Blog

Nome e Cognome: Matteo Martellacci

Ruolo Area Manager Nord-Est Italia di VoipVoice

Perché hai richiesto lo Smart Working: Ho richiesto lo Smart Working per avere un aumento di produttività a livello lavorativo e un miglioramento della qualità della vita. Non abito molto lontano dall’ufficio, ma poter lavorare a casa mi permette di evitare le lunghe e interminabili code che mi causano solo stress e malumore che, purtroppo, mi rimane addosso tutta la giornata portandomi ad essere meno produttivo. Lavorare in modalità “smart” mi permette, inoltre, di avere dei momenti di maggiore concentrazione che posso dedicare ai preventivi più complessi.

Quali benefici hai ottenuto: I benefici ottenuti sono molteplici. A livello personale lo stress è diminuito. A livello lavorativo, invece, mi ha permesso di crescere a livello di competenze organizzative e di pianificazione delle attività da fare. Avendo la possibilità di potermi isolare, per gestire delle situazioni che a volte possono essere ostili, sento di aver migliorato anche la mia produttività.

Che attività fai in modalità Smart Working: Pur essendo a casa il mio lavoro non cambia, riesco a fare le stesse cose che faccio in ufficio. Rispondo alle richieste commerciali che mi arrivano dai Partner, fornisco supporto per i preventivi e per un confronto sulle coperture, rispondo alle richieste di preventivi che mi arrivano tramite mail. Grazie al softphone sul cellulare posso rispondere alle chiamate anche mentre mi sposto per eventi o per appuntamenti con i Partner.

Quante volte lavori in modalità Smart Working: una volta la settimana.

Che strumenti utilizzi: Pc portatile, cuffie, connettività VoipVoice, Cuffie Bluetooth professionali, centralino in Cloud, sistemi di Web Meeting & Web Conference, Numero VoIP VoipVoice, Cellulare Aziendale collegato con centralino in cloud e mail aziendali, Accesso ed Utilizzo delle Cartelle condivise in VPN.

Cosa diresti a chi non conosce lo Smart Working: Lo Smart Working è una rivoluzione culturale, organizzativa, di processo. Si tratta di un processo che le aziende dovrebbero cercare di intraprendere e che permetterà al lavoratore di avere una maggiore responsabilizzazione sui risultati. Bisogna ripensare a quelle che sono le modalità non solo esterne all’azienda ma anche interne, a partire da un ripensamento degli spazi che si devono basare sui principi di flessibilità, virtualizzazione, collaborazione tra le persone. Grazie all’utilizzo degli strumenti di UCC tutto questo è possibile! I vantaggi che ne possono derivare sono molteplici: maggiore produttività, una diminuzione dell’inquinamento grazie ai minori spostamenti, una riduzione delle forme di assenteismo, un abbattimento delle differenze di genere.

Nome e Cognome: Alessia Rustichini

Ruolo: Technical Support VoipVoice

Perché hai richiesto lo Smart Working: Per avere più tempo per me e per i miei affetti. Non abito lontano dalla sede di lavoro, ma nemmeno vicino. Con lo Smart Working riesco ad organizzarmi la giornata in modo differente e più produttivo. Risparmiando più di un’ora al giorno, riesco a svolgere attività e commissioni prima di iniziare a lavorare e dopo lavoro.

Quali benefici hai ottenuto: I benefici che ho ottenuto sono molteplici. Da un punto di vista lavorativo la possibilità di sviluppare competenze lavorative e raggiungere gli obiettivi pur lavorando in modalità Smart. Avendo la possibilità di potermi isolare, per gestire delle situazioni che a volte possono essere ostili, sento di aver migliorato anche la mia produttività. Da un punto di vista personale, invece, il beneficio che ho avuto è stato un miglioramento della gestione del tempo e una forte diminuzione dello stress da “viaggio”. Ho la possibilità di dedicare maggiore tempo a me stessa, ai miei cari e posso permettermi di fare con più tranquillità delle commissioni che prima dovevo fare di corsa.

Che attività fai in modalità Smart Working: Le attività lavorative non cambiano. Grazie agli strumenti che mi sono stati forniti dall’azienda posso seguire l’attività di supporto tecnico dando assistenza ai Partner. Qualora avessi bisogno di confrontarmi con i colleghi, o di aiuto per deli clienti più ostici, posso sempre utilizzare l’applicazione del web meeting. Non è come essere in ufficio, ma le distanze si accorciano comunque.

Quante volte lavori in modalità Smart Working: 2 volte alla settimana.

Che strumenti utilizzi: connessione 20 Mega VoipVoice, linea VoIP VoipVoice, centralino in Cloud, collegamento in VPN, portali CRM in Cloud, Cuffie Professionali Business, PC portatile, Web Meeting.

Cosa diresti a chi non conosce lo Smart Working: Sempre più la vita privata e quella lavorativa sono in sinergia. Oggi è possibile, grazie agli strumenti di UCC, rivoluzionare il concetto stesso di lavoro. Lo Smart Working è una rivoluzione perché scardina alla base gli approcci e le consuetudini tradizionali e consolidati nel mondo del lavoro subordinato. Lo Smart Working è un’opportunità sia per l’azienda per il lavoratore, i benefici sono subito evidenti per entrambe le parti. I concetti su che stanno alla base di questa nuova modalità di  lavoro sono: flessibilità, autonomia, responsabilizzazione. Il lavoro “agile” può essere applicato non solo alle azienda, ma anche alle Pubbliche Amministrazioni. Per quanto mi riguarda lo Smart Working è applicabile anche, durante la reperibilità e questo mi permette di essere reperibile, ad esempio, senza rinunciare ad una delle mie più grandi passioni: la pallavolo.

Nome e Cognome: Simone Luccarelli

Ruolo: Chief Technology Officer VoipVoice

Perché hai richiesto lo Smart Working: Per migliorare la qualità della vita: lavorando lontano da casa, ogni giorno trascorro oltre due ore in auto, talvolta fermo in coda. È uno spreco di tempo e di risorse. Talvolta mi trovo a dover gestire delle attività che mi richiedono la massima concentrazione e la possibilità di potermi isolare completamente, gestendo al meglio le attività.

Quali benefici hai ottenuto: Il vantaggio maggiore ottenuto è stato sicuramente l’incremento della qualità della vita. Lo Smart Working mi permette di poter dedicare del tempo anche ad attività extra lavoro, come fare sport, leggere, oppure stare in famiglia. La modalità di lavoro non cambia, cambia il fatto di non avere un contatto diretto con i colleghi, ma questo viene compensato grazie alla possibilità di poter parlare vis a vis grazie agli strumenti di Unified Communication.

Che attività fai in modalità Smart Working: le attività non subiscono un drastico cambiamento. Grazie agli strumenti che utilizzo posso seguire l’attività di supporto tecnico, certificazione dei nuovi prodotti e sviluppo delle nuove tecnologie. Ai nostri Partner riesco a dare assistenza con le stesse modalità di quando sono in ufficio utilizzando, ad esempio, programmi di teleassistenza.

Quante volte lavori in modalità smart: un giorno e mezzo a settimana

Che strumenti utilizzi: Oltre al pc portatile e cuffie, VoIP, router Draytek connettività FTTC 100/20 VoipVoice, vpn tramite il nostro firewall, televisore come schermo secondario e tutti gli accessi ai portali in cloud che necessitiamo per dare assistenza.

Che cosa diresti a chi non conosce lo Smart Working: È necessario un cambiamento radicale di mentalità e una migliore organizzazione, ma lo Smart Working permette un sostanziale miglioramento della qualità della vita e lavorativa. Affinché si possano  gestire al meglio le attività lavorative è necessario che siano ben chiari e definit gli obiettivi che si vuole raggiungere. Con lo Smart Working, evitando il viaggio di ritorno, lo stress è nettamente inferiore e si può godere della tranquillità casalinga, senza che vada ad incidere sulla qualità del lavoro. Importante è anche che a livello ambientale si riduce l’immissione di CO₂.

#VVTEAM #smartworking

Nome e CognomeSabrina Tiseo

Ruolo: Partner Provisioning Director VoipVoice

Perché hai richiesto lo Smart Working: Lavorando lontano dal posto di lavoro a volte diventa difficile gestire vita privata ed impegni professionali. Il motivo principale per cui ho richiesto la possibilità di lavorare in modalità smart è, quindi, per avere un miglioramento sostanziale di entrambi gli aspetti.

Quali benefici hai ottenuto: Ho un bimbo piccolo e la possibilità di essere a casa, finito l’orario lavorativo, mi permette di godermelo al massimo, passare del tempo in più con lui per giocare e andare al parco. Non avendo da fare il tratto di strada azienda-casa, ho potuto utilizzare quel tempo per riprendere una mia grande passione: la danza! Anche semplicemente la gestione della casa e della famiglia diventa più semplice con il lavoro agile.

Che attività fai in modalità Smart Working: grazie agli strumenti che mi sono stati forniti dall’azienda, l’attività lavorativa non cambia, svolgo le mansioni di tutti i giorni: invio parametri VoIP e Connettività, inserisco i contratti per la fatturazione, sono di supporto ai nostri Partner e clienti per richieste relative ai parametri per l’attivazione delle linee, per le informazioni legate alle fatture e per conoscere lo stato di avanzamento delle attivazioni. Lavorando in smart working devo dire che ho la possibilità di potermi “isolare” per gestire al meglio delle situazioni che mi portano a dover essere concentrata al 100%.

Quante volte lavori in modalità smart: due volte la settimana da quando sono rientrata dalla maternità.

Che strumenti utilizzi: PC personale assegnato dall’azienda, Cuffie Bluetooth professionali, centralino in Cloud, sistemi di Web Meeting & Web Conference, Numero VoIP VoipVoice, Accesso ed Utilizzo delle Cartelle condivise in VPN e una connettività Ponte Radio 30/5 bmg 3/1 che mi ha fornito l’azienda.

Che cosa diresti a chi non conosce lo Smart Working: Penso che sia una grande rivoluzione delle modalità lavorative che molte aziende dovrebbero prendere in considerazione. Personalmente penso che ci voglia una grande capacità di organizzazione e un ripensamento del concetto standard di “lavoro classico da ufficio”, ma i benefici che se ne possono trarre sono davvero molteplici: dal suddetto risparmio di tempo ai costi minori per la benzina, da una maggiore produttività all’avere più tempo per la famiglia o i propri cari.

#VVTEAM #smartworking

Identikit di uno Smart Worker

Nome e CognomeAnnamaria Pugliano

Ruolo: Area Manager Sud Italia e Isole VoipVoice

Perché hai richiesto lo Smart Working: Nel mio specifico caso non è stato richiesto ma è l’Azienda che me lo ha proposto poiché sono originaria pugliese. Dopo circa un anno e mezzo di lavoro esclusivamente in Azienda e dopo aver preso sicurezza delle conoscenze e degli strumenti è stata l’Azienda a propormelo e questo è un fantastico Benefit da offrire ai propri dipendenti.


Quali benefici hai ottenuto: la possibilità di sviluppare competenze lavorative e raggiungere gli obiettivi anche in modalità smart, la possibilità di essere in Puglia e mantenere uno stretto legame con la mia famiglia e amici anche se l’Azienda ha la sede centrale in Toscana, una migliore gestione ed organizzazione del tempo e quindi anche maggiore produttività.


Che attività fai in modalità Smart Working: durante lo Smart Working effettuo le stesse identiche attività lavorative che effettuo mentre sono in Azienda, dal semplice preventivo, allo studio di una situazione di servizi TLC di un Cliente di un nostro Partner e alla trasposizione dei medesimi con VoipVoice; dalla consulenza commerciale e formazione sui Nuovi Listini e sulle Nuove Procedure fino alle riunioni in Web Meeting e formazione Web Commerciale ai nostri partner. Il lavoro in ufficio si ripropone anche quando lavoro in modalità smart quindi, non manco di creare nuove offerte e promo interfacciandomi in riunione con i colleghi del Reparto Commerciale e di realizzare un tutoraggio dei nuovi entrati tramite Web Meeting: la presenza è comunque mantenuta anche se a volte mi manca il contatto relazionale di persona con i colleghi.


Quante volte lavori in modalità smart: di regola, una settimana di lavoro ogni mese oppure in concomitanza con Eventi in zona.


Che strumenti utilizzi: FTTC 30 MB VoipVoice, PC personale assegnato dall’azienda, Cuffie Bluetooth professionali, centralino in Cloud, sistemi di Web Meeting & Web Conference, Numero VoIP VoipVoice, Cellulare Aziendale collegato con centralino in cloud e mail aziendali, Accesso ed Utilizzo delle Cartelle condivise in VPN.

Che cosa diresti a chi non conosce lo Smart Working: Lo Smart Working permette una maggiore flessibilità e migliore gestione del tempo, non solo lavorativo ma anche legato alla vita privata quindi direi che apporta un miglioramento generico sulla vita di una persona. In più permette di sviluppare la capacità di riuscire a lavorare bene anche a distanza ed in modalità virtuale grazie agli strumenti di UCC, quindi innanzitutto credo di aver aumentato le mie competenze tecniche su nuovi strumenti tecnologici e le competenze personali di organizzazione, gestione del tempo e raggiungimento degli obiettivi. È importante sapersi organizzare e se ci sono nuove comunicazioni, diventa fondamentale avere uno strumento che permetta di tenere tutti aggiornati ovunque siano.


#VVTEAM #smartworking

Identikit di uno Smart Worker

Nome e Cognome: Raffaele Bertolucci

Ruolo: Technical Partner Director VoipVoice

Perché hai richiesto lo Smart Working: Per migliorare la qualità della vita: per essere in sede mi devo alzare presto e tornare tardi, vivo lontano dalla mia sede di lavoro.

Di conseguenza direi che ho richiesto lo Smart Working per performare meglio in tutti gli aspetti, familiari e lavorativi.

Quali benefici hai ottenuto: Lo Smart Working aumenta sostanzialmente la mia qualità di vita: posso ritagliarmi del tempo per stare con i miei affetti, per fare sport, per gestire meglio la casa. In treno riesco a ritagliarmi del tempo (ci sono anche cose positive, ho letto 46 libri nel 2019!) però alzarsi alle 6 e rientrare alle 20 incide parecchio sullo quotidianità. Lo Smart Working mi permette di non fare la spesa il sabato e la domenica, di avere quindi 2 giorni davvero liberi. Dal punto di vista del lavoro porta dei benefici, sono più riposato e più performante, organizzo quello che devo fare in sede nei 3 giorni in cui sono in azienda mentre lascio le cose in cui ho bisogno di ”isolarmi” per il lavoro da casa.

Che attività fai in modalità Smart Working: L’assistenza tecnica segue lo stesso processo del lavoro in ufficio, i collegamenti sono i medesimi, con le conference se ho necessità di confrontarmi con i colleghi posso farlo subito.

Quante volte lavori in modalità smart: due volte la settimana.

Che strumenti utilizzi: connessione FFTC 30 Mega VoipVoice, linea VoIP VoipVoice, centralino in Cloud, collegamento in VPN, portali CRM in Cloud, Cuffie Professionali Business, PC portatile.

Che cosa diresti a chi non conosce lo Smart Working: credo sia lo strumento migliore per adeguare il lavoro allo stile di vita e non viceversa, ti permette una maggiore concentrazione in situazioni critiche e soprattutto ti rende una persona più performante. A fine settimana la sensazione di essere stato più ”produttivo” è evidente. Mi sono reso conto che il tempo è la cosa che per me ha un valore assoluto enorme; lavorando da casa ne guadagno, non posso che esserne felice.

#VVTEAM #smartworking 

 

“Puoi provare a cambiare la testa della gente ma stai solo perdendo tempo. Cambia gli strumenti e cambierai il mondo.”

Se dovessi scegliere una frase che rappresenta gli Anni ‘10 (dal 2010 al 2019), il Decennio che si è appena concluso, sceglierei proprio questa frase di Stewart Brand, il futurologo che negli anni ’70 coniò il termine “personal computer” e la frase “Stay Hungry, Stay Foolish” che ispirò Steve Jobs.

Cosa resterà di questi favolosi Anni ‘10?
Sono stati anni in cui la nostra società ha subito un’accelerazione pazzesca a livello digitale e tecnologico.

Forse è ancora troppo presto per fare un bilancio oggettivo del decennio appena concluso.

Forse la tecnologia che sconvolgerà il nostro futuro prossimo e le nostre abitudini è stata già inventata in questi anni ma ancora non ha trovato il giusto mercato.

Forse l’azienda che diventerà un colosso mondiale negli anni ’20 del 2000 con i suoi prodotti/servizi è stata una Start Up proprio di questi anni appena passati.

Certo è che alcune tendenze sono già abbastanza chiare.

Gli Anni ’10 sono stati gli anni del dilagare delle APP, dell’avvento del Cloud, della gestione sempre più complessa dei dati (Big Data), dello Streaming come intrattenimento principale del pianeta – con la conseguente richiesta crescente di sempre più banda a disposizione per l’utente sia fissa che mobile (la Fibra, il 4G e il 5G) – l’introduzione sempre più massiccia dell’Intelligenza Artificiale nella nostra vita quotidiana con Assistenti Virtuali e l’Internet delle Cose (IoT).

Allora proviamo a vedere anno per anno, in un piccolo gioco, quelle che sono stati le tappe più significative, i cambiamenti tech che hanno caratterizzato questo decennio appena concluso. In parallelo, visto che VoipVoice ha attraversato tutti gli Anni 10, ed è stata una protagonista del cambiamento digitale nel settore delle TLC in Italia, tracceremo anche le tappe più importanti per la nostra azienda.

2010:

  • Steve Jobs presenta l’iPad. Il Tablet entra nella vita di tutti i giorni per lavorare, per aiutare gli anziani, per far giocare i bimbi piccoli, per leggere un ebook.
  • Nasce Instagram. Kevin Systrom al ritorno da una sua vacanza in Messico con la propria fidanzata capisce che deve fare un social basato solo sulle foto. Sarebbe diventato il Social di riferimento nell’ultima parte degli anni ’10.
  • Viene arrestato nel Regno Unito Julian Assange, il fondatore di Wikileaks, un sito di notizie alternative messe direttamente sul Web. Nei mesi prima aveva diffuso informazioni segrete su azioni nascoste dell’esercito americano nella guerra in Afganistan. Il modo di fare informazione cambia.

VoipVoice 2010:

Ottobre: Viene ufficializzata la Certificazione di VoipVoice/AVM FRITZ!, un’azienda tedesca produttrice di devices per collegarsi alla rete e la possibilità di avere a bordo un trunk sip. In Germania è un’azienda leader nel suo settore. Negli anni ’10 lo diventerà anche in italia. VoipVoice precorre i tempi.

Novembre: Siamo ancora nell’epoca delle linee analogiche e ISDN e il prodotto migliore sul mercato è della svizzera Patton. VoipVoice certifica ufficialmente Patton che spesso viene usato dai nostri partner per mettere il VoIP mantenendo il precedente impianto di telefonia.

2011:

  • Il 5 Ottobre muore Steve Jobs, il visionario, l’innovatore, l’inventore, l’informatico, il personaggio simbolo degli Anni ‘10.
  • Viene pubblicato Minecraft, il videogioco più venduto di sempre. I Videogames dai tempi di Space Invaders e Pac Man sono da sempre la Killer Application per la diffusione della Tecnologia Digitale.
  • Nasce WeChat, una app per la messaggistica istantanea, prodotta dalla cinese Tencent (sentiremo ancora parlare di loro). Attualmente oltre un miliardo di persone la utilizzano, è la terza applicazione di messaggistica più diffusa dopo WhatsApp e Messanger di Facebook.
  • Microsoft acquista Skype per 8,5 miliardi di dollari divenendone il quarto proprietario in otto anni. Skype è l’applicazione che ha diffuso il VoIP in tutto il mondo (anche se usa un protocollo di trasmissione proprietario e non open come il SIP). Un paio di anni dopo Microsoft elimina definitivamente il vecchio Live Messanger.
  • Spotify sbarca negli USA dopo anni di ritardi e negoziati con le quattro maggiori case discografiche americane. La musica non si scarica più, si ascolta in streaming. Napster è un lontano ricordo.
  • La App che permette di noleggiare un’auto, guidata da privati, cambia nome per protesta dei tassisti: da UberCab a Uber. Il modo di viaggiare viene rivoluzionato.
  • Esce Snapchat, il social che invia messaggi o crea storie che dopo 24 ore spariscano. Non tutto quello che mettiamo sui social merita di rimanere. Evan Spiegel e gli altri inventori del Fantasmino Giallo lo capiscono. E le storie diventano virali! Zuckerberg tenta di compralo, ma fallirà. Allora introdurrà le storie dappertutto: Instagram, Facebook, WhatsApp.
  • Tutti i produttori di Tv puntano alla Tv connessa a internet, con le App e il Browser per navigare: sono le SMART TV e Samsung è stata la prima a crederci fino in fondo, cambiando e rinnovando il mercato dell’Home Entertainment.
  • La Apple lancia il servizio di iCloud: permette la sincronizzazione automatica di dati, contatti, immagini e brani musicali tra i vari dispositivi dell’utente in modo automatico e trasparente. Prima di morire Steve Jobs mette il Cloud in tasca a tutti e sdogana questa tecnologia che caratterizzerà gli Anni ’10.
  • Il 2011 è l’anno dell’Augmented Reality (la Realtà Aumentata) con prodotti dedicati, tra i quali spicca il pluripremiato Webcam Social Shopper. Il Cruscotto dell’automobile, l’esplorazione della città puntando lo Smartphone o la Chirurgia Robotica a distanza sono tutti esempi di realtà aumentata.
  • Nel 2011 l’uso delle App supera l’utilizzo del Web. Internet diventa Mobile, hai su un solo device tutta il sapere umano e l’economia diventa Smart.

VoipVoice 2011:

Giugno: A Milano VoipVoice partecipa ad Over IP, un evento a carattere nazionale sulla tecnologia digitale e il protocollo IP. Viene tenuto il primo speech pubblico della nostra azienda. Negli anni a seguire gli eventi e gli speech dove presenteremo i nostri servizi con passione e professionalità saranno centinaia.

Dicembre: VoipVoice annuncia la Certificazione di Voismart. Si tratta di un centralino con una tecnologia completamente italiana e uno dei migliori brand sul VoIP sul mercato che per un po’ di tempo ha avuto un buon mercato anche all’estero.

2012:

  • Nel Regno Unito esce Raspberry Pi, un single-board computer minuscolo, cioè una scheda elettronica implementante un intero computer. Sempre più Micro, sempre più potenti. Dai Personal Computer a Internet of Things, il passo è breve.
  • A causa dell’esaurimento di liquidità a sua disposizione, la Kodak fallisce, va in amministrazione controllata e smette di produrre apparecchi fotografici. Nessuno compra più macchine fotografiche, nessuno ha bisogno di pellicole, nessuno stampa più le foto. Eppure oggi vengono scattate un’infinità di foto in più ma la maggior parte restano sul nostro telefonino.
  • Facebook acquista Instagram alla modica cifra di 1 milione di dollari.
  • Il 4 luglio lo Switch Off è terminato anche in Italia. La Tv diventa digitale.
  • Nasce Tinder, una app per per incontri. Due anni dopo oltre un miliardo di “swipes” al giorno vengono fatti. Lo “swiping” è  un movimento di “strisciata” per scegliere tra le foto dell’uomo o della donna che vuoi incontrare. Anche l’amore cambia negli Anni ‘10, il partner lo trovi sui social e non in discoteca.
  • AirBnB, il portale online che mette in contatto persone in cerca di un alloggio per una vacanza, con privati che dispongono camere da affittare, conta alloggi in oltre 26.000 città in 192 paesi e raggiunge 10 milioni di notti prenotate in tutto il mondo tramite il loro sito. L’industria turistica cambia definitivamente forma negli Anni ’10.

VoipVoice 2012:

Marzo: Nasce la collaborazione tra VoipVoice e Kerio, un’azienda americana specializzata in soluzioni di Security ma che ha anche un PBX tra i suoi prodotti. È la prima collaborazione americana per la nostra azienda.
Marzo: Comincia nel 2012 una delle collaborazioni più importanti per VoipVoice: VoipVoice consegue la Certificazione con snom, l’azienda tedesca leader mondiale della telefonia su IP. Ancora oggi spesso siamo con loro in eventi in tutta Italia e i nostri corsi di Certificazioni usano telefoni snom.

2013:

  • Video riprese e fotografia dall’alto, operazioni di ricerca e soccorso, monitoraggio ambientale e calamità naturali, telerilevamento, sicurezza territoriale, delle frontiere e lotta ai narcotrafficanti: Esplode la mania per i Droni!!!
  • Vengono chiusi negli Stati Uniti 300 negozi di Blockbuster, la principale catena di distribuzione intrattenimento per la casa e di videogiochi. La notizia, di fatto, sancisce la fine di un’epoca, quella del noleggio «fisico» di prodotti audiovisivi. Dopo pochi mesi Blockbuster fallisce.
  • Netflix lancia la sua prima serie “House of Cards”, con Kevin Spacey e la regia di David Fincher. Il mondo delle Serie Tv cambia e l’intrattenimento casalingo diventa On Demand.
  • Nasce Telegram: un servizio di Messaggistica Istantanea e broadcasting basato su Cloud ed erogato senza fini di lucro fondata dall’imprenditore russo Pavel Durov. Messaggi che spariscono e Bot per creare gruppi e risposte personalizzate questi i punti di forza di questa App.
  • Viene annunciato ufficialmente un accordo dal valore di 5,44 miliardi di euro, con il quale Microsoft si aggiudica la divisione Devices & Services di Nokia. Un’era si chiude e nasce Microsoft Mobile, che al momento non ha avuto molto successo.

VoipVoice 2013:

Gennaio: Nei cordless di Gigaset è possibile trovare, tra i provider compatibili ed attivabili, anche VoipVoice. Gigaset è un’azienda tedesca Leader mondiale di telefoni IP. Un brand prestigioso che potete trovare in tutti i supermercati di elettronica o nei piccoli negozi accanto alla cassa.

Ottobre: Viene realizzato il VoIP D.O.C.G., un tour di VoipVoice svolto interamente in cantine. VoipVoice negli anni farà numerosi eventi fuori dagli schemi.

2014:

  • Viene lanciata in Cina da Alex Zhu e Luyu Yang Musically, un Social Network per la creazione e la trasmissione di video e la messaggistica. Il 2 agosto 2018 l’App verrà aggiornata ed e diventerà TikTok, il Social di riferimento per le giovani di generazioni, che vanta attualmente una capacità di crescita esponenziale. Le foto sono vecchie, i giovani vogliono i video.
  • Ispirandosi all’Antica Biblioteca di Alessandria e alla voce del computer dell’Astronave Enterprise, Amazon lancia Echo Alexa, un’assistente personale intelligente. Un dispositivo con Intelligenza Artificiale che ti da il Buongiorno, ti mette la musica che ti piace, ti racconta una barzelletta. Ma soprattutto la casa diventa Smart e nel futuro cambierà tutto.
  • Sempre Amazon acquista Twitch Interactive, proprietaria della Piattaforma Twitch TV, per 970 milioni di dollari. In pratica le persone, soprattutto i giovani pagano un abbonamento per vedere il proprio Gamer preferito che fa il record al suo Gioco On line preferito. Cambia l’intrattenimento nei giovani.
  • Facebook acquista WhatsApp per 19 milioni. Ma questa è una storia che abbiamo già raccontato su questo Blog. https://www.voipvoice.it/le-chiamate-voip-tramite-whattsapp-sono-davvero-gratis/
  • Bitcoin, la criptovaluta più diffusa raggiunge per la prima volta il valore di mille dollari. Cambia anche il sistema monetario. Da reale si passa al virtuale, sempre meno cash.

VoipVoice 2014:
Marzo: Un brand tra i più conosciuti nella telefonia, Alcatel realizza la Certificazione con VoipVoice. Alcatel è un colosso francese con prodotti di fascia medio-alta. Era considerata la Ferrari dei Centralini.

Luglio: VoipVoice viene premiata a SMAU Firenze con il Premio Innovazione ICT. Il motivo è la sua grande capacità di creare delle Comunità Digitali attraverso la Gamification. Sarà il primo di numerosi riconoscimenti.

Ottobre: VoipVoice partecipa a Milano SMAU, la principale Fiera del settore ICT in Italia.

Novembre: VoipVoice realizza la Certificazione con Plantronics, l’azienda americana di cuffie specializzate per il settore business, che permise all’uomo nel 1969 di mettersi in contatto dalla Luna alla Terra.

Novembre: Si parla di VoipVoice su Radio 24 all’interno della trasmissione 2024 del giornalista Enrico Pagliarini. Radio 24 è la radio ufficiale de Il Sole 24 ore di proprietà di Confindustria, diffusa a livello nazionale.

2015:

  • Alla presenza degli U2, sul palco del Flint Center di San Francisco viene presentato l’Apple Watch, uno smartwatch. Gli utilizzi per monitorare la salute di ogni persona che lo indossa sono molteplici. Health Care digitale ma con la classe di uno 007.
  • Amazon lancia Prime in Italia. L’e-commerce è diventato quotidianità. Miriadi di corrieri depositano sotto casa tutto quello che vuoi. Lo shopping diventa facile e i sogni a portata di click e carta di credito.

VoipVoice 2015:

Marzo: Viene lanciata la E-Learning Academy, il primo ciclo di Webinar on line che attraverso che permette la formazione a distanza.

Novembre: VoipVoice partecipa per la prima volta, con uno stand proprio, a Sicurezza 2015, la principale fiera in Italia del settore del Security.

Dicembre: VoipVoice vince il premio Best Exhibitor SMAU 2015. Il nostro stand risulta essere il migliore di tutti quelli che partecipano alla Fiera. Un gran bel riconoscimento

2016:

  • In pochi mesi il videogioco Pokemon Go della Nintendo spopola in tutto il mondo e sdogana la realtà aumentata geolocalizzata. In Italia associazioni di consumatori la definiscono pericolosa per la sicurezza stradale.
  • La Apple crea gli AirPods, auricolari Bluetooth. Gli Smartphone sempre più saranno usati tramite comandi vocali.
  • Anche Google si butta nel mercato globale degli assistenti virtuali con Google Home, un altoparlante intelligente. Racconta Barzellette, accende e spegne la luce, ti da il “Buongiorno” e ti fa ascoltare la tua musica preferita. Hal 9000 ha finalmente il suo nipotino.
  • Microsoft entra nel mondo dei Social Network acquistando LinkedIn, la Rete Sociale per il business più grande del mondo, per una cifra di 26.2 miliardi di dollari. LinkedIn ha raggiunto i 630 milioni di iscritti nel giugno 2019.
  • Tra il 9 e il 15 marzo 2016 AlphaGo, un software sviluppato da Google per il gioco del Go, disputò un incontro con il giocatore sudcoreano Lee Sedol, uno tra i più forti giocatori di Go al mondo. L’incontro in cinque partite tenuto al Four Season Hotel di Seoul venne trasmesso in diretta in Streaming. Alpha go vinse per 4-1. L’Intelligenza artificiale supera l’intelligenza umana.
  • La realtà virtuale è sempre più presente nella nostra vita: escono gli Oculus Rift, un visore per la realtà virtuale indossabile sul viso, di proprietà di Facebook. I giochi, ma anche i musei e i siti archeologici, possono avere tante nuove possibilità di interazione. La fantascienza è già qua.

VoipVoice 2016:

Febbraio: VoipVoice certifica l’interoperabilità con Sangoma, un’azienda di Hardware e Software Canadese, che nel 2015 ha acquisito FreePbx.

Febbraio: VoipVoice festeggia i 10 anni alla sua prima Convention “Ricomincio da 10” al Museo Ferrari. Partner e amici vengono a festeggiarla da tutta Italia.

Giugno: VoipVoice da sempre è dalla parte del Router Libero, ma lanciando l’Opzione Router permette a clienti e Partner di mettere in fattura un apparato Hardware di qualità specifico per il VoIP. Le chiavi di casa per VoipVoice restano però sempre del cliente.

Luglio: Nasce il Brand Inside Factory, l’azienda organizzatrice di Eventi, Formazione, Marketing spin off di VoipVoice. La professionalità di persone che lo fanno da anni nel settore ICT e che usano le emozioni per la comunicazione.

Dicembre: Con orgoglio e per la seconda volta consecutiva VoipVoice vince il premio Best Exhibitor SMAU 2016. Un riconoscimento importante per la nostra grande capacità di comunicare all’interno di un evento fieristico.

2017:

  • Nasce Fortnite, un videogioco che diventerà in breve tempo una vera mania tra i giovani. Si tratta di un gioco “Spara Tutto” che può essere giocato on line multiplayer. In più i giocatori possono spendere soldi per avere la tenuta da combattimento più cool o fare il balletto più figo. Nella Finale dei Mondiali 2018 il giocatore della nazionale francese Griezmann festeggia il gol con il balletto da Loser di Fortinite, mimando con due dita una L sulla fronte.
  • Viene distribuita dalla Nintendo la Nintendo Switch, il primo tentativo da parte di Nintendo di creare una console ibrida tra una console casalinga e una portatile.
  • Crisi della BlackBerry che nel 2011 aveva il 50% del mercato mobile nel mondo.
  • Esce l’iPhone X che diventa senza bordi e toglie il pulsante Home rotondo che aveva da sempre caratterizzato il design dello Smartphone della Apple.
  • Tesla nel 2017 supera per la prima volta la Ford e la General Motors in capitalizzazione azionaria diventando l’azienda automobilistica statunitense di maggior valore.
  • Il parlamento del Nevada liberalizza completamente la Blockchain, una Struttura Dati condivisa e immutabile, la cui integrità è garantita dall’uso della crittografia.

VoipVoice 2017:

Gennaio: Per avere una maggiore presenza sul territorio nazionale nasce il Progetto degli Area Manager. Viene affidato a undici professionisti il ruolo di essere il punto di riferimento nelle principali regioni italiane per conto di VoipVoice. Un supporto sempre maggiore per essere vicini al partner.

Aprile: In Sicilia nasce il primo VoipDay, una giornata interamente dedicata ai VoIP e ai servizi di VoipVoice.

Settembre: Il progetto Area Manager si evolve in quello dei District Manager e il numero da 11 passa a 13 con una copertura sempre più capillare.

Novembre: il 17 Novembre durante il Trasloco alla nuova sede avviene il Down VoipVoice.

2018:

  • SalesForce, un’impresa statunitense di cloud computing con sede a San Francisco, specializzata in CRM e operativa in 36 paesi del mondo, acquista il Time.
  • Audizione di Mark Zuckerberg alle Commissioni Giustizia e Commercio del Senato degli Stati Uniti colpevole di aver influenzato le elezioni Americane. Il tutto avviene in un clima surreale dove il giovane proprietario di Facebook spiega ad anziani burocrati quelli che sono i meccanismi dei dati sui social network.
  • Martedì 6 febbraio 2018 come da programma, il nuovo lanciatore della Space X, il Falcon Heavy  è decollato alle 15:45 (ora locale) dal Kennedy Space Center rilasciando con successo il carico: una vettura Tesla. Comincia l’epopea spaziale da parte di enti privati.
  • Jack Ma, l’uomo più ricco della Cina, annuncia di voler lasciare entro un anno la carica di presidente esecutivo di Alibaba, uno dei portali di commercio on line più forti e importanti del mondo. Il suo sito è uno dei 10 più visitati al mondo.

VoipVoice 2018:

Gennaio: Dopo un lungo e certosino lavoro di migrazione, VoipVoice riparte e ricomincia la sua regolare attività. Restart!

Maggio: Cominciano i Corsi di Certificazione VoipVoice: suddivisi in quattro livelli si tratta di un percorso dal valore accademico unico in Italia sul SIP e la tecnologia VoIP. I Corsi vanno subito tutti esauriti.

Giugno: VoipVoice lancia il servizio di VoipSat, la connettività satellitare che permette di far navigare ovunque e in qualsiasi luogo dell’Italia.

Settembre: Il 22 settembre viene inaugurato ufficialmente il Palavoip: oltre 200 persone festeggiano con noi un momento fondamentale per la nostra azienda. Una sede moderna, che rappresenta i nostri valori, adatta allo Smart Working e alle nuove tecnologie. Completamente ecosostenibile, senza il concetto di scrivania fissa.

Ottobre: In occasione di SMAU Milano viene lanciato il servizio VoipAir, le connettività wireless e radio, link professionali di trasmissione dati su tutto il territorio nazionale. Non ci sono più scuse: il VoIP può essere installato ovunque.

Dicembre: Tutta la squadra di VoipVoice finisce in copertina di Office Automation, una rivista del settore ICT che celebra la nostra azienda e il nostro modello di business.

2019:

  • Thomas Cook, Tour Operator americano chiude. Il mercato del Turismo è completamente cambiato e devastato in pochi anni. Ognuno grazie a internet è in grado di organizzare la propria vacanza.
  • Viene scattata la Prima Fotografia di un Buco Nero nello Spazio.
  • Viene realizzato Sycamore il primo Chip Quantistico di Google. Calcoli impossibili potranno essere realizzati.
  • Per condurre proteste e blocchi cittadini contro la Cina, gli attivisti di Hong Kong, fanno uso di Telegram, in quanto questa garantirebbe alti standard di sicurezza e la possibilità di inviare messaggi anche in forma cifrata. Anche la protesta si combatte in maniera diversa.
  • Spotify diventa l’App più diffusa per ascoltare la musica in Streaming, tutti i principali autori fanno accordi per permettere la fruizione su Spotify. In Italia, preceduta da una campagna pubblicitaria consistente, arriva su Spotify Lucio Battisti

VoipVoice 2019:

Gennaio: Nasce il Progetto degli Special Partner: 52 partner vengono scelti per rappresentare la nostra azienda in tutta Italia. Obiettivi e incentivi, ma anche tanta passione ed etica per portare innovazione su tutto il territorio nazionale.

Marzo: VoipVoice premiata a Primavera d’Impresa a Firenze come azienda capace di attuare un modello di lavoro sostenibile.

Maggio: VoipVoice premiata al Forum UCC & Social Collaboration di Milano per la capacità di aver creato una sede adatta al Lavoro Agile e aver contribuito a diffondere tale cultura tra i suoi collaboratori, i suoi partner e i suoi clienti.

Giugno: Rimanere fermi per colpa di una connettività è un lusso che un’Azienda oggi non si può più permettere: VoipVoice lancia la Business Continuity. La Connettività principale quando si blocca passa su una connettività di backup di una SIM in 4G. Il Lavoro trova la sua continuità di servizio senza impedimenti.

Settembre: È arrivata una Nuova Era, l’Era del Giga: 1000 Mega! Siglato l’accordo con Open Fiber, VoipVoice lancia il Giga Fiber, un cambiamento epocale, un’opportunità pazzesca per tutto il mercato delle TLC.

Ottobre: Per tenere tutto sotto controllo viene lanciato il Business Monitoring, un servizio che in caso di down della connettività arriva immediatamente un alert. La parola d’ordine è la Proattività!

Se cambi gli strumenti, cambi il mondo, dicevamo.

Grazie a questi nuovi strumenti tecnologici che hanno caratterizzato i favolosi Anni ’10 nasce una nuova tipologia di Sharing Economy, basata sul Cohousing, sul Carsharing, sul Crowfunding e il Coworking. Nuovi modelli lavorativi, come lo Smart Working o Lavoro Agile, si stanno sempre più affermando.

Gli Anni ’10 sono stati una costante e continua Digital Transformation della nostra vita, privata e aziendale.

Niente è più come prima, anche se tutto sembra come prima.

I cambiamenti sono stati micro, piccoli, quasi non ce ne siamo accorti.
Le nostre case, i nostri lavori, le nostre auto, le nostre città si sono digitalizzate e diventate sempre più smart.

Oggi senza la tecnologia, senza il nostro Smartphone, non riusciremmo più a viaggiare, lavorare, comunicare, innamorarci, vivere.

 

 

Simone Terreni – Managing Director VoipVoice

 

Il 3° Top Partner Meeting di VoipVoice si è caratterizzato per essere una due giorni di networking, conoscenza delle nuove procedure e dei nuovi servizi offerti, ma non solo, è stato anche il momento per festeggiare i Top Partner per la loro crescita. Durante la cena di gala abbiamo voluto quindi premiare i Partner più meritevoli!

Ecco l’album dei premiati:

 

 

 

All’indomani del 3° Top Partner Meeting, noi di VoipVoice siamo ancora carichi dell’energia che ci ha dato. Una due giorni in cui abbiamo incontrato i 38 Top Partner e 6 nuovi arrivi in questa grande famiglia. Oltre 100 persone sono state con noi per affrontare insieme il 2020. 

Una sede Patrimonio dell’Umanità

Il  3° Top Partner Meeting si è svolto nella Villa Medicea “La Ferdinanda”, nota anche come Villa dei Cento Camini, un sito storico appartenente alla famiglia dei Medici, dichiarato Patrimonio dell’Umanità dall’Unesco, una struttura molto prestigiosa e dall’alto valore artistico-architettonico. 

Non è un caso che VoipVoice, guidata da Inside Factory, agenzia che ha curato l’organizzazione dell’evento, abbia scelto questo luogo: “VoipVoice è nata tra queste colline, a Montelupo Fiorentino, la nostra volontà è sempre quella di guardare al futuro e all’innovazione, senza mai dimenticare le nostre origini. – Ha spiegato Simone Terreni, Managing Director di VoipVoice – I nostri antenati sono stati capaci di fare opere straordinarie e sono per noi una continua fonte di ispirazione. Se loro ci sono riusciti proprio in queste terre, anche noi possiamo fare qualcosa di straordinario. Non è solo un grande onore, ma anche una responsabilità. Abbiamo il dovere di portare alto il loro nome.

Momenti digital detox 

L’incontro è partito con un momento di digital detox: abbiamo chiesto ai nostri ospiti di fidarsi di noi e di abbandonare, per un’ora abbondante, la cosa più indispensabile per un professionista: il proprio cellulare! Contro ogni aspettativa, è stato un successo. Da lì il primo momento di incontro human-to-human, senza alcuna interruzione di telefonate, e mail e messaggi… 

Questa era una fase di attesa, perché i partecipanti sono stati coinvolti in attività di team building a loro sconosciute… un momento originale, divertente e sicuramente inaspettato. Ogni gruppo doveva risolvere insieme enigmi e indovinelli per cercare la “pietra filosofale”, accolti nelle diverse aree della Villa da Lorenzo il Magnifico e il suo servo mostruoso, da mummie e profanatori di tombe egizie, da cartomanti, vedove e mariti defunti, minotauri e pirati… Un tour sicuramente originale, da cui sono tornati tutti stregati e divertiti.

Come together (Beatles)

Finita la fase ludica, si è passati al momento dei tavoli di discussione one-to-one. Diviso per reparto aziendale, il team di VoipVoice ha accolto ad uno ad uno ogni partecipante, in modo da affrontare dal vivo le questioni, i dubbi e le perplessità che richiedono l’evergreen “sediamoci a tavolino e parliamone”. Per un’azienda così diffusa sul territorio, con partner distribuiti in tutta Italia, i momenti a stretto contatto sono importanti per comprendere come affrontare insieme le sfide quotidiane.

Il tempo di una pausa e poi ci siamo rivisti tutti alla cena di gala, per avere il benvenuto ufficiale dai padroni di casa, Simone Terreni e Gabriele Nannotti, ma soprattutto per conoscere la classifica dei partner di VoipVoice più meritevoli in base alle categorie: crescita, fatturato e numero di contratti.

Il giorno dopo, eravamo pronti e carichi per il meeting per affrontare al meglio la giornata formativa dedicata alla presentazione delle novità e delle tante opportunità con VoipVoice.

Insomma, in soli due giorni ne abbiamo combinate di tutti i colori! Sono stati due giorni pieni in cui non si è parlato solo di servizi aziendali, ma in cui si è rafforzato una grande squadra. E se nella vostra testa riecheggia Come Together dei Beatles, sappiate che non è un caso. 

Ci siamo salutati facendo nostro l’insegnamento degli affreschi del Passignano presenti nella splendida Loggia dei Paradisi, all’ingresso della Villa. Per aver successo bisogna coltivare alcune virtù: la Pazienza, la Fatica, la Diligenza e la Sollecitudine. Così era ai tempi di Ferdinando I de’ Medici e così è tutt’ora nel nostro mondo, in rapida e continua mutazione.

A cura di Giovanna Annunziata

 

Ecco l’album della due giorni di meeting:

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

17 tappe

416 iscritti

320 caffè bevuti

13.123 km percorsi

600 tartine mangiate

47 partner premiati (e altrettanti case history!)

400 mani strette

1.200 slide presentate

430 penne distribuite

350.000 parole dette

200 litri di acqua bevuti

50.000 sorrisi distribuiti

… che bellissimo spettacolo i VoipDays 2019!!! Un anno dove abbiamo portato il VoIP a giro in tutta Italia, dove abbiamo incontrato Partner e possibili tali, dove abbiamo raccontato l’innovazione con Case History reali e con esempi concreti!

Questo il video del nostro roadshow dedicato al VoIP:

Queste invece i report  degli incontri:

VoipDay Sardegna

VoipDay Friuli Venezia Giulia

VoipDay Trentino Alto Adige

VoipDay Campania

VoipDay Puglia

VoipDay Umbria

VoipDay Marche

VoipDay Liguria

VoipDay Piemonte/Valle D’Aosta

VoipDay Lombardia

VoipDay Veneto

VoipDay Emilia Romagna

VoipDay Lazio

VoipDay Toscana

VoipDay Sicilia

VoipDay Calabria/Basilicata

VoipDay Abruzzo/Molise

 

Grazie a tutti!

Appuntamento al 2020 con i prossimi VOIPDAYS!!!

Questo sito utilizza cookies per darti la miglior esperienza possibile. Accetta il loro utilizzo cliccando sul tasto "Accetto".