in pessimo stato, che per gran parte della lunghezza era in posa aerea.

Questo causava frequenti disservizi – a seguito di temporali – e guasti alla linea. Il ripristino durava spesso diversi giorni, durante i quali il rifugio non era più raggiungibile telefonicamente, dato che non vi è segnale GSM.

Con il nostro intervento abbiamo attivato una nuova numerazione VoIP e una connettività dati presso il magazzino del rifugio che si trova in paese. Abbiamo potuto anche collegare tramite ponte radio due case, gli appartamenti e le abitazioni dei proprietari – ci spiega Elio Clara, CEO di KymaCrontrols – il collegamento dati tra il magazzino ed il rifugio è stato fatto quindi tramite un ponte radio ed un collegamento in fibra ottica dedicato di circa 15 km. Inoltre è stata attivata una connettività di backup su satellite presso il rifugio. In questo modo il rifugio non resta più isolato in caso di maltempo, per la tranquillità di chi ci lavora e di chi va a visitarlo. Inoltre il cliente ha anche apprezzato i notevoli risparmi economici, dato che molte telefonate sono spesso rivolte verso l’estero.”

Terzo Posto

Al terzo posto troviamo lo Studio Piras. Con 5 sedi in Europa e in Africa, il loro cliente fornisce impianti di energia rinnovabile. Prima dell’installazione della tecnologia VoIP, le cinque sedi funzionavano con 5 PBX differenti e solo localmente, utilizzando linee tradizionali.

Gli utenti non potevano vedere lo stato degli interni remoti e le chiamate tra le sedi erano chiamate nazionali o internazionali. Ah la bolletta, che dolori! Non c’era nessuna integrazione con il web e in generale con dispositivi di utilizzo quotidiano, come smartphone e pc. (E bentornati negli anni 90!)

Grazie al nostro intervento, la chiamata tra interni – di diverse sedi – e la risposta a qualsiasi chiamata sono i principali processi che, a livello aziendale, hanno beneficiato di questa trasformazione – ha raccontato Monica Del Bianco che con suo marito Riccardo Piras sono i responsabili dello Studio Piras.

Internamente non è più necessario replicare le configurazioni dell’utente sugli interni delle varie sedi perché viene identificato in modo univoco indipendentemente dalla sua posizione geografica, facendo sì che sia più semplice contattarlo. La disponibilità della visualizzazione dello stato degli utenti di tutta l’organizzazione permette inoltre di contattare il corrispondente solo quando è effettivamente libero. Data la semplificazione dei processi interni, gli utenti sono estremamente soddisfatti della soluzione: la risposta alla chiamata può avvenire attraverso il telefono, il pc, lo smartphone, indifferentemente dal fatto che si trovino nella sede principale, nelle altre, fuori sede o in mobilità.”

Il cliente dello Studio Piras ha anche constatato con soddisfazione la riduzione dei costi: quelli delle chiamate nazionali tra sedi si sono azzerati, mentre le tariffe applicate alla rimanenti (internazionali, nazionali e mobile), essendo decisamente più basse, contribuiscono considerevolmente alla loro riduzione.

Dopo aver visto le montagne dalla meta più a Nord del nostro tour, la nostra prossima tappa ci porta verso il mare del Sud, in provincia di Napoli, a Castellammare di Stabia, per incontrare altri partner che, come noi, credono nel VoIP come strumento a servizio della digitalizzazione delle aziende.

Appuntamento a giovedì 30 maggio con il VoipDay Campania.

https://www.youtube.com/watch?v=YoDh_gHDvkk

Ecco il nostro diario fotografico dell’evento:

 

I VoipDays 2019 sono cominciati venerdì 17 maggio, segno che alla superstizione non ci crediamo affatto! O forse venerdì 17 per noi di VoipVoice porta anche fortuna! Eh sì perchè la prima tappa è stata molto entusiasmante!

Siamo partiti dal Friuli Venezia Giulia, esattamente da Trieste, per il primo incontro di un lungo tour, i VoipDays 2019. Ma facciamo un breve recap: i VoipDays sono gli eventi di VoipVoice rivolti alla community di System Integrator, installatori e professionisti della telefonia VoIP.

Un’occasione per incontrare tutti i nostri partner presenti su tutto il territorio nazionale e per aprire le porte ai nuovi adepti della telefonia VoIP. Otto tappe tra maggio e giugno, per attraversare la penisola insieme al giro d’Italia. A questi, seguiranno altri incontri in autunno!

Ritorniamo  a Trieste e a questo venerdì 17 portafortuna dove Simone Terreni, Managing Director VoipVoice, e Matteo Martellacci, Area Manager Nord Est Italia, hanno svolto questa prima tappa del tour!

La giornata è stata un’occasione per incontrare i partner del territorio, presentare la nostra azienda, illustrare i nostri servizi e la VoIP Academy, ma soprattutto per raccontare e confrontarci su come l’innovazione, grazie al VoIP, al Cloud, alle connettività performanti e agli strumenti di Unified Communication & Collaboration, sta cambiando il modo di lavorare.

Quale migliore esempio se non dei casi reali?! Sì perchè, novità di questa edizione, ad ogni tappa faremo presentare tre Case History concreti, dove tre partner raccontano le esperienze in cui processi aziendali dei loro clienti sono stati migliorati grazie al VoIP e alle soluzioni di UCC, Unified Communications & Collaboration.  

Tre case history per un premio dal titolo “Nel segno di Leonardo: come il VoIP ti ha cambiato la Vita. Premio Innovazione per il VoIP”. Essendo dedicati all’innovazione, nell’anno del Cinquecentenario dalla morte di Leonardo da Vinci, i premi non potevano che ricordare il grande genio ed innovatore: abbiamo infatti fatto realizzare dei busti di Leonardo da Vinci in gesso ceramico con una stampante 3D dai nostri partner Creatori d’Emozioni e Artivisionstudio.

Ecco a chi sono andati i premi del Friuli Venezia Giulia:

Primo posto

Al primo posto abbiamo Infoconsulting, azienda di consulenza informatica attiva dal 1996. Il loro cliente possedeva un centralino ISDN di recente produzione, ma con logiche di configurazione ormai obsolete. “All’apertura della nuova sede, – ci spiega Giuliano Donato, CEO di Infoconsulting – il cliente ci ha contattato per verificare la possibilità di connessione tramite un ponte radio. La nostra difficoltà era nel trasportare la voce, dato che il centralino non era nativamente predisposto.” Seguendo i consigli di Infoconsultig, il cliente ha sostituito il centralino con il prodotto suggerito: 3CX. Questo ha permesso il collegamento via IP senza problemi, con la seconda e anche con la terza sede che si è aperta successivamente. Il trasporto di dati e voce su un unico canale è stato realizzato in poche ore di configurazione.

Non solo. I vantaggi per il cliente sono stati ancora più tangibili… in bolletta! Il cliente nel 2017 necessitava di dotare il team in trasferta di smartphone aziendali, in modo da essere raggiungibili telefonicamente, magari a costi contenuti anche quando sono all’estero. La soluzione è risultata di facile implementazione in quanto con il nuovo centralino scelto e con la molteplicità dei canali voce delle numerazioni VoipVoice, il personale in trasferta risulta raggiungibile con i numeri interni del centralino. “Confidenti della nuova tecnologia, proponiamo al cliente il passaggio delle numerazioni TIM a VoipVoice. Il vantaggio è stato immediatamente tangibile, il cliente ha apprezzato non solo la possibilità di telefonare facilmente i propri tecnici, ma soprattutto il risparmio in bolletta!”. 

Secondo posto

Segue in classifica Poz & Poz, che con il VoIP ha risolto il problema dell’ubiquità per il suo cliente. Quest’ultimo, infatti, aveva bisogno di ricevere pacchi presso la sua abitazione mentre era, quasi sempre, lontano da casa. Cosa centra questo col VoIP?!

Gianluca Pozzecco ha ben pensato di dotare l’abitazione in questione di una linea Fibra, ma, oltre all’apparato telefonico, l’impianto è stato implementato di un citofono VoIP che permette con un semplice smartphone di aprire sia il cancello che una bussola antistante l’abitazione. Et voilà! Il corriere arriva proprio come se il proprietario fosse in casa… il tutto monitorato da telecamere VoIP! 

È un sistema che semplifica la vita di tutti i giorni, io ho installato a casa mia il primo prototipo. Ed é effettivamente una comodità. – ci racconta Gianluca Pozzecco, Responsabile Poz & Poz – Ormai compriamo on line qualunque cosa ed é seccante dover e ingegnarsi ogni volta con i corrieri, ricorre a punti di ritiro, avvisare i parenti o il bar sotto casa!”

Terzo posto

Infine sul podio, abbiamo Alctech. Il suo cliente è un ente formativo privato paritario composto da un Istituto Scolastico e una Accademia di Belle Arti.

Le due realtà erano dotate di un centralino tradizionale, obsoleto e con tre linee tra entrata e uscita. Questo causava “colli di bottiglia”, indicazione di linea occupata alle chiamate in entrata e impossibilità di chiamare dalla scuola verso l’esterno quando troppe linee erano intasate. Oltre all’eliminazione dei problemi di cui al punto sopra, l’installazione attuale è molto apprezzata per la possibilità di chiamare, dall’esterno, direttamente un interno, senza dover occupare per forza il centralino. Inoltre, il servizio di inoltro di chiamata su cellulare quando non si è in ufficio, rende le persone sempre reperibili.

Introdurre una soluzione VoIP è stato sicuramente uno stimolo al cambiamento e un’apertura verso le UCC. – ci spiega Andrea La Cara, CEO Alctech – Da lì sono nate anche altre opportunità, abbiamo proposto al cliente l’installazione di 3CX, l’app, il centralino. La fiducia del cliente è stata subito ripagata, poichè ha visto lui stesso i miglioramenti: le linee erano libere e le bollette si riducevano. Dalla nostra esperienza, notiamo che il VoIP è molto apprezzato e ci viene richiesto direttamente dai clienti.

Dopo aver ascoltato i premiati, è seguito un bel momento di networking, pranzo, chiacchiere e risate, perché non c’è solo la tecnologia ma tecnologia abbinata a relazione umana! VoipVoice è fieramente human to human, alla continua ricerca di una relazione diretta con il proprio partner!

La prima tappa dei VoipDays è andata, ora destinazione Trentino Alto Adige!

 

Ecco il nostro diario fotografico dell’evento:

 

Giovedì 23 maggio VoipVoice parteciperà all’incontro annuale del Forum UCC & Social Collaboration – evento che si svolge in occasione della Settimana del Lavoro Agile promossa dal Comune di Milano – dedicato alla conoscenza degli applicativi e degli strumenti che facilitano lo Smart Working, le best practices di aziende che già lo applicano e quelle che sono le competenze trasversali utili per supportarlo, dalla gestione delle HR, alla formazione professionale per poter lavorare in modalità smart, al lavoro per obiettivi etc.  

In tale occasione, presenteremo come, all’interno di VoipVoice, abbiamo introdotto lo Smart Working e la riorganizzazione aziendale che ne è alla base. In preparazione all’evento, abbiamo voluto intervistare Mario Massone, fondatore del Forum UCC, affinchè potesse presentarcelo e raccontare l’attività.

Buongiorno Mario, prima di tutto presentati ai partner VoipVoice, chi sei?

Sono nato a Torino nel 1947, ho conseguito il bachelor presso la Scuola di Amministrazione Industriale dell’Università della stessa città. Ho operato presso importanti Gruppi – tra cui Sip (oggi Telecom Italia), Rank Xerox (oggi Xerox) e DuPont – assumendo crescenti responsabilità direzionali. Nel 1987 ho costituito Markab. Nel 1998 ho promosso la nascita del Club CMMC – Customer Management Multimedia Competence. Dal 2008 mi sto occupando di promuovere lo sviluppo dei servizi di Social Collaboration e Comunicazione Unificata in Italia e ho creato il Forum UCC+Social.

Com’è nato il Forum? Qual è il suo scopo?

Il Forum UCC nasce oltre 10 anni fa come progetto finalizzato a promuovere la diffusione dei servizi di Social Collaboration e Comunicazione Unificata. Faccio notare che la prima “C” di UCC è considerata quella relativa alla Collaborazione, in quanto ritengo che questa sia la componente più difficile da applicare nelle nostre organizzazioni, rispetto all’altra “C” di Communication. Il Forum UCC si presenta come promotore di comportamenti virtuosi e, attraverso l’adozione di soluzioni UCC, evidenzia vantaggi per le aziende e benefici per i lavoratori (risparmio di tempo) e per l’ambiente (riduzione delle emissioni e dei consumi energetici). Il Forum promuove, altresì, modelli di sharing economy, ovvero di condivisione e collaborazione nelle nuove modalità di organizzazione agile.

Il Forum si fa promotore delle migliori soluzioni per il Lavoro Agile e ha creato anche dei Premi per le aziende più virtuose. 

I premi si propongono di individuare le migliori realizzazioni del settore, evidenziando la professionalità e la passione delle persone che contribuiscono a questi successi. Inoltre le modalità di valutazione dei premi consentono di realizzare una forma di benchmarking per il settore UCC. Ricordo il prossimo incontro del 23 maggio a Milano, durante in quale saranno consegnati i riconoscimenti per il settore del Lavoro Agile e del Digital Workplace.

Qual è attualmente il Panorama delle Unified Communications in Italia?

Molti analisti e consulenti del mercato ICT non pongono in giusta evidenza le UCC e tendono a considerare le proposte in questo settore come commodity. In verità l’ambiente delle comunicazioni aziendali – anche nelle realtà che non hanno dimensioni rilevanti – spesso è molto complesso, in quanto organizzato in base ai propri regolamenti interni, alle tecnologie e allo scenario normativo esterno. E questa sfida della complessità viene evidenziata come un ostacolo al raggiungimento di una unica, coerente e conveniente esperienza UCC. Resta compito delle professionalità di chi opera nelle società dell’offerta di settore di fare in modo che vengano superate tali barriere, grazie al ruolo che può essere riconosciuto a loro dalle aziende.

Perché questi strumenti non si diffondono come dovrebbero? Cos’è che manca oppure quali sono gli aspetti che dovremo sottolineare per una maggiore diffusione?

Premesso che un approccio dei vari vendor della filiera (piattaforme, service provider, system integrator, partner…) più orientato alle esigenze dell’utilizzatore finale dei servizi UCC agevolerebbe sia la prevendita che la post vendita, resta comunque molto da fare per migliorare la diffusione dell’adozione di UCC nelle aziende. Intanto sarebbe opportuno che le aziende considerassero i dipendenti come clienti dei servizi, per valorizzare gli asset e promuovere gli strumenti di lavoro. Quello che si è fatto fino ad oggi per l’adozione non è sufficiente, non basta migliorare le interfacce, bisogna comunicare, coinvolgere e ascoltare meglioBisogna cogliere nuove esigenze e aspettative. Occorre aiutare le aziende al cambiamento, che significa a volte anche sostituire strumenti, processi e modi di lavorare non allineati alla strategia scelta per UCC, previa opportuna fase di assessment. Infine, teniamo presente che il mercato si sta ampliando verso la fascia media-bassa, ovvero in aziende che “badano al sodo”, ove UCC è funzionale al loro core business.

Cosa ci aspetta nel nostro immediato futuro?

Le società dell’offerta UCC devono ribadire la rilevanza delle loro soluzioni ed il valore delle professionalità di cui dispongono. Le società della domanda devono ottimizzare le strategie di UCC, in tal modo miglioreranno l’impiego delle tecnologie e della propria forza lavoro e otterranno significativi guadagni. Perché UCC rappresenta il progresso e le imprese che investono in strumenti giusti vedranno i loro sforzi ricompensati.

Infine, domanda di rito, cos’è per te il VoIP?

Un significato ristretto potrebbe far riferimento alla soluzione tecnologica che sfrutta IP per integrare la componente voce nella comunicazione nell’era di Internet. Tuttavia i margini di adozione della tecnologia VoIP sembrano più ampi e tali da rendere sempre alta l’attenzione su tale innovazione.

Una mission precisa quella presentata da Mario Massone per il Forum UCC, con un lavoro che si basa sulla continua ricerca di promozione dell’innovazione nelle aziende italiane, dove questa innovazione è la summa di strumenti e tecnologie digitali e riorganizzazione lavorativa interna. Anche noi di VoipVoice sentiamo nostra questa mission e vogliamo mostrare, attraverso le nostre attività, come lo Smart Working rappresenti una modalità lavorativa efficace ed efficiente se messa in atto con i servizi digitali e tecnologici, gli strumenti e l’organizzazione professionale. Proprio questo racconteremo durante il nostro intervento giovedì 23 maggio al Forum UCC & Lavoro Agile.

Intervista a cura di Martina Giacomelli, Communication & Digital PR Manager VoipVoice

In questi giorni è partito il Giro d’Italia 2019.

E proprio ieri è passato da Montelupo Fiorentino, dove VoipVoice ha la sede.

Con i suoi ciclisti colorati, la chiassosa carovana, la Maglia Rosa, il Giro d’Italia non solo è una delle gare ciclistiche più importanti al mondo ma anche forse l’unica manifestazione sportiva che unisce veramente tutta la nostra penisola.

Sono state tantissime le persone ieri che si sono riversate nelle strade a vedere passare il giro.
Tutti a salutare, tutti a tingere di rosa il percorso, con bandierine, striscioni e palloncini, perché diciamolo: il Giro è il Giro e quando passa porta allegria e felicità.

E lo fa dal 1909, ogni volta che arriva Maggio.
E lo fa con i suoi campioni: da quelli mitici come Binda, Coppi e Bartali, a quelli degli anni successivi come Merckx, Gimondi, Moser e Saronni, a quelli moderni come Pantani e Nibali.

Ogni generazione ha il suo campione.
Ogni generazione ha i suoi ricordi, la sua salita, la sua tappa.
Ogni generazione col Giro si ritrova, scende in strada e saluta i ciclisti che pedalano.

Il motivo del successo del Giro è uno solo: il fatto che passa!
Viene lui a trovarti, viene proprio sotto casa tua, chiude strade e monopolizza l’attenzione regalando sorrisi. In un mondo ormai virtuale e social come il nostro sono 102 anni invece che questa gara ciclistica mantiene la sua fisicità.

Non è terribilmente romantico tutto ciò?

Proprio nella settimana in cui passa il Giro d’Italia dalle nostre parti anche noi di VoipVoice cominciamo il nostro Giro d’Italia in VoIP. Ricominciano i VoipDays e come la corsa rosa passeremo dal sud al nord in 8 tappe, in tutta Italia.

Cominciamo venerdì 17 (non siamo scaramantici) a Trieste in Friuli Venezia Giulia.
Seconda tappa nel Trentino Alto Adige il 21 Maggio a Bolzano.

Poi il 30 Maggio a Napoli in Campania, l’11 Giugno a Bari in Puglia, nelle due tappe del sud Italia.
Il 20 e 21 Giugno è la volta del Centro Italia, con rispettivamente Perugia in Umbria, e Pesaro nelle Marche.

Infine andiamo a toccare il Nord Ovest: prima il 25 Giugno a Genova in Liguria e come ultima tappa il 26 Giugno a Torino valido per il Piemonte e Valle d’Aosta.

Trovate a questo link tutti i dettagli sulle location, l’agenda e le modalità per iscriversi.

E questo è solo l’inizio. 

A Settembre/Ottobre/Novembre/Dicembre toccheremo in altre 8 tappe il resto della penisola e tutte le altre Regioni. Lombardia, Veneto, Emilia Romagna, Toscana, Lazio, Abruzzo/Molise, Calabria/Basilicata, e infine la Sicilia.

Ma cosa sono i VoipDays?
Sono degli eventi completamente targati VoipVoice dove la nostra azienda non solo si presenta a tutti i nostri partner, ma raccontano come sta cambiando l’Italia nel settore delle TLC, di come il Digitale sta rendendo le aziende più competitive, di come le Unified Communications forniscano dei nuovi strumenti per migliorare la qualità della vita delle aziende. Il Cloud, le Fibre, lo Smart Working, il Webmeeting. L’innovazione sta cambiando il modo di lavorare. 

Qual è la novità di quest’anno per i VoipDays?
In ogni tappa saranno presentati tre Case History concreti, da tre partner diversi, tre clienti i cui processi aziendali sono stati migliorati grazie al VoIP. Si toccherà finalmente con mano quello che la tecnologia VoIP permette di fare. Quindi una grande opportunità per tutti quei San Tommaso che ancora se non vedono non credono, per capire la telefonia digitale grazie alla voce dei nostri partner che racconteranno la loro esperienza.

Ma perché facciamo i VoipDays?
Per lo stesso motivo per cui passa il Giro d’Italia da 102 anni. Perché passiamo a trovarli dal vivo!
Perché telefonate, mail, chat, social sono belli e ci aiutano a mantenere i rapporti. Ma quando si parla di partner, di collaboratori si parla di rapporti, di relazioni. E quindi è giusto andare sotto casa da loro, a stringere mani, guardarsi negli occhi, a sorridersi, a mantenere insomma la fisicità.

Non è terribilmente romantico tutto ciò?

A cura di Simone Terreni, Managing Director VoipVoice

Questo sito utilizza cookies per darti la miglior esperienza possibile. Accetta il loro utilizzo cliccando sul tasto "Accetto".